Brindisi, lite in famiglia: cerca di investire il cognato

La vittima era già un invalido. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita

Si tratta di un pluripregiudicato di 44 anni di Brindisi. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri del capoluogo pugliese con l'accusa di tentato omicidio in concorso con altre persone in corso d'identificazione. In particolare, durante una rissa tra parenti, avvenuta ieri nel primo pomeriggio, nel quartiere Paradiso, per motivi in corso di accertamento, l'uomo ha investito con un'automobile il cognato 60enne (tra l'altro parzialmente invalido e con le stampelle).

Pare che l'uomo di 60 anni sia intervenuto nel litigio per cercare di difendere il figlio. Dopo aver picchiato e tentato di investire il cognato, il 44enne è fuggito. La scena dell'aggressione e del successivo investimento sono state interamente riprese da alcune videocamere di sorveglianza della zona che hanno permesso di ricostruire la dinamica dei fatti. La vittima è stata ricoverata, in codice rosso nell'ospedale Di Summa - Perrino di Brindisi, ma nonostante le gravi condizioni, pare non sia in pericolo di vita. L'aggressore è stato rintracciato oltre un'ora dopo i fatti dai militari.