Vittima di un incidente domestico, viene salvata dal suo cane

Chiusa in casa per giorni. I vicini hanno ascoltato i latrati del suo amico a quattro zampe

È proprio vero che il miglior amico dell'uomo è il cane. E che magari un cane può salvarti la vita.

È accaduto a Campi Salentina, in provincia di Brindisi, ad una donna di 62 anni vittima di un incidente domestico. Si tratta di un'ex dipendente comunale caduta e salvata dai latrati della sua cagnolina.

La donna, a causa di diverse contusioni, non riusciva più a muoversi e non era in grado di contattare nessuno, di avvicinarsi al telefono o chiedere aiuto ai vicini.
Da lunedì è rimasta a terra, priva di forze, senza potersi muovere per due giorni. I vicini, non vedendola uscire di casa e non avendo notizie di lei, si sono insospettiti. Non rispondeva né al telefono né al citofono di casa. Ad aumentare i sospetti, ci ha pensato la cagnolina che per giorni non ha mai smesso di abbaiare, cercando di attirare l'attenzione dei vicini. Così, prestando maggiore ascolto, proprio i vicini hanno anche iniziato a sentire le flebili grida della sfortunata donna. Ed è scattato così subito l'allarme.

Nel loro palazzo è arrivata una pattuglia della polizia municipale, una pattuglia dei carabinieri ed un'ambulanza del 118.

Constatata l'impossibilità di forzare la porta d'ingresso, è stato chiesto l'intervento dei vigili del fuoco. I soccorritori, con l'ausilio di una scala, hanno scavalcato il muro che dava nel giardino della casa e sono riusciti così a raggiungere la donna, che giaceva a terra in condizioni preoccupanti.

Dopo i primi soccorsi sul posto, la donna è stata trasportata all'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce. Non è in pericolo di vita.

Quella vita che deve alla sua cagnolina la quale, come tutti i fedeli amici a quattro zampe, non chiederà nulla in cambio..