Cambiano le scadenze per i pagamenti delle tariffe

Novità per gli utenti: i gestori modificano le scadenze per i pagamenti. Pagheremo di più: ecco perché

Cambia il calendario per i pagamenti delle tariffe sui cellulari. Il momento della transazione con cui scala il credito presente sulla Sim verrà spostato dalla fine del mese a ogni quattro settimane. Di fatto, questo cambio potrebbe comportare una tredicesima mensilità per tutti gli utenti della telefonia mobile. In questo modo ogni anno spenderemo circa l'8 per cento in più per le nostre chiamate, messaggi e navigazione su internet. Un "trucco" questo già presente per il gestore 3 che però ha sempre omesso di comunicare ai clienti le scadenze di pagamento ogni 4 settimane. Adesso anche Vodafone, Tim e Wind si adeguano alla nuova tendenza. Per Tim potrebbe arrivare una diffida da parte dell'Autorità per le garanzie delle telecomunicazioni: l'operatore, infatti, ha modificato il contratto con i propri clienti a loro insaputa. Già da un paio di mesi il colosso della telefonia sta inviando ai suoi abbonati il seguente sms: "Dal 2/8 costo Mms a 90 cent. Le opzioni si rinnovano ogni 4 settimane al costo attuale. Promo Domenica Gratis, info e recesso dal contratto senza penali al 409162”.

Gli altri operatori - Vodafone e Wind -, al contrario, applicano la clausola solo ai nuovi contratti. Attenzione quindi alle condizioni contrattuali. Se ssbagliate gestore, potreste pagare di più.