Cappuccino e brioche: conto da 14 euro

È successo a un italiano in Austria. Peccato che a soli 200 metri di distanza poi abbia cenato con soli 10 euro in più. In Italia...

Confine che passi, conto che paghi. Ne sa qualcosa Alessandro Fantelli, turista della val di Sole che ha osato varcare il confine austriaco per fare colazione. Come riporta il Trentino, l'uomo ha fatto preso due cappuccini e due croissant alla cioccolata e ha dovuto pagare 14 euro. "Siamo rimasti con gli occhi sbarrati quando al Rosenberger ci hanno chiesto 14,40 euro per una normalissima colazione. Un’enormità: ci siamo sentiti come i polli italiani da spennare", ha dichiarato Alessandro sul sito del Trentino.

Oltre il danno, la beffa. Perché a soli duecento metri di distanza, in Italia, ha pagato soltanto 10 euro in più per cenare. "Ci siamo recati all’imbiss Da Rosemarie e Peter, stavolta in Italia, e abbiamo preso un menù di piatti tipici. Crauti, birre medie, patate, salsicce e canederli per 24 euro totali, con tanto di caffè offerto".

Commenti
Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Lun, 09/02/2015 - 14:46

In genere gli Italiani sono esterofili!Per il mio lavoro ho viaggiato parecchio in Europa e mi sono accorto a mie spese di quanto siano più cari certi servizi,sopratutto la ristorazione, fuori dall'Italia. Di conseguenza per parare il colpo all'estero cercavo sempre locali a conduzione italiana,fossero bar o ristoranti. In genere,oltre ai piatti nostri tipici o locali rivisitati all'italiana,il trattamento era sempre di ottimo livello,sopratutto con i prezzi.

MarcoE

Lun, 09/02/2015 - 14:47

Ma come si fa a bere il cd. 'cappuccino' ... Eppoi con il croissant congelato. E pagano pure 14 euro. Poverini!

TheSchef

Lun, 09/02/2015 - 19:54

un genio, va a bere il cappuccino in Austria!!! solo in Italia il caffè costa 0,90€