Bus Atac esploso, "Abbiamo avuto paura di rimanere in trappola"

"Abbiamo avuto paura di rimanere in trappola". A dirlo è Francesca, una dei 30 passeggeri dell'autobus Atac esploso oggi nel centro di Roma

"Abbiamo avuto paura di rimanere in trappola". A parlare è Francesca, una dei 30 passeggeri dell'autobus Atac della linea 63 esploso oggi nel centro di Roma, in via del Tritone. Tra di loro nessun ferito, a parte un'ustionata, una commessa di 25 anni di un negozio adiacente al palazzo vicino all'incendio che è stata portata in codice giallo in ospedale.

"Prendo spesso il 63, ero arrivata quasi alla mia fermata. Insieme con altri tre utenti eravamo in coda al bus quando abbiamo sentito un forte odore di bruciato, come se la plastica del bus si stesse squagliando", ha raccontato Francesca a RomaToday. "I sedili erano incandescenti. Poi il mezzo si è fermato autonomamente. Come se fosse andato in corto circuito", ha aggiunto. I passeggeri hanno prima allertato l'autista che non riusciva a capire l'entità del problema e, poi, hanno provato a scendere ma "per due, tre minuti le porte non si aprivano". "Abbiamo avuto paura di restare intrappolati ma non ci eravamo resi conto della gravità della situazione", ha raccontato Francesca. L'autista dell'Atac ha preso l'estintore e ha provato invano a spegnere quello che era ancora un principio di incendio ma i passeggeri, per fortuna, si sono salvati tutti. Poco dopo ci sono state le esplosioni e l'incendio violento che ha annerito la facciata del palazzo vicino. Davide Bordoni coordinatore romano e capogruppo di Forza Italia in Campidoglio, in una nota, ha attaccato la Raggi:"Sono mesi che diciamo alla Sindaca che la manutenzione degli autobus è fondamentale. Purtroppo non è la prima volta che accadono queste situazioni gravissime, non è concepibile che i cittadini debbano rischiare la propria vita. Che intenzioni ha la Raggi? La manutenzione dei mezzi è urgente".

Commenti

venco

Mar, 08/05/2018 - 21:00

Roma come Napoli