C'è sindaco e sindaco

Non è un bel momento per i sindaci delle principali città italiane. A Roma Virginia Raggi ha chiesto di essere processata con rito immediato per le accuse di falso (nomine, promozioni e aumenti di stipendi a funzionari amici), a Torino la sua collega Appendino deve rispondere di imperizia per i mille e passa feriti e la morte di una donna in piazza San Carlo e un altro grillino, Nogarin, è stato accusato di omicidio colposo per i morti durante l'ultima alluvione a Livorno (non avrebbe dato l'allarme in tempo ai suoi cittadini). A Milano, è notizia di ieri, Beppe Sala è stato rinviato a giudizio con l'accusa di aver retrodatato di qualche giorno il contratto per il verde dell'area Expo all'epoca in cui era a capo dell'ente.

Mal comune mezzo gaudio? Attenzione. Non facciamo di tutta l'erba un fascio e soprattutto - e vengo al punto - non permettiamo ai grillini di usare come scudo alle proprie malefatte il sindaco di Milano. Loro sono nei guai giudiziari per non avere fatto ciò che dovevano, causando ingiustizie, dolore e addirittura morte. Beppe Sala andrà a processo, a mio avviso ingiustamente, per aver fatto ciò che tutta Italia gli chiedeva di fare, cioè garantire l'apertura regolare di Expo (i lavori erano in un ritardo ritenuto dai più incolmabile) ed evitare al Paese una figuraccia planetaria. Sala, sia pure con affanno e camminando sul filo del rasoio, riuscì nel miracolo, diventando una sorta di eroe nazionale, tanto che Renzi, allora al massimo del suo splendore, lo arruolò nel Pd come candidato sindaco di Milano (Renzi fece un bel colpo, Sala, alla luce di ciò che sta accadendo, non lo so).

Quando dico che «tutta Italia» chiedeva a Sala di fare presto con Expo non intendo soltanto i cittadini che avevano a cuore il bene del nostro Paese. Intendo - e lo dico a ragion veduta - l'allora presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, l'allora premier Matteo Renzi e l'allora capo della procura di Milano Edmondo Bruti Liberati. Gente che se avesse un minimo senso di riconoscenza e di onestà intellettuale oggi dovrebbe uscire allo scoperto per raccontare come andarono le cose - anche dietro le quinte - e non lasciare il sindaco eletto dai milanesi solo davanti al più stupido e inutile dei plotoni di esecuzione giudiziari.

Non ho votato Sala e non lo voterò se ci sarà una prossima occasione. Ma non ci sto che la sua vicenda giudiziaria sia messa, per motivi di propaganda politica, sullo stesso piano di quelle dei sindaci grillini. Che bello sarebbe un Paese nel quale anche magistrati e politici riconoscessero, senza cavillare, meriti ed efficienza.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 17/01/2018 - 16:34

caro direttore, anche lei ha aperto la campagna elettorale,non a favore del centro destra, come sarebbe naturale, ma contro i 5 stelle. faccio il suo stesso pistolotto(mi consenta) io non ho mai votato i 5 stelle,sempre e solo destra e centro destra, ma il suo non ci sto(oscar luigi scalfaro dixit)a favore di sala(e ce ne vuole coraggio)mi puzza d'inciucio.

kallen1

Mer, 17/01/2018 - 16:44

Direttore si è dimenticato di citare anche il sindaco grillino di Fabriano.......

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mer, 17/01/2018 - 16:48

Se non ci fossa stato Sala addio Expo. Sallusti a quelli che dovrebbero uscire allo scoperto e fargli un monumento aggiunga Maroni che aveva dormito per 2 anni.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 17/01/2018 - 17:45

Egregio Direttore, non sono molto d'accordo con la sua difesa di Beppe Sala. Il punto non è giudiziario ma morale. Se ha infranto le norme per evitare figuracce al paese che BEppe Sala abbia il coraggio di rivendicarlo e lo dica chiaramente. Se non lo fa di fatto racconta delle balle, mente, e a me un amministratore pubblico che mente è un amministratore pubblico che è meglio perdere che trovare.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Mer, 17/01/2018 - 18:49

Scrive bene, caro Sallusti. Peccato solo che a parti invertite non avremmo mai sentito un sinistrato fare un simile ragionamento di fronte a un sindaco non della sua parrocchia. Viviamo in un paese ben strano.

ghichi54

Mer, 17/01/2018 - 18:56

Un articolo totalmente condivisibile, e tanto più apprezzabile perchè scritto da un avversario politico di Sala. La verità è che Milano è su un altro pianeta rispetto alla grande parte d'Italia, e il buon governo appartiene sia al centro destra che al centro sinistra.

Mannik

Mer, 17/01/2018 - 19:03

Sallusti, si dimentica un aspetto importante. Sala all'epoca non era sindaco.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 17/01/2018 - 19:04

Oggi è impossibile, fuori dal web, trovare un solo vero idiota.

Cheyenne

Mer, 17/01/2018 - 19:23

non sono d'accordo; sala non ha fatto niente di speciale e da come amministra milano si capisce che non sa governare, figuriamoci governare una manifestazione come l'expo.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 17/01/2018 - 19:32

Visto e considerato come si dimostrano i nostri rappresentanti del popolo chi può dirsi più pura e candida di tutti di nome è la Virginia.

neucrate

Mer, 17/01/2018 - 19:49

Secondo me Sala va assolto perché ha rubato a sua insaputa

pilandi

Mer, 17/01/2018 - 19:53

L'house organ contro i 5s non si smentisce mai!

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Mer, 17/01/2018 - 22:12

Sala St.Moritz ha presumibilmente abusato del suo ufficio ed e' giustamente rinviato a giudizio, come la Rraggi. Non esistono "eroi", sala ha fatto quello che ha fatto perche' aveva interesse, o nell'interesse della sua lobby o loggia che poi lo ha ricompensato. Spero lo condannino, anche se non ci conto troppo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/01/2018 - 01:42

@riflessiva - se expo l'avesse organizzato uno d icdx come ha fatto il suo amico comunista, sarebbe in galera da un pezzo, forse non lo vuole capire. Se poi avesse avuto anche una casa a S. Moritz a sua insaputa, apriti cielo. Ma non ne dici una giusta, eh orchidea?

Ritratto di cuginifabio

cuginifabio

Gio, 18/01/2018 - 01:52

ANCHE MARINO ERA INNOCENTE, DU ANNI, DU ANNI A SALLU' QUESTO E' MARCIO COME LO E' STATO TUTTO L' EXPO LEI LO SA MA VA BENE BASTA ATTACCARE I GRILLINI E IL MAIALINO DELLA MELONI A SCUSI DELLA RAGGI. PATETICO QUANTO IN BASSO SI POSSA CADERE

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Gio, 18/01/2018 - 03:37

Cose padane di nessun valore . Yeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

rrobytopyy

Gio, 18/01/2018 - 08:33

questo odio nei confronti dell' incompetenza dei Five Stars è di una illogicità unica. Se i supercompetenti di sinistra,destra,centro,lega, governanti in questi ultimi 30 anni hanno portato l' italia in queste condizioni, che problemi ci sono a provare con gente nuova ?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 18/01/2018 - 09:10

Io ricordo ai tempi dell'Expo una campagna contro Sala e la sua gestione da parte di questo giornale.D accuse e attacchi ce ne furono tantissimi, de resto essendo un icona renziana era comprensibile nell'ottica del solito teatrino politico.Oggi con una capriola degna del circo ci ritroviamo il Giornale che difende Sala dalle accuse che voi stesso gli avete mosso.Motivo?Ah già la caccia alle streghe dei 5stelle e la voglia ormai palese di inciucio con renzi.Credibilità?nessuna.

rrobytopyy

Gio, 18/01/2018 - 10:25

a quando ? ma forse ci siamo già. The Five Stars hanno superato i comunisti nella loro dieta a base di carne di bambini !

rrobytopyy

Gio, 18/01/2018 - 10:30

ma come fanno paura a Sallusti i pentastellati. Io son curioso di vedere quali capriole dovrà fare dopo il 4 marzo per giustificare l' ammucchiata - FI, PD, 5 ST

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/01/2018 - 11:52

@rrobytopyy - i pentastelalti non fanno paura a nessuno. Non hanno mai lavorato e sarebbero in barca entro pochi mesi. Visto già come governano le grandi città. Il problema è che devasterebbero l'Italia. Non che i cattocomunisti siano da meno...

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 18/01/2018 - 12:45

Se le cose stanno come le descrive, ed implica, il Direttore, qualora le spinte ad accelerare fossero venute dai soliti noti, basterebbe che Sala lo dicesse apertamente, anche senza andare in tribunale. La sinistra é abituata ad usare le persone(Bossi, Fini, anche Renzi) per poi buttarle nella pattumiera. Per questo una persona intelligente non deve - MAI - fidarsi delle proposte e promesse che vengano da sinistra.

Giorgio1952

Gio, 18/01/2018 - 12:47

Agrippina concordo perché le capriole sono la specialità dell'editore, ovvero dire uno cosa e il giorno dopo dire il contrario, giustificandosi con il fatto che è stato male interpretato, era solo una battuta, etc.etc.

Ritratto di elkid

elkid

Gio, 18/01/2018 - 13:18

--Agrippina ha ragione da vendere---il sindaco sala da queste pagine è stato fatto non a pezzi--di più--lo si è accusato di tutto--per gli appalti expo aggiudicati in maniera illegittima-per abuso d'ufficio--per incandidabilità alla stessa carica di sindaco in quanto era stato precedentemente commissario del governo nelle medesime zone--per infedele dichiarazione dei redditi--per le palme in piazza duomo e via discorrendo--insomma una fetecchia--oggi il giornale vira a 360 e sala diventa il salvatore della patria--l'ho sempre detto --fare il giornalista è una professione bellissima--uno può dire tutto ed il contrario di tutto(a seconda della convenienza) ma rimane sempre piantato sulla sua sedia--

rrobytopyy

Gio, 18/01/2018 - 14:10

leonida55: non ti rendi conto che per guarire Roma, chiunque sia al timone, come minimo sono necessari 10 anni, perchè la cosa più difficile è riuscire a cambiare i romani. Perchè ce ne sono molti politici che hanno lavorato o meglio sudato ?( ovviamente Silvietto escluso )

rrobytopyy

Gio, 18/01/2018 - 14:17

Giorgio1952: io fossi un giornalista mi vergognerei a scrivere queste puerili Sallustate.

PEPPINO255

Gio, 18/01/2018 - 14:28

Una è una sindachina, in gamba, senza soldi e piena di debiti grazie alle RUBERIE della destra di Alemanno benedetta dal NANO, l'altro è proprio un CRIMINALE INCALLITO. Quanto al presente articolo, direi che c'è "titolo e titolo" e c'è "giornalista e giornalista"...!!!

timba

Gio, 18/01/2018 - 14:37

Elkid. In caso si cambiasse completamente idea si fa un'inversione a 180°, non 360. A parte questo, Sallusti ha ribadito che non vota e voterà mai Sala e quindi non ne condivide niente. Ma, a differenza dei sinistrati, ammette che avrà infranto la legge ma, per lo meno, per FARE QUALCOSA. I grillini non solo la infrangono, ma non fanno nulla. Ecco la differenza. Rrobytopyy. VEro. Ma alla Raggi si potrebbero concedere anche 100 anni. Quando non sai da che parte sei girato, quando sei completamente inetto ed incapace, non è una questione di tempo. E' una questione della persona. D'altronde per un movimento che fa scegliere i propri rappresentanti alla rete, e l'80% di essi non ha mai battuto un colpo in vita sua ma ha il becco di dire "ci fossi io..", cosa vuoi aspettarti?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/01/2018 - 14:57

@rrobytopyy - anche berlusconi appena salito al governo disse che ci voleva qualche anno per fare pulizia (della vostra m...a tra l'altro). però avete cominciato ad insultarlo e denigrarlo, combattendolo prima ancora che salisse al governo. Ora voi pretendete la democrazia che avete negato agli altri, sputandogli in faccia? Idem per Salvini. E' già tanto che non vi diano bastonate. Comunque andrete anche voi alla prova, ma sarebbe giusto che vi insultassimo come avete fatto voi con noi per 25 anni, impedendoci di lavorare. Pan per focaccia. Noi magari non lo faremo, ma lo meritereste tanto...