Calabria, poliziotto salva due giovani in mare

L'uomo, che è anche un giocatore di pallanuoto, era in vacanza con la famiglia in Calabria

È accaduto in Calabria, a Isola di Capo Rizzuto, un Comune in provincia di Crotone. Due ragazzi si sono tuffati e hanno rischiato di annegare a causa del mare mosso. Non riuscivano più a tornare a riva. A soccorrerli un ispettore di polizia residente a Firenze in vacanza con la famiglia nella località balneare calabrese. È accaduto a largo della spiaggia "Le Castella". Inizialmente si pensava ci fosse solo un ragazzo in difficoltà che il poliziotto, giocatore di pallanuoto, ha portato subito a riva. Poi si è buttato nuovamente tra le onde alte con un salvagente per salvare il secondo ragazzo. Paolo Delle Donne, questo il nome dell'agente di polizia, non ci ha pensato due volte a buttarsi a salvare i due ragazzi in difficoltà. Una spensierata giornata di mare avrebbe potuto avere, infatti, un tragico epilogo.

Il salvataggio non è stato facile. A mettere in difficoltà tutti e tre anche il forte vento che soffiava sul mare. Delle Donne ha dovuto più volte aiutare uno dei due giovani, ormai stremato, a tirare la testa fuori dall'acqua.

Un fatto simile è accaduto pochi giorni fa a Peschici, in provincia di Foggia. Due turisti svedesi, padre e figlio, si sono tuffati in mare nonostante le onde alte tre metri. A salvarli in quel caso il bagnino di uno stabilimento balneare vicino che ha sentito le urla dei due in difficoltà. Il giovane si è tuffato e ha portato in salvo gli stranieri su uno scoglio. Per recuperarli ci è voluto l'intervento di un elicottero della guardia costiera in volo lungo le coste garganiche per le attività di pattugliamento per conto dell’Agenzia europea Frontex.