Ladri sparano ai militari. Ferito un carabiniere: ora è caccia alla banda

Il militare fortunatamente è stato colpito solo di striscio e se la caverà con pochi giorni di prognosi

Inseguimento da film a Cassano, un piccolo Comune in provincia di Cosenza dove, ieri notte, un gruppo di ladri ha aperto il fuoco contro i militari che davano loro la caccia dopo un tentato furto in una villa. Ferendo un carabiniere.

A darne notizia è il quotidiano regionale La Gazzetta del Sud. Il fatto è accaduto intorno alla mezzanotte quando i carabinieri, dopo una segnalazione, si sono recati nei pressi di una villa, si presume disabitata, dove sostava un'auto sospetta. Si trattava di una Renault Twingo con una targa che ha insospettito i militari attirati da voci provenienti dalla villa.

Dall'edificio sono usciti tre uomini col volto coperto da passamontagna. Ad attenderli, i tre carabinieri che hanno intimato l'alt ai malviventi. Due di loro si sono fermati, il terzo ha impugnato la pistola e ha aperto il fuoco contro i militari, colpendone uno caduto a terra. A quel punto, come si legge sempre sulla Gazzetta, è iniziato un conflitto a fuoco con l'inseguimento verso un bosco vicino. Sul posto sono arrivati altri dieci militari, giunti da Cassano e dalla stazione di Trebisacce. Con loro anche unità del battaglione carabinieri “Calabria” di Vibo Valentia. Le ricerche dei malviventi sono proseguite fino alle tre di questa mattina. Sul posto sono giunti i sanitari del 118 per soccorrere il militare ferito. Il carabiniere, in servizio presso la stazione di Villapiana è rimasto ferito alla testa, fortunatamente di striscio e, probabilmente, da un’arma a pallini. Dopo averlo medicato, l’uomo è stato accompagnato al vicino ospedale di Policoro dove è rimasto in osservazione. Se la caverà, fortunatamente con una prognosi di pochi giorni. Dalle prime indagini è emerso che la renault utilizzata dai malviventi era stata rubata qualche giorno fa e che la targa appartiene a un autocarro. Sono in corso ancora le ricerche per trovare i tre uomini in fuga.