Bruxelles, Abrini ammette: "Sono io l'uomo col cappello"

La procura Federale belga ha rivelato che Mohammed Abrini era "l’uomo con il cappello", come è stato soprannominato dai media, il terzo uomo del commando terrorista che si fece esplodere il 22 marzo all’aeroporto Zaventem di Beruxelles

La procura Federale belga ha rivelato che Mohammed Abrini era "l’uomo con il cappello", come è stato soprannominato dai media, il terzo uomo del commando terrorista che si fece esplodere il 22 marzo all’aeroporto Zaventem di Beruxelles. Albrini, riferiscono i media belgi Echo e Rtbf, ha confessato di essere il terzo uomo del commando suicida che appare nelle registrazione video a Zaventem insieme ai due complici che si fecero saltare in aria. Mohamed Abrini, che ha confessato di essere il cosiddetto 'uomo con il cappello' che compariva nelle immagini delle telecamere di sicurezza dell'aeroporto di Zaventem in compagnia dei due kamikaze dello scalo, ha detto di "avere buttato il suo gilet nella spazzatura e di avere poi venduto il suo cappello"

Albrini, arrestato ieri ad Anderlecht, uno dei quartieri a rischio di Bruxelles, non portò a termine il suo piano perchè il suo ordigno, celato in una valigia, non esplose. Abrini è una delle sei persone arrestate ieri a Bruxelles. Era super ricercato dopo gli attacchi del 13 novembre a Parigi in quanto ritenuto complice di Salah Abdeslam. Con Salah era stato ripreso dalle telecamere di sicurezza due giorni prima degli attacchi nella capitale francese, cioè l'11 novembre, in una pompa di benzina a Ressons, lungo l'autostrada in direzione di Parigi. È lui che era al volante della Renault Clio usata poi per gli attentati di Parigi, e le sue impronte digitali e tracce del suo Dna sono poi state trovate in due appartamenti di Schaerbeek.

Commenti

tRHC

Sab, 09/04/2016 - 19:50

Questi sono talmente falsi e bugiardi che si fa fatica anche a credergli la verita',insomma per fare un'esempio lampante,tipo il pentolaio,l'alfgano e il verdino iscariota!!!!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 09/04/2016 - 20:19

Fossi negli investigatori belgi non mi fiderei troppo di questo bastardo, chi mi dice che abbia confessato di essere il terzo uomo del commando in modo che non venisse più ricercato quello vero?

Egli

Sab, 09/04/2016 - 20:42

Che sia castrato immediatamente.

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Sab, 09/04/2016 - 21:38

Morte per questo infame!

nunavut

Sab, 09/04/2016 - 21:40

Ho qualche dubbio sulla veracità della sua auto-accusa,mica vorrà assumersi la colpa per salvare,dando il tempo necessario ad un tizio molto più importante di lui, di fuggire dal Belgio? Normalmente questi tipi non parlano così facilmente,basti osservare Abdeslan non disse nulla sugli attentati che sarebbero stati eseguiti subito dopo la sua cattura.

Giorgio Rubiu

Dom, 10/04/2016 - 10:24

L'affermazione è una comoda arma a doppio taglio.Se egli lo è,la polizia belga sarà lieta di cessare le ricerche;se non lo è,questo è un buon modo per proteggere la latitanza del "uomo col cappello".Io,al posto della polizia belga,continuerei a tenerlo nella lista dei ricercati per sempre e,a maggio ragione se,adesso,con le dichiarazioni di Abrini,dovesse sentirsi al sicuro e abbassare la guardia.

guerrinofe

Dom, 10/04/2016 - 11:23

ai belgi creduloni fanno credere di tutto e il vero attentatore è in liberta!