“Carabiniere spara”: la canzone controcorrente indigesta ai buonisti

Il singolo di Matteo Greco in difesa del diritto delle forze dell'ordine di sparare per fare il loro lavoro è stata sommersa dagli insulti della sinistra

“Mi sento un cantautore controcorrente. So bene che questo non mi renderà famoso. Ma non importa”. Matteo Greco non ne è preoccupato. La sua canzone “Carabiniere spara” ha provocato reazioni stizzite nella maggioranza degli ascoltatori. “Perbenisti”, li chiama lui. Ma se ne farà una ragione: sa bene che il successo è più facile con un testo buonista, piuttosto che di buonsenso. L’ultimo singolo del cantautore di Falconara Marittima è diventato famoso, suo malgrado, per la quantità di insulti ricevuti. Il motivo è tutto - o quasi - nel titolo: “Carabiniere spara”. Spara ai ladri che rendono impossibile la vita nelle città. Spara (metaforicamente) al governo che non fa nulla per cambiare le cose. E così è stato messo all’indice dalle varie sinistre, culturali e non. Gli hanno dato del razzista, istigatore d’odio e c’è anche chi ha avanzato denuncia alla procura della Repubblica per apologia di reato. La canzone, la cui musica può piacere o meno, lancia un messaggio semplice su sicurezza e immigrazione. “La cittadinanza non si può regalare - afferma Greco - bisogna conquistarsela. Per ridurre la criminalità è necessario gestire l’immigrazione con maggiore intelligenza”. Concetto reso chiaro sin dalla prima strofa: “Spiegami cosa ci fa un uomo con machete in mano, nessuno che lo può fermare, nessuno che gli può sparare”.

Da cosa nasce questa canzone?
“Da due casi di cronaca. Quello di Milano, quando Kabobo ha creato il panico con il suo machete. E la vicenda molto simile di Jesi, dove un ragazzo sfondò la vetrina di un negozio, prese due machete e si mise a camminare per tutto il centro storico. Venne fermato da un carabiniere - quello della canzone - che aveva la pistola in mano, ma non sparò”. (guarda qui il video)

A lui rivolgi un complimento: “Tanto onore a te”. Perché allora il titolo della canzone sembra biasimare la scelta di non aver aperto il fuoco?
“Bisogna partire dal principio. Una cosa simile non dovrebbe succedere: il poliziotto non dovrebbe essere messo nelle condizioni di usare le armi. Questo è (sarebbe) il ruolo dello Stato, che però non sta assolvendo al suo compito”.

Ma quel carabiniere avrebbe dovuto sparare, sì o no?

“Cristianamente dico che una vita risparmiata è sempre una vittoria. Il gesto che io richiamo nella canzone, “Carabiniere spara”, più che una richiesta è un avvertimento. Se non verranno trovate delle soluzioni, se i cittadini continueranno a sentirsi insicuri, saranno costretti a farsi giustizia da soli. Il mio grido è un allarme: bisogna permettere alle forze dell’ordine di fare il loro mestiere”.

Le forze dell’ordine si sentono frustrate dall’impossibilità di garantire la sicurezza dei cittadini.
“Sono anni che sento poliziotti e carabinieri lamentarsi di essere in trincea con mezzi insufficienti. Agenti che perdono un’intera giornata a identificare un malvivente, che rischiano la vita per arrestarlo e poi lo vedono il giorno dopo fuori di prigione. Inutile lamentarsi poi delle città insicure”.

Te la prendi anche con il governo “che non dice niente”.
“Il Governo è colpevole di non aver messo al primo posto la sicurezza e la tutela della vita dei cittadini. Sembra essere distante dalla vita reale, è percepito assente”.

Perché i “buonisti”, come li chiami tu, ti hanno criticato così tanto?
“La gente non ragiona. Preferisce stare con gli occhi bendati e coccolarsi nei bei pensieri buonisti. Bisogna invece essere razionali. Parlare di difesa significa focalizzarsi sulla vita di una persona. Pensiamo agli anziani, che hanno pagato anni di tasse per ritrovarsi obbligati a stare chiusi in casa perché se escono rischiano di essere rapinati o aggrediti. E’ questa l’Italia per cui hanno lavorato? A me questo Paese non va più bene. E l’ho cantato”.

Nel testo dici di “rivolere la mia Italia, una città libera”.
“Il nostro è un Paese non più libero di essere vissuto. La mia Italia, invece, è quella in cui i ragazzini sono di nuovo padroni delle loro piazze e i nonni delle loro panchine".

Qualcuno ti avrà spiegato però che non è il tipo di canzone con cui si diventa famosi.
“Lo so benissimo. Ma io scrivo quello che penso. So di andare controcorrente, ma sono anche fiero di essere riuscito a coinvolgere le forze dell’ordine. Ho ricevuto tantissimi messaggi di apprezzamento da agenti, poliziotti o soldati. Una volta l’ho anche fatta ascoltare in piazza ad alcuni carabinieri”.

E come hanno reagito?
“Con un semplice ‘grazie’. Che vale più di mille parole. E pensare che tra i passanti che mi hanno sentito suonare e che si sono fermati, c’erano soprattutto stranieri. Questo sa cosa vuol dire?”

Mi dica.
“Che nel loro Paese sono abituati a far rispettare le regole. Solo in Italia vale il contrario”.

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 13/11/2015 - 11:17

bravo Matteo Greco, gliele hai cantatate e suonate.

Mizar00

Ven, 13/11/2015 - 11:19

Bravo, dimostra coraggio.

fer 44

Ven, 13/11/2015 - 11:40

Si può anche"sparare"senza uccidere! Un Carabiniere dovrebbe essere addestrato all'uso delle armi! Un colpo ala spalla che impugna il machete ed uno alla rotula! Per un paio d'anni il "delinquente" è "fuori servizio" !!!!

Ettore41

Ven, 13/11/2015 - 12:43

@FER44... Non sono d;accordo. Se lo ferisce soltanto ci sara' un magistrate che condannera' il Carabiniere al risarcimento danni fisici e psicologici.

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 13/11/2015 - 13:53

SIGNIFICA MEGLIO UN BRUTTO PROCESSO CHE UN BEL FUNERALE. BRAVISSIMO

morama_04

Ven, 13/11/2015 - 14:15

Bravo,ragazzo!

lamwolf

Ven, 13/11/2015 - 15:34

Cantiamola tutti rivogliamo la nostra Italia. Solo i buonisti dei comunisti e di questo Governo incompetente e inconcludente che verranno cacciati alle prossime politiche restano imbambolati mentre la nazione è preda della criminalità. Bravo la imparerò a memoria.

Fjr

Ven, 13/11/2015 - 15:51

Questo dovrebbe diventare l'inno di tutti gli italiani onesti , che vogliono riprendersi la loro vita, mi dispiace per Matteo ma purtroppo dovra' beccarsi i soliti epiteti, dal populista allo sfascista e via discorrendo , ma è' comunque un segnale importante che va' dato soprattutto a tutti quegli italiani che pensano, visto che il mio orticello va bene chi se ne frega degli altri

Libertà75

Ven, 13/11/2015 - 16:14

Un artista in pace con la sua coscienza

Ritratto di MetalMusic666

MetalMusic666

Ven, 13/11/2015 - 16:37

Bellissima canzone

Ritratto di Tuula

Tuula

Ven, 13/11/2015 - 17:04

Forza Matteo Greco

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 13/11/2015 - 18:09

La peggiore criminalità è la criminalità organizzata ...... in partiti politici. Non lo dico io, ma lo dimostrano le cronache giudiziarie di tutti i giorni. Certo non mi auguro che i carabinieri sparino a questi indecenti personaggi sedicenti rappresentanti degli italiani, ma spero che un giorno li si possa accompagnare all'aeroporto con le loro famiglie, che han finto di non sapere, a calci nel k___, con un biglietto di sola andata... e che non tornino mai più.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Ven, 13/11/2015 - 18:10

Ora qualche pirletto piccirillo (scoria del PCI) scriverà una canzone Carabiniere non sparare, dimostrando così la proverbiale superiorità morale ed intellettuale.

Cabins

Ven, 13/11/2015 - 18:29

GRANDIOSA

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 13/11/2015 - 18:49

Grande canzone!

moshe

Ven, 13/11/2015 - 20:35

Non è una novità, i sudici di sinistra, tengono più ai delinquenti che ai carabinieri!

rossini

Ven, 13/11/2015 - 20:51

Mi associo. Bravo al cantautore! E' ora di fare piazza pulita di questa feccia che ci sta invadendo. Se non lo fanno i Carabinieri, lo faremo noi.

Linucs

Ven, 13/11/2015 - 21:04

Bravo. Ma ora che arriva il carabiniere il negro di turno ti ha già ammazzato trentasette volte. Forse a sparare dovrebbero essere altri.

Ritratto di romy

romy

Sab, 14/11/2015 - 00:16

......Caro Governo, rivoglio il mio paese rivoglio la mia Italia, una città libera E non mi importa delle tue ragioni le tue risposte nelle trasmissioni no non mi importa del tuo bel Senato no non mi importa del tuo Pil di mxxxa Carabiniere spara, fagli capire che non c'è più tempo carabiniere spara, carabiniere spara... Carabiniere spara, mentre il governo discute di niente carabiniere spara, mentre siam fermi tutti a guardare....

yulbrynner

Sab, 14/11/2015 - 00:19

cosa non si fa x notorieta' un modo come un altro x fare un po' di dane'

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 14/11/2015 - 01:21

Condivido pienamente il testo della canzone e il coraggio di Matteo Greco di andare contro corrente. CONTRO QUELL'ORRENDO CULTURAME ROSSO CHE SOFFOCA IL NOSTRO PAESE. Vai Matteo Greco spara la tua arte contro L'ABOMINEVOLE CONFORMISMO AMEBOIDE dei sinistri e dei loro leccapiedi.

mariolino50

Sab, 14/11/2015 - 09:07

I carabinieri possono sparare, leggete art 53 cod. penale su uso legittimo delle armi, vale solo per loro, noi non possiamo, alla faccia della legge uguale per tutti. Non è nemmeno vero che vengono mandati via o arrestati, nemmeno quello che ha sparato attraverso l'autostrada è finito dentro, oppure quelli che con le mani hanno ucciso varie persone, solo omicidio colposo e nulla più, almeno cacciateli se non sanno fare il proprio mestiere.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 14/11/2015 - 09:22

ALTRO KE SPARARE BISOGNEREBBE COMINCIARE A USARE LA BOMBA H CON L'ISIS

Silvio B Parodi

Gio, 31/12/2015 - 20:05

E' meglio che un carabiniere spari, che un cittadino sia costretto a farlo per difendersi, ma come ci si difende da un governo inbelle e da una magistratura ignobile??? forse e spero un giorno saremo tutti obbligati a sparare, poliziotti carabinieri e cittadini, allora sara' troppo tardi per I sinistri.