Bucare il preservativo equivale al reato di violenza sessuale

Forare un preservativo per mettere incinta una donna contro la sua volontà equivale a un reato di tipo sessuale. Lo ha deciso la Corte Suprema del Canada

Bucare un preservativo per mettere incinta una donna contro la sua volontà equivale a un reato di tipo sessuale. Lo ha deciso la Corte Suprema del Canada confermando la condanna contro un uomo della Nuova Scozia che aveva ingannato la sua fidanzata mettendola incinta dopo aver forato il preservativo nel tentativo di impedire che lo lasciasse. "Il sabotaggio del preservativo da parte dell’imputato è un atto di frode che annulla il consenso iniziale della donna all’atto sessuale", hanno stabilito i giudici della Corte Suprema. Secondo le motivazioni della sentenza, il privare una donna delle scelta di rimanere incinta o meno è come provocarle del dolore a livello fisico. Il caso risale al 2006. Dopo aver scoperto di essere incinta la donna ha avuto un aborto che tuttavia le ha provocato una infezione all’utero. Nel 2011 l’uomo è stato condannato a 18 mesi e ora la Corte Suprema deve pronunciarsi sulla sentenza definitiva.

Commenti

vince50

Ven, 07/03/2014 - 22:03

Non è violenza,è da stronzi.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 09/03/2014 - 09:38

Ma perchè, la maggior parte della popolazione, parla tanto a vanvera ??? La VIOLENZA_SESSUALE da che mondo è mondo, c`è sempre stata. Cio che l`hà INGROSSATA, è da quando le scuole hanno smesso di insegnare l`educazione civica, agli scolari e i genitori, da quando hanno cominciato a VIZZIARE TROPPO i propri figli. Una colpa, viene pure data alla reclame,che oggi come oggi la si trova pure nei bagni pubblici. Ci sono tanti studiosi che approfittano della situazione, solamente per ingossare il loro conto in banca, ma nessuno di loro ha mai detto la parola chiave ."IL RISPETTO". DA CHE LE SCUOLE, HANNO SMESSO DI INSEGNARE, A RISPETTARE IL PROSSIMO, E LE FAMIGLIE AD ESSERE GELOSE DELLE RICCHEZZE DEI PROPRI VICINI, TUTTO È PRECIPITATO. PERCIÒ,DOBBIAMO RITORNARE AD IMPARARE CIÒ CHE SIGNIFICA: "RISPETTARE IL PROSSIMO". SOLAMENTE COSÌ "SAREMO RISPETTATI".