Candidato Pd denunciato dai parenti della moglie defunta

Nominato prossimo segretario regionale pugliese, prima dovrà risolvere le beghe legali sorte dopo la morte di tumore della moglie

Marco Lacarra, prossimo segretario regionale del Partito democratico in Puglia è stato denunciato, insieme a due medici, dalla famiglia della moglie defunta. Stando alle accuse dei parenti della donna, la moglie di Lacarra, malata di tumore, non avrebbe ricevuto in vita le cure necessarie per la guarigione.
Pertanto il prescelto alla guida del Partito democratico pugliese, in base alla denuncia, potrebbe essere accusato dalla Procura di Bari di omicidio colposo. "Questa notizia mi colpisce più degli insulti – dichiara Lacarra in un’intervista ad un quotidiano locale aggiungendo – l’iniziativa è stata presa da parte di alcuni parenti che persino mia moglie allontanò".
I due medici, invece, avevano in cura la signora Lacarra e sono stati denunciati per presunte responsabilità. Grazia Errede, il pm che si sta occupando del caso, ha disposto l’acquisizione dei documenti utili per confermare o meno la denuncia.
Una dolorosa vicenda famigliare che ha avuto anche un’eco sui social network rischia di pesare sul rappresentante del Pd che rivendica il diritto al dolore privato.
Le indagini sulla vicenda, da parte della magistratura, sono ancora in corso e gli inquirenti mantengono il massimo riserbo.