Capotreno aggredito con machete: latinos condannati fino a 16 anni

Si è chiuso con tre condanne a pene fino ai 16 anni di reclusione e tre assoluzioni il processo a carico di sei giovani sudamericani accusati di avere aggredito un ferroviere a Milano l’11 giugno scorso con un machete

Si è chiuso con tre condanne a pene fino ai 16 anni di reclusione e tre assoluzioni il processo a carico di sei giovani sudamericani accusati di avere aggredito un ferroviere a Milano l’11 giugno scorso con un machete. La sentenza è stata pronunciata dal gup Alfonsa Ferraro al termine del giudizio col rito abbreviato. Il giudice ha inoltre disposto un risarcimento a titolo provvisionale di 50mila euro a favore di Carlo Di Napoli, il ferroviere che venne colpito dal machete all’altezza della stazione di Villapizzone, alla periferia di Milano, e ha rischiato di perdere un braccio.

Di Napoli, assistito come parte civile dal legale Luca Ponzoni e presente anche oggi in aula, rischiò di perdere un braccio. Quel giorno, tra l'altro, venne aggredito anche un altro ferroviere che era con Di Napoli, Riccardo Magagnin, anche lui parte civile con il legale Matteo Calori. Parte civile, davanti al gup di Milano Alfonsa Ferraro, anche Trenord con l'avvocato Massimo Pellicciotta.

Commenti

paolo b

Lun, 08/02/2016 - 12:03

e tra 16 anni rispedirli nel paese d'origine, e domani cacciare anche tutti i loro parenti e amici e se sono italiani revocare loro la cittadinanza cosi forse questa immondizia prima di commettere qualche reato forse ci penserà un po' di più

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 08/02/2016 - 12:08

Ottimo, da confermare però in appello e cassazione, eventualmente. E da scontrarsi tutti fino all'ultimo secondo.

pagu

Lun, 08/02/2016 - 12:11

tranquilli, tra un anno forse meno siete fuori, potete anche fare causa perché la cella risulterà troppo piccola, poi non vorrete tenere dentro delle risorse che ci dovranno pagare la pensione, sboldrina dove sei?? non vorrai farli finire in galera, si stavano integrando.. dai sò ragazzi..

franco-a-trier-D

Lun, 08/02/2016 - 12:39

ma si stavano integrando, mettete giudici PD vedete che se la cavano a buon prezzo..

Giuseppe Borroni

Lun, 08/02/2016 - 12:49

delinquenti simili dovrebbero essere paracadutati nel mezzo della foresta amazzonica, senza scarpe ne' vestiti.......ci costerebbe molto meno che mantenerli in una galera

fft

Lun, 08/02/2016 - 14:02

Giuseppe Borroni, lei vuole negare il diritto ad aver giustizia della vittima?

primair

Lun, 08/02/2016 - 14:38

ritiro del passaporto ITALIANO ED ESPULSIONE!! NESSUNO NE PARLA !! SONO ANCHE LORO RISORSE??

routier

Lun, 08/02/2016 - 17:18

I sedici anni di galera sono virtuali. Non illudiamoci, tra Appello, Cassazione, sconti di pena, buona condotta, residuo di pena ai domiciliari, e pene alternative, saranno liberi in men che non si dica. Lo "ius" dei padri latini è solo un lontano ricordo.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 09/02/2016 - 09:13

Qunado li rimettono in libertà?