Calci e pugni per una birra negata: arrestati due algerini

I fatti, avvenuti nel quartiere Nicolosi di Latina, risalgono al 20 luglio scorso: arrestati due dei quattro aggressori, sono nordafricani senza permesso di soggiorno.

La questura di Latina ha dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di due cittadini algerini, ritenuti responsabili di aver aggredito a calci e pugni un giovane di origini sudamericane la scorsa estate.

I due algerini, in concorso con altri due nordafricani al momento ancora ignoti, avvicinarono il 20 luglio scorso il giovane italiano di origini sudamericane. I magrebini cercarono con insisenza di farsi dare del denaro per comprare delle birre ma, al rifuto del ragazzo, risposero con un'aggressione a suon di calci e pugni.

La vittima riportò contusioni multiple e la rottura di due denti, nonchè segni di morsi sul dorso. L'aggressione fu talmente traumatizzante da costringere il giovane e la sua famiglia a trasferirsi in un'altra zona della città. Il ragazzo infatti temeva di poter incontrare nuovamente i suoi aggressori lungo il tragitto che lo avrebbe portato quotidianamente da casa a lavoro.

I due algerini, accusati di estorsione, lesioni e danneggiamento in concorso, sono destinatari di un provvedimento di espulsione dal territorio italiano.