Cagliari, 52enne in auto aggredita da gambiano in cerca di soldi

L’africano, dopo essersi reso conto che la donna aveva contattato le forze dell’ordine, ha tentato invano di trovare rifugio all’interno del centro di accoglienza di via Santa Maria Chiara

È stato arrestato stamani a Cagliari dai carabinieri con l’accusa di tentata estorsione.

Si tratta di un richiedente asilo del Gambia di 20 anni, in cerca del caratteristico obolo da pretendere dall’autista di turno. Sono le prime ore del mattino, quando una donna di 52 anni si avvicina alla propria autovettura posteggiata qualche istante prima in via Legnano. Già lungo il tragitto, la 52enne si era resa conto della presenza di un extracomunitario che si aggirava fra i veicoli, immaginando cosa le sarebbe potuto accadere a breve. Ed in effetti la sua intuizione è risultata purtroppo azzeccata. Neppure il tempo di entrare nell’abitacolo, che subito l’africano si è avventato sulla preda individuata da lontano in cerca di denaro e per di più con fare minaccioso.

Dinanzi alle reiterate richieste di soldi, la donna ha opposto un risoluto rifiuto, dopo di che ha affrettato le operazioni per cercare scampo all’interno della propria automobile, dove si è chiusa. Feroce la reazione del gambiano, che si è scagliato con violenza contro la vettura, tempestandola di calci e pugni.

Terrorizzata, la 52enne ha chiamato immediatamente i carabinieri, che si sono precipitati sul posto facendo subito partire le ricerche del colpevole. Quest’ultimo, nel frattempo, aveva cercato di trovare scampo tra le pareti del centro d’accoglienza di via Santa Maria Chiara, anche se invano. Individuato dai militari, l’africano è stato arrestato e poi condotto in manette presso gli uffici del comando provinciale di Cagliari.

Trattenuto all’interno di una delle celle di sicurezza ivi presenti, affronterà domani il processo per direttissima, già in programma.

Commenti

killkoms

Dom, 14/10/2018 - 21:16

i gambiani,pur poco numerosi,sono tra i peggiori!

seccatissimo

Dom, 14/10/2018 - 21:23

Spero che a questo troglodita del Gambia ora venga negato l'asilo e venga rispedito immediatamente al suo Paese ! TOLLERANZA ZERO !!!!!

mariod6

Lun, 15/10/2018 - 09:37

Gli unici che vedono i migranti come una risorsa sono le coop rosse e la caritas. Per tutti gli altri italiani invece questi falsi migranti economici sono solo un mal di testa. Ci siamo riempiti di criminali che non hanno nessuna remora ad applicare la legge della giungla che a casa loro è la normalità e da noi invece non può attecchire. Non si legge mai nessuna protesta contro questi atti criminali da parte della Boldrini, di Grasso, della Bonino, della Kyenge e di tutti i venduti di sinistra.