Camorra, blitz a Napoli:in manette anche il cantante neomelodico Tony Marciano

Ventidue arresti ai danni del clan Gionta. Manette per il cantante neomelodico che "finanziava un traffico di droga" e che in un brano se la prendeva con i pentiti

"Nun ciamm arrennere" è il titolo di una delle sue più celebri canzoni napoletane. Ma adesso, Ciro Marciano, in arte Tony Marciano, si è dovuto arrendere quando i carabinieri lo hanno ammanettato.

Il cantante neomelodico, molto noto in Campania, secondo una indagine dei carabinieri di Torre Annunziata metteva i capitali necessari per importare la droga dall’Olanda ed era abbastanza organico al clan Gionta.

Secondo gli inquirenti, Marciano investiva nell'affare denaro personale per poi spacciare sostanze stupefacenti tra le sue conoscenze.

Oltre a Marciano, sono state arrestate 21 esponenti del clan Gionta. Quando ha visto arrivare gli agenti e i giornalisti, Tony Marciano ha esordito così: "Se faccio un concerto neanche vengono tutte queste telecamere".

L’accusa è di traffico di stupefacenti aggravato dal metodo mafioso e, secondo le indagini, sembra fosse tra i finanziatori e gli organizzatori del giro di spaccio. Spaccio che puntava anche sull’amnesia: tipo di droga molto diffusa tra i giovani; un mix di marijuana di pessima qualità e altre sostanze psicotrope dagli effetti ritenuti molto pericolosi e che determina l’amnesia.

In una delle sue ultime canzoni Nun ciamm arrennere (Non ci dobbiamo arrendere, ndr), Tony Marciano se la prendeva con i pentiti. Quegli stessi pentiti anche grazie ai quali è scattato il suo arresto. Nel brano Tony Marciano sottolinea che i pentiti "hanno perso l’omertà" e che "hanno fatto cadere un impero".

Commenti

megliosolo

Mer, 04/07/2012 - 12:55

" E' molto conosciuta a Napoli".Dovevi scrivere:Questa feccia neomelodico è molto conosciuta nei meandri delle fogne della provincia di Napoli e devono ringraziare le leggi compiacente e le vari lobby se una volta presi non li buttano nell'inceneritore.

megliosolo

Mer, 04/07/2012 - 13:06

Questa lota se non faceva il cantastorie dei camorristi non era buono neppure a guadagnarsi un tozzo di pane raffermo ,e voi del Giornale quanto onore date a questa gentaglia,saremmo piu interessati a sapere quando è che li buttano in discarica.

antoniovivaldi

Mer, 04/07/2012 - 16:33

Mò cant cà te pass.... e quand' passan vint'ann!!!

gardadue

Mer, 04/07/2012 - 23:13

Camorra, blitz a Napoli: in manette anche il cantante neomelodico Tony Marciano. Furbo questo chissà quanti soldi di pizzo ha tenuto a mano. E poi dopo una notte in caserma ai prossimi concerti potrà chiedere un compenso molto ma molto più alto