Camogli: muore in mare, travolta da un'imbarcazione di 10 metri

Quarantenne italiana muore mentre nuota a Camogli. Aperta un'inchiesta. Il proprietario della barca nega coinvolgimento

I soccorritori al lavoro a Camogli

Investita e uccisa da un motoscofa, vicino alla costa di Camogli. Una donna sui quarant'anni,  Vittoria Castellini, originaria di Sori, località del golfo Paradiso è stata travolta da un natante lungo dieci metri in Liguria, davanti agli occhi di diverse persone, che hanno segnalato la barca alla capitaneria.

Il proprietario del mezzo, al momento dell'incidente al timone, è già stata sentito dagli ufficiali marittimi. Finora ha negato ogni responsabilità. È stato iscritto nel registro degli indagati, con l'accusa di omicidio colposo, a cui potrebbe aggiungersi anche quella di omissione di soccorso.

Non è al momento chiaro se l'incidente sia avvenuto in un tratto di mare dove la barca poteva circolare - dunque a duecento metri dalla riva - o in un punto non navigabile. Inutile il tentativo della donna di segnalare la propria presenza in acqua.

Un incidente simile era avvenuto lo scorso anno, sempre ad agosto, tra le vicine Rapallo e Zoagli. A rimanere uccisa Rosella Sarno, 47enne travolta mentre nuotava. Inutili in quel caso i soccorsi prestati dall'imbarcazione.

Commenti
Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 04/08/2013 - 00:07

Non penso che i bagnanti si spingono a 200 metri dalla riva,si intuisce che lo stronzo infame con il motoscafo abbia navigato vicino la riva dove non poteva stare affatto,e non a più di 200 metri di distanza,peccato non gli faranno nulla,al massimo forse i domiciliari,visto che pure chi uccide con l'auto è libero o ai domiciliari...io gli darei 100 anni di carcere a questi bastardi