Bufera su H&M: "Ecco perché ci licenzia"

"Noi licenziati per assumere precari", la denuncia dei dipendenti di H&M

Bufera sul colosso svedese del fast fashion H&M: un’azienda in crescita e florida che, però, intende chiudere quattro punti vendita in Italia. Due solo a Milano, uno a Cremona ed uno a Mestre. Mandando così a casa 89 lavoratori tra i 35 e i 40 che hanno contratti a tempo indeterminato.

Tra le vittime del licenziamento collettivo annunciato lo scorso 19 maggio c’è anche Francesco, impiegato nello store di Corso Buenos Aires che, salvo accordi dell’ultim’ora, chiuderà – assieme a quello di piazza San Babila – il 31 luglio. Il giovane dipendente, dalle colonne di AdnKronos, ha spiegato le ragioni di questo “fulmine a ciel sereno”. “Mentre annunciavano il nostro licenziamento – si sfoga – cercavano anche nuove persone da impiegare con contratti precari e meno onerosi rispetto ai nostri a tempo indeterminato. Sono arrabbiato, ma non mi arrendo”.

“Io ho praticamente aperto lo store di San Babila – fa eco Patrizia Serru, impiegata come vetrinista – e ho contribuito a far diventare H&M il marchio che è oggi. Ci hanno spremuti come limoni. C’era sentore di chiusura, ma mai ci saremmo aspettati questo, si pensava all’apertura di un altro brand che ci riassorbisse”.

A denunciare la linea aziendale che punta a sostituire personale anziano con più agevoli contratti a chiamata è anche il segretario della Uil Tucs di Milano, Michele Tamburrelli: “H&M non è certo in crisi; solo nel 2016 ha chiuso con 756 milioni di ricavi e 16 milioni di utile”. Ed infatti, l’azienda, prima di annunciare la chiusura dei due punti vendita di Milano ne ha aperti altrettanti nelle immediate vicinanze, senza però riassorbire il personale in esubero. “La dichiarazione di esuberi risulta ancora più ingiustificata in considerazione della forte attività di espansione sostenuta dall’impresa, anche in relazione alla recente apertura di diversi punti di vendita a livello di Gruppo e del ricorso spropositato e strutturale al lavoro a chiamata”, denunciano in una nota Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uitucs. Da parte sua, l’azienda si è difesa adducendo ragioni legate alla “sostenibilità economica” dei negozi destinati alla chiusura.

Stamattina, i dipendenti della multinazionale hanno animato il #FashionRebel, presidio organizzato dalla Filcams Cgil e dalla Uil Tucs, andato in scena di fronte al negozio di San Babila, il primo aperto da H&M in Italia 14 anni fa. A macchia di leopardo, anche nel resto della Penisola, si sono registrate iniziative di solidarietà. Dopo il rifiuto da parte del colosso svedese di ritirare la procedura di licenziamento collettivo, la parola d’ordine sembra esser quella di salvare il salvabile. La vicenda proseguirà quindi al tavolo convocato con l’azienda, il prossimo 23 giugno, dove si discuterà di “ricollocazioni accettabili” ma anche di “eventuali condizioni di uscita dignitose” per gli 89 lavoratori.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 10/06/2017 - 17:17

ovvio! alla sinistra non gli importa niente se qualcuno finisce per strada! vogliono imporre patrimoniali, altre tasse, ci chiedono soldi, e non si impegnano per niente per proteggere le aziende che danno lavoro, non fanno niente per aiutare chi ha bisogno di aiuto, questa è l'italia in mano alla sinistra: benvenuti!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 10/06/2017 - 18:40

Votate pd, votate....

Tipperary

Sab, 10/06/2017 - 19:02

Licenziano ? Si boicotta H & M !

mariod6

Sab, 10/06/2017 - 20:56

Bisogna boicottare il PD che con la sua politica di tasse spropositate e di favoreggiamento delle cooperative di facchinaggio, logistica, servizi, ecc sta affossando tutta l'industria. Chi volete che abbia voglia di investire in un paese ddove paghi la tassa anche sull'ombra???

fifaus

Sab, 10/06/2017 - 20:58

Boicottare il marchio H&M e inviare la Finanza per un rigoroso controllo

TonyGiampy

Dom, 11/06/2017 - 02:37

Se la paga fosse oraria come i parchimetri questo non succederebbe. 1 ora 15 euro. Precario, fisso o extracomunitario la paga sarebbe sempre uguale. Consideriamo poi che in Italia le tasse sono a livello di strozzinaggio. Ma come dire, votano il Pd ed e' proprio questo il problema!!

pilandi

Dom, 11/06/2017 - 08:55

@mortimermouse cosa stai dicendo? O si impegnano ad aiutare le aziende o aiutano i lavoratori. Qui la prima. Vedi che tra le sigle di chi sta lottando per difendere il posto di questi lavoratori non ne vedo legate al centrodestra. Il problema è che non c'é rispetto per le persone.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 11/06/2017 - 09:33

L'ultima volta che ho visto una manifestazione sindacale era davanti alla scala. Ai margini sciure vestite da due tre stipendi d'operaio spesi a Brera, in mezzo una mini bolgia a pogare sventolando bandiere al ritmo pop-rock italiano. Intanto hm chiude, e i vicini ringraziano la mancata concorrenza, seppur temporaneamente. Bella mossa.

pilandi

Dom, 11/06/2017 - 10:52

@mariosirio genio, vedi che la manifestazione è conseguenza della decisione di h&m di chiudere e licenziare non viceversa.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 11/06/2017 - 11:23

Le sane o oneste leggi pd portano i primi frutti.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 11/06/2017 - 12:07

Semplice. Viste le tasse e le magagne burocratiche che uno deve sostenere,(e visti gli ultimi 4 governi fasulli) l'Italia è l'ultimo posto dopo sia possibile fare l'imprenditore. Lamentarsi è inutile, basta cambiare voto.

cgf

Dom, 11/06/2017 - 14:47

x curiosità ho controllato il loro sito, hanno uno stile anni 60/70 e si propongono come 'tendenza'. BLEAH

Trinky

Dom, 11/06/2017 - 14:47

Fatevene una ragione, questi non fanno altro che applicare quanto vogliono accada i vari franceschiello, boldrina, COOP varie.... Licenziare chi guadagna 1000 euro al mese e sostituire con le risorse a cui verranno dati ben 100 euro al mese!

FRATERRA

Dom, 11/06/2017 - 16:32

Ma le risorse non hanno nessuna voglia di guadagnare 100 euro mensili lavorando, già ne "recuperano" molto di più con la benedizione del diversamene papa vestito di bianco; e cosi sia.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 11/06/2017 - 17:49

Come pensate che ragioni una persona di buona volontà che decida di aprire un'attività in Italia? dove ti tassano minimo al 70% dove la giustizia gira su ritmi e logiche marziane e dove non puoi toccare un eventuale rapinatore. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 11/06/2017 - 17:55

P S Nella città dove vivo Linyi nello Shandong 10.500 000 abitanti di H&M stores ce ne sono 24 Auguri agli italiani che ne hanno disperato bisogno. Molice Linyi Shandong China