Calo turismo, Briatore: "Il maltempo è una scusa. In Versilia ci sono solo pony"

Il patron del Twiga beach club non condivide la proposta di prolungare l'estate

La Versilia? "Se non cambia si va tutti a casa". Parola di Flavio Briatore, patron del Twiga beach club di Marina di Pietrasanta (Lucca), per il quale il forte calo del turismo registrato negli ultimi anni non è certo colpa del maltempo. "Mancano strutture, servizi, idee. Tutto è stato bloccato dal proibizionismo imperante, ci sono rimasti solo pony e macchinine, spiega l'imprenditore in una intervista, pubblicata oggi sulle pagine del Corriere Fiorentino. "In Versilia e in Italia non si può fare niente. E la vacanza è diventata un’esperienza monacale. Qui non si può costruire, qui servono permessi e contro permessi, la Versilia una volta era un rifugio, ma oggi tutto è diventato più flessibile e la gente va dove si spende meno e ci si diverte di più".

Commenti

puponzolo

Mer, 20/08/2014 - 15:49

Ha ragione. Il fatto che non si possa costruire niente blocca lo sviluppo. E, ahimè, bloccare lo sviluppo significa esporre l'ambiente a nuovi rischi, perché nel mondo i paesi che tutelano il verde e la natura sono quelli avanzati, non quelli poveri. Ad esempio, da noi in Sardegna non si può più costruire nemmeno la cuccia di un cane; se io comprassi cento ettari di terreno e volessi farmi una casa di quaranta metri quadri non potrei, a meno che io non sia agricoltore. Ma che legge è una legge che impone l'abbandono dei terreni? Noi non abbiamo una agricoltura sviluppata, si tratta di consorzi di piccoli coltivatori. Tempo fa in Sardegna abbiamo avuto un caso di malaria: ci viene detto che la zanzara responsabile aveva acquistato un biglietto in un traghetto ed era venuta dall'Africa. Difficile dimostrare che la zanzara non fosse nostrana, e tuttavia l'episodio può essere un monito per ciò che succede se leggi ottuse impediscono ogni tipo di simbiosi umana col territorio, certamente da attuarsi sempre con criterio, e non in maniera indiscriminata come un tempo. Intanto si sa, chi deve costruire se è potente riesce anche adesso: basta conoscere qualcuno nel consigli comunali e farsi sbloccare l'area che interessa, dichiarandola zona di altro tipo.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 20/08/2014 - 18:01

la gente va dove si spende meno e ci si diverte di più. Bravo geometra si vede che hai studiato , certe dichiarazioni non sono da tutti. Ce ne fossero dei geometri come te.

alfa553

Mer, 20/08/2014 - 23:12

Il paese degli ombrelloni e dello sfruttamento della sabbia in maniera indiscriminata.Il turista che viene in spagna ,gode di bei posti si porta il suo ombrello si mette dove vuole e nessuno gli rompe le balle con i vu compra e ho detto tutto,anzi si sappi che seppur italiano, non vengo in italia per ferie da 20 anni, e godo.

Ghiringhelli Mario

Gio, 21/08/2014 - 07:43

@marino.birocco: questo qui ha troppo sarcasmo per non evidenziare rabbia e invidia per un geometra che è diventato ricco solo per le sue capacità imprenditoriali, e questo ragazzino, tal marino, magari con laurea che ha appeso al cesso come carta igienica, presume di insegnare al geometra considerandolo minus, quando minus è solo il birocco/brocco

Patrick

Gio, 21/08/2014 - 08:32

Purtroppo c'ha ragione e grazie a Dio noi possimao scegliere come ben dice lui dove andare.

Mechwarrior

Gio, 21/08/2014 - 16:06

In italia non vale la pena fare imprese nuove. tra burocrazie, tasse e corruzione meglio aprire dove non cercano sempre di fregarti (stato italiota in primis)

libertyfighter2

Gio, 21/08/2014 - 16:41

Noo mica ha ragione. Tanti saluti da Jakarta, da una SPA con sauna, idromassaggio, vasche a 40 gradi, massaggi, internet free e dove SI PUO' PURE FUMARE dentro. Con 30 euro ho preso l'uso di tutte le facilities (vasche, sauna, buffet, costume, accappatoio, asciugamano e perfino il set da barba. Tutto compreso. In Versilia con 30 euro uno sputo in faccia FORSE lo prendevo.

gedeone@libero.it

Gio, 21/08/2014 - 16:56

Nulla di nuovo sotto il sole. Per gli Italiani l'erba del vicino è sempre più verde

niklaus

Ven, 22/08/2014 - 11:07

Da sempre in vacanza al Forte, ho cambiato per due ragioni: 1) il mare, che ormai dopo ogni temporale diventa una fogna maleodorante; 2) i russi, che, forniti di rotoloni di dollari, fanno un casino bestiale. Le idee di Briatore? Manco le voglio sentire. Solo dieci anni fa la Versilia era un paradiso, adesso e' l'anticamera di quello che diventerebbe un inferno se ci si impiantasse una movida di quelle che piacciono al Briatore.