Omicidio di Gaia, c'è un nuovo sospettato. Forse è un italiano

Secondo il quotidiano Diario do Nordeste s'indaga su uno straniero. Pochi i dettagli diffusi, per non ostacolare le indagini

Gaia Molinari, la 29enne piacentina trovata morta in Brasile

Sono stati rilasciati gli uomini fermati per l'omicidio di Gaia Molinari, la 29enne piacentina trovata morta su una spiaggia a Jericoacoara, in Brasile.

Uno dei due è tornato in libertà la sera di venerdì, mentre l'altro sabato, dopo essere stato interrogato. Entrambi sono estranei ai fatti.

La polizia, secondo quanto scrive il quotidiano Diario do Nordeste, starebbero ora concentrandosi su un'altra persona, di origini straniere e probabilmente italiana. Dell'uomo ha parlato per la prima volta Mirian Franca, l'amica con cui Gaia stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza. La stampa brasiliana finora non ha diffuso molti dettagli per evitare di essere d'ostacolo alle indagini.

La 29enne piacentina era in da alcune settimane in Brasile, dove svolgeva un'attività con un'associazione locale. Insegnava inglese ai bambini e stava imparando il portoghese.

A trovarla senza vita sulla spiaggia alcuni turisti. I risultati dell'autopsia hanno rivelato che è stata strangolata e la polizia esclude si sia trattato di una rapina. La Molinari aveva anche graffi sul viso e il segno di un colpo alla testa, provocato da un corpo contundente.