Canosa, rumeno cerca di sfondare la porta di casa dell'ex con l'ascia

L'uomo, un 47enne, è stato arrestato con le accuse di stalking e di porto abusivo d'armi

Ha cercato di sfondare la porta di casa della sua ex compagna con un'ascia. Per questo un cittadino rumeno di 47 anni, da tempo residente a Canosa di Puglia, un Comune della provincia Bat, è stato arrestato per stalking e porto abusivo di armi dai carabinieri di Barletta. L'uomo è stato bloccato dai militari dopo le minacce di morte nei confronti della sua ex convivente e dell'attuale compagno di quest'ultima. Minacce e insulti che sono iniziati dalla fine della relazione, avvenuta alcuni anni fa.

L'uomo nel tempo ha assunto comportamenti sempre più violenti che la ex compagna, tuttavia, non aveva mai denunciato. Ieri sera, dopo aver assunto sostanze alcooliche, il 47enne si è presentato sotto casa della donna con un'ascia e un coltello. Al rifiuto di lei di ascoltarlo, ha tentato di sfondare la porta di casa con l'ascia. I carabinieri sono intervenuti subito e hanno bloccato il 47enne che, alla vista dei militari, ha tentato la fuga. L'uomo è stato poi porato presso la Casa Circondariale di Trani, in attesa di giudizio.

Commenti

maricap

Gio, 09/08/2018 - 22:23

Questo è il motivo per il quale, una pistola in casa bisognerebbe sempre tenerla. Ma poi dicono i comunisti, che sarebbe il Far West. Poveri mentecatti, prodotto di quella donna sempre incinta. Ahahah