Cagliari, baby calciatore cade dopo la rovesciata: batte la testa e muore

Un bambino di 10 anni, Luca Puxeddu, a fine allenamento, si è trattenuto in campo a fare tiri in porta quando ha effettuato una rovesciata

Tragedia questo pomeriggio verso le 18,15 nei campi da calcio della San Francesco di Quartu Sant'Elena (Ca). Un bambino di 10 anni, Luca Puxeddu, a fine allenamento, si è trattenuto in campo a fare tiri in porta quando ha effettuato una rovesciata. Nel cadere al suolo ha sbattuto violentemente la testa morendo sul colpo. A bordo campo il padre ha assistito alla tragedia. Immediato l'arrivo di un'ambulanza medicalizzata, ma il medico ha solo potuto constatare il decesso del bimbo, che a maggio avrebbe compiuto 11 anni.

Il pm Liliana Ledda ha disposto la restituzione della salma alla famiglia. Sul posto i carabinieri della compagnia di Quartu per i rilievi di legge.

Commenti

BiBi39

Mer, 16/03/2016 - 00:37

Claudio Torre, srticolo decisamente incompleto! Il ragazzino giocava sull'asfalto? Un campo fi calcio e' fatto d'erba, dove ha battuto la testa?

ORCHIDEABLU

Mer, 16/03/2016 - 10:17

CHE TRAGEDIA.POVERA FAMIGLIA.