La carbonara è stata inventata dagli americani?

Forse furono i soldati Usa a miscelare uova e pancetta per condire la pasta

Da non crederci: uno dei piatti simbolo dell'Italia - e di Roma - non è altro che una scopiazzatura (decisamente ben riuscita) di una ricetta che preparavano i soldati americani durante la Seconda guerra mondiale. 

Stiamo parlando degli spaghetti alla carbonara, orgoglio culinario del Lazio, ma che secondo l'archeologo e storico della Cucina, Emilio Dente Ferracci, citato dal Messaggero, non appare in nessun ricettario prima degli anni '40. E che - guarda caso - sono preparati con due degli ingredienti principali che si trovavano nella "Razione K" distribuita ai soldati statunitensi: uova in polvere e bacon, poi sostituiti con uova fresche e guanciale.

Commenti

Tino Gianbattis...

Lun, 21/07/2014 - 20:51

Per la verità nasce a tre mani la pasta italiana il bacon inglese, e le uova liofilizzate americane il mix nasce nel teatro di guerra dell'inizio della campagna d'italia invasione degli alleati nel 1942 mettendo insieme gli ingredienti di ognuno.

Tino Gianbattis...

Lun, 21/07/2014 - 20:51

Per la verità nasce a tre mani la pasta italiana il bacon inglese, e le uova liofilizzate americane il mix nasce nel teatro di guerra dell'inizio della campagna d'italia invasione degli alleati nel 1942 mettendo insieme gli ingredienti di ognuno.

46gianni

Lun, 21/07/2014 - 20:59

fregnaccia di lunedi 21 luglio 2014

michele lascaro

Mar, 22/07/2014 - 10:59

La tradizione dice che fu creata, estemporaneamente, quando gli Alleati giunsero a Roma. Il cuoco, presso il cui ristorante si recarono i soldati, non avendo quasi nulla in dispensa, "inventò" questo piatto, rielaborando una vecchia preparazione con solo formaggio pecorino e pepe, usata dai carbonai, aggiungendo l'uovo, che non deve cuocersi (a frittata) ma restare liquido, e che serve soprattutto per mantecare il piatto. In origine furono usati solo i rigatoni. Mi affido ai romani autentici per correzioni.

Raoul Pontalti

Mar, 22/07/2014 - 13:12

Quoto michele lascaro, probabile la sua versione che presuppone comunque una tradizione locale. Altra versione sposta a Napoli nel 44 l'origine dell'attuale carbonara con l'utilizzo iniziale di bacon fornito dai militari USA. L'ipotesi invece di invenzione "americana" non regge. Suadenti ma non provate le ipotesi umbre (carbinai) e di rivisitazione di un piatto di Ippolito Cavalcanti creato nell'800. Altra versione vuole la nascita dell'attuale carbonara a Riccione nel tardo 1944 ad opera di Renato Gualandi che utilizzò bacon, crema di latte, formaggio fuso, polvere di rosso d’uovo e una spolverata di pepe fresco macinato, ingredienti messi a disposizione dagli alleati (Britannici e Yankees). In ogni caso anche le versioni che introducono ingredienti della cucina anglosassone (su tutti il bacon) concordano nell'attribuire ai cuochi italiani e non stranieri la creazione della carbonara.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 22/07/2014 - 17:07

Fuori dal concorso gastronomico sono i germanici, perché sugli spaghetti ci mettevano la marmellata, mi diceva la mia mamma. Forse anche per questo che alla fine hanno perso la guerra. Comunque per loro fortuna sono arrivati in soccorso gli italiani, santi e navigatori, ad insegnargli l'arte della pastasciutta.

michele lascaro

Mar, 22/07/2014 - 18:20

Caro Pontalti, lei non è del Centro, e io sono del Sud, ma amiamo la carbonara (avevo dimenticato di aggiungere agli ingredienti il guanciale- non la pancetta- me ne sono accorto al momento di inviare il commento). Quello che non si deve assolutamente aggiungere è la crema di latte e,soprattutto, la panna. Che orrore su youtube la ricetta di un rinomato chef con questi ultimi ingredienti! Buon appetito a tutti.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 23/07/2014 - 11:49

Tobe diceva kazzate tua mamma, l'hanno persa perche siete dei traditori.Si e a darvi del lavoro e l'arte di rubare senza lavorare.