Brindisi, la centrale termoelettrica brucia marijuana

A Cerano brucia la droga sequestrata dalla guardia di finanza

Dove finisce la droga sequestrata? A Brindisi, da ieri, la marijuana finita nelle mani della guardia di finanza viene bruciata nella centrale elettrica di Cerano. A darne notizia è il Nuovo Quotidiano di Puglia. Si tratta della centrale Federico II dell'Enel.

Una procedura di smaltimento a quanto pare innovativa e meno dannosa per l'ambiente. La centrale di Cerano è balzata già agli onori della cronaca per inquinamento ambientale. Nel 2015 "Il fatto quotidiano" pubblicó dei dati che dimostravano l'inquinamento: la centrale causava fino a 44 morti l'anno. Successivamente è stata decarbonizzata e, secondo il nuovo quotidiano di Puglia "è dotata di filtri sulle emissioni che riducono al minimo l’impatto ambientale delle combustioni."

Peccato, però, che la tutela dell’ambiente e della salute dei pugliesi continuano ad essere oggetto di preoccupazione persino a Bruxelles. La Commissione europea lo scorso anno ha, infatti, aperto una procedura d’infrazione sulla centrale termoelettrica di Cerano per violazione degli articoli 13 e 23 della direttiva 50 del 2008 sulla “qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa”.

La decisione è stata presa in seguito alle denunce dell’associazione ecologista Peacelink, l’ultima del 7 marzo 2016 accompagnata da un dettagliato dossier sul peggioramento della situazione.

Commenti

cgf

Gio, 01/06/2017 - 14:39

Con tutti i filtri non andrà nulla nell'aria. Una volta ho assistito ad un grande falò dove veniva bruciata diversa erba sequestrata, c'era anche diversa gente che correva sottovento per cercare di respirarne i fumi, divertente e patetico allo stesso tempo.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 01/06/2017 - 16:12

---uno spreco indecente---la davano a me e la smaltivo piano piano a costo zero ed inquinamento idem ---swag

Fjr

Gio, 01/06/2017 - 17:25

Mi immagino tutti i cannaioli col naso attaccato alla ciminiera, bella zio questo sì che è un gran cilum