Il cardinale nigeriano: "Abituarsi agli italiani neri"

Il cardinale nigeriano Onaiyekan, nel commentare i fatti di Macerata, ha chiesto agli italiani di abituarsi ai cittadini neri. Ecco le parole del porporato

Il cardinale nigeriano John Onaiyekan ne è sicuro: i cittadini italiani di colore saranno sempre di più. In un'intervista rilasciata a Tg2000 durante lo scorso fine settimana, l'arcivescovo di Abuja ha detto che: "l'Italia deve continuare a essere un paese libero dove tutti possono circolare senza paura, senza differenze per il colore della pelle. Avremo sempre piu' italiani neri. L'Italia deve cominciare ad abituarsi a questo". Il commento di Onaieyekan è arrivato in riferimento ai fatti di Macerata.

"Quanto è accaduto a Macerata - ha sottolineato il porporato africano - non è una buona cosa per l'Italia. E' un episodio isolato, speriamo che rimanga tale. Certamente ciò che è accaduto non deve ripetersi", ha ribadito nel commentare l'ormai noto episodio degli spari di Luca Traini contro i migranti.

"L’Inghilterra – ha dichiarato il membro della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti – è giù abituata ad avere britannici neri che ricoprono ruoli anche al vertice della società. Gli Stati Uniti d’America sono diventati un grande Paese perchè hanno saputo accogliere gente da ogni parte del mondo".
E ancora:"La situazione dei migranti è un problema drammatico in Italia e in tutta l’Europa. Si deve cercare di trovare un modo per accogliere queste persone e non vedere tutti come gente pericolosa o nemici. Gli stranieri devono essere nostri amici e fratelli. Qui in Italia - ha chiosato il cardinale - abbiamo nigeriani che non fanno lavori dignitosi, come le prostitute per la strada, ma ci sono anche nigeriani che fanno il loro business, pagano le tasse e contribuiscono al benessere dell’Italia mentre migliorano la propria vita", ha concluso.

John Onaiyekan è stato elevato a cardinale il 24 novembre del 2012 da Benedetto XVI ed è l'ex presidente della Conferenza episcopale nigeriana. Nel novembre del 2016 aveva chiesto al governo della sua nazione un maggiore impegno per trattenere i connazionali nigeriani: "Il traffico di esseri umani – aveva dichiarato il porporato durante una Conferenza sulla tratta degli esseri umani – è destinato ad aumentare il numero di persone frustrate che non possono sbarcare il lunario. Lo sapete, il tempo di finire gli studi all’università e iniziate a vagare per le strade per tre, quattro, cinque e sei anni, senza lavoro, e si arriva a 30 o 31 anni senza futuro, ed è molto difficile starsene tranquilli". In questi giorni, poi, il monito agli italiani: abituarsi alle differenze.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 13/02/2018 - 10:55

sa eravamo abituati al vecchio detto: ognuno a casa sua. E tutti stavano bene. Ora qualche malessere c'è, con tutti gli atti negativi che si ripetono. Perchè andare ad aumentarlo questo malessere?

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 13/02/2018 - 11:01

Trasferiamoci in massa in Africa, ormai libera da delinquenti, e diventeremo africani bianchi.

ginobernard

Mar, 13/02/2018 - 11:01

molto probabilmente ha ragione. Ma c'è modo e modo. L'Italia è in uno stato di profonda crisi economica e sociale ed i conti non tornano più. La immigrazione è un costo secco. Negli alberghi ci devono stare i turisti che pagano non gente che viene pagata per riempirli.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mar, 13/02/2018 - 11:02

cardinale, i neri non possono essere italiani.

fabrizio71

Mar, 13/02/2018 - 11:03

Dovremo abituarci alle differenze e quindi anche ai rituali tribali vero? Siete la rovina di questo paese...

Libertà75

Mar, 13/02/2018 - 11:18

un conto sono gli italiani di pelle scura, un altro conto è dare diritti ai non italiani (di qualsiasi colore abbiano la pelle), diritti che agli italiani invece vengono negati. Nel primo caso si parla di solidarietà e fratellanza, nel secondo caso (caro alla sinistra) si parla di razzismo e classismo

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 13/02/2018 - 11:20

perché è diventato un dovere???

poli

Mar, 13/02/2018 - 11:26

eminenza la gente non si abituera facilmente al ITALIANO nero.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/02/2018 - 11:35

Glielo hanno detto, all'uomo di Dio, del depezzamento di Pamela?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 13/02/2018 - 11:49

A parte il fatto che un cittadino africano di nascita,anche con cittadinanza italiana,sempre africano rimane, perché le origini non si possono cancellare con un colpo di spugna (e questo vale anche per noi) al massimo ci potremmo abituare a quel 5% di immigrati regolari,che realmente hanno diritto d'asilo,che lavorano,pagano le tasse,non compiono reati di nessun tipo e rispettano le nostre leggi e i nostri costumi. Tutti gli altri,falsi profughi,delinquenti,spacciatori,stupratori e nullafacenti che non hanno diritto a nulla,non saranno MAI italiani e saranno sempre nxxxi abusivi che vanno rispediti al mittente. Passo e chiudo.

Trinky

Mar, 13/02/2018 - 12:00

Lui che cittadinanza ha? Così, tanto per sapere.... Diciamo che la vogliamo anche noi la sua cittadinanza vaticana?

scarface

Mar, 13/02/2018 - 12:00

Caro prete evidentemente il VOSTRO PROBLEMA sono essenzialmente le PROSTITUTE NIGERIANE, purtroppo il NOSTRO PROBLEMA sono i MACELLAI NIGERIANI. Svegliati.

buri

Mar, 13/02/2018 - 12:06

Sua Eminenza invece di farci la predica sugli italiani neri dovrebbe pensare a civilizzare i suoi compatrioti, non si tratta di essere bianco o nero, ma di non andare in casa degli altri per delinquere cosa che sembra essere una specialità nigeriana

angelovf

Mar, 13/02/2018 - 12:07

Già c’è stato un grande errore fare entrare i selvaggi nella chiesa e a farti cardinale. Non ci abitueremo mai alla cultura che non è nostra, siamo italiani ma di mentalità polacca sul Islam.

Ritratto di combirio

combirio

Mar, 13/02/2018 - 12:07

Rimane sempre bella la visione della Chiesa sempre a parole, ma nei fatti molto limitata. Sicuro che bisognerà abituarsi ma non è il colore della pelle la questione, ma la testa. Se arriva un immigrato con le sue abitudini di pratiche vudu con una religione che pratica sacrifici umani che vuole continuare in Italia a praticare nella normalità le sue abitudini, fatemi capire, io secondo il pensiero della sinistra & della Chiesa dovrei accoglierlo ? Ogni commento è puramente fuori dal mondo. Grazie.

DRAGONI

Mar, 13/02/2018 - 12:19

UN ESPONENTE DELLO STATO ESTERO DELLA CITTA' DEL VATICANO CHE INTERFERISCE, ILLEGALMENTE , CON LA VITA ED IL FUTURO DEGLI ABITANTI DELL'ITALIA!!E ANGELINO ALFANO, "CACCIATO" DAL MINISTERO DEGLI INTERNI ED INVIATO A SVERNARE, CON UN OTIIMO ED ABBONDANTE BADGET DA AMMINISTRARE, AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI , CHE FA? TACE!!CI VUOLE UN ALTRO SOSTITUTO DEL PREDETTO MINISTRO ORAMAI ROTTOMATO CON DISCREZIONE DA RENZI E SOCI!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 13/02/2018 - 12:29

Al posto di studi troppo intellettuali, come filosofia, diritto, astronomia, chimica, medicina o biologia le scuole africane e non solo dovrebbero insegnare, nozioni di muratura, falegnameria, carpenteria metallica, elettrotecnica, idraulica, sartoria e calzoleria.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 13/02/2018 - 12:45

consiglio a tutti un giretto ne quartieri neri di New York, Chicago, Baltimora, Los Angeles o Detroit. chi ne uscirà vivo capirà tutto

pasquinomaicontento

Mar, 13/02/2018 - 12:46

Tre cose ha fatto male er papa tedesco :-primo,dimettèsse, secondo a ordinà 'sto stregone,intendo er nigeriano John,cardinale de sancta romana ecclesia,terzo de non ripiàsse er posto lasciato ar pampero che "viè dall'artra parte der monno.Tre cose che hanno declassato er papa, da dio in terra a spillatore de conti in banche,sparsi, un po' quà e un po' là,:-a de macchia de leopardo a no'- me suggeriscè un mio pronipote (11 anni a maggio de quest'anno)ma poi sto John Onaiyekan che vomita parole come :-Gli italiani si dovranno abituare a vedere sempre più neri- Nun vojo trascenne, ma, a senti sto... ai puntini ognuno è libero de mèttece vocali e consonanti a piacere ...me viè er vortasomminco.

istituto

Mar, 13/02/2018 - 12:47

SOLO per i Piddini e grillini sarà normale un " italiano" nero .Per la gente normale no. P.S. Piddini e grillini sono gli stessi che dicono che un uomo più un uomo oppure una donna più un'altra donna costituiscono una famiglia....perciò ecco il loro cervello....ho detto tutto. Potranno quindi avere la cittadinanza ma non saranno MAI ITALIANI.

petra

Mar, 13/02/2018 - 12:49

"Quanto è accaduto a Macerata - ha sottolineato il porporato africano - non è una buona cosa per l'Italia". Già, ma io pensavo si riferisse allo squartamento della povera ragazza. Mi sono sbagliata.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 13/02/2018 - 12:51

Deve essere un cardinale nigeriano (o una congolese) a dirci come comportarci con i gli africani? Come dire che dobbiamo sentire il parere dei boss mafiosi, dei ladri, assassini, spacciatori e papponi per sapere come comportarci con la mafia e i delinquenti? Dice che “Gli stranieri devono essere nostri amici e fratelli.”. Devono? E’ un obbligo? C’è qualche legge che ci obbliga a considerarli amici e fratelli? Siamo allo Stato etico? Ma perché dobbiamo sopportare queste stupidaggini quotidiane? Non andiamo d’accordo con familiari, amici, parenti; ci scanniamo fra condomini e tifosi di squadre diverse della stessa città, o tra le varie contrade cittadine, e poi dovremmo abbracciare come fratelli degli africani che arrivano a casa nostra senza essere invitati, soggiornano a nostre spese e, per ringraziarci, stuprano e squartano le donne? Questi vescovi, Papi e sagrestani stanno diventando insopportabili. Cardinale, se ne torni in Nigeria; e ci resti.

gneo58

Mar, 13/02/2018 - 12:54

la chiesa deve sparire, le religioni devono essere abolite per legge mondiale. Non esiste nessun'altra istituzione che abbia prodotto piu' morti nel mondo nei secoli che la chiesa (in questo caso cattolica) mq anche con le altre non si scherza.

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Mar, 13/02/2018 - 13:00

Non mi sembra un commento assolutamente pertinente al contesto italiano/europeo. Usa e UK sono Nazioni che hanno avuto un panorama storico diverso, uno con lo schiavismo, l'altro con il colonialismo del Commonwealth avvenuto per entrambi in secoli. L'Europa sta subendo un incontrollato flusso migratorio, esplicitamente voluto, da una decade a questa parte con un aumento estemporaneo della popolazione che di norma dovrebbe avvenire in decine di decadi per essere oggettivamente metabolizzato e consentire una pacifica integrazione culturale. Il porporato sarà un bravo teologo ma dimostra essere un pessimo storico e statista, meglio si dedichi alla silenziosa preghiera e all'attiva emancipazione culturale dove è nato.

steacanessa

Mar, 13/02/2018 - 13:01

Ci siamo già abituati con gli immigrati regolari che rispettano la nostra cultura. Non ci abitueremo mai con i selvaggi di qualsivoglia colore che ci disprezzano e vogliono continuare qui da noi i loro orrori primitivi. L’africa è potenzialmente il continente più ricco, ma è ancora preda di religioni che negano il progresso, tengono le donne in condizioni ignobili e predicano l’uccisione o, quando va bene, la sottomissione del diverso da loro.

agosvac

Mar, 13/02/2018 - 13:02

Non si capisce perché gli italiani "devono" abituarsi agli italiani neri e la Nigeria non vuole nigeriani bianchi.

hornblower

Mar, 13/02/2018 - 13:02

Questo si ch'è parlare chiaro, vuole la sostituzione etnica, d'altra parte fa bene a citare gli Usa, infatti essi sono la prova che gli immigrati scacciano i nativi, o meglio li sterminano !!!

routier

Mar, 13/02/2018 - 13:09

Cara Eminenza, ci saranno sicuramente italiani afro/europei ma non lo saranno mai per etnia! La genetica non si modifica a suon di carta bollata. Si rassegni.

dank

Mar, 13/02/2018 - 13:20

Nel "grande paese" che cita il monsignore i neri arrivarono come schiavi e fino a cinquant'anni in molte zone di quel fantastico paese da prendere ad esempio erano trattati peggio degli schavi che almeno avevano un pasto e un posto garantito.

sbrigati

Mar, 13/02/2018 - 13:46

Una prece per la povera ragazza uccisa in un modo orribile, o per i tanti ITALIANI oltraggiati dei suoi connazionali, mai? Degno rappresentante di una chiesa che non sembra quella di Cristo.

nopolcorrect

Mar, 13/02/2018 - 13:48

@ da Giano: "Questi vescovi, Papi e sagrestani stanno diventando insopportabili. Cardinale, se ne torni in Nigeria; e ci resti." Si, per favore ci faccia questo gradito favore, grazie.

honhil

Mar, 13/02/2018 - 13:51

Per chi invece ha macellato un’italiana bianca, il nigeriano cardinale una parola non l’ha spesa. Che razza di uomo è? E, soprattutto, che razza di cristiano è? Oltre al multiculturalismo, insomma, niente, cardinale?

Popi46

Mar, 13/02/2018 - 13:52

Eminenza reverendissima, vero,tutti gli uomini sono fratelli,ma,come ha predicato Gesù, nel Regno del Padre, non in quello di Cesare....ed io sono una piccolissima appartenente a quello di Cesare,per il momento....

Tarantasio

Mar, 13/02/2018 - 14:03

in parole concise sua eccellenza spiega il motivo per cui i fedeli italiani fuggono dalla chiesa

frabelli1

Mar, 13/02/2018 - 14:09

Ci mancava solo questo che viene a farci la predica dall’Africa.

manfredog

Mar, 13/02/2018 - 14:11

..praticamente dice che dobbiamo abituarci alle mafie straniere composte dai neri e che quelli come Traini devono essere combattuti, per non fomentare l'odio razziale; be', in fondo lui è un cardinale nigeriano, quelli sono tutti suoi fratelli, cosa doveva dire..!? mg.

nopolcorrect

Mar, 13/02/2018 - 14:18

Cardinale, torni in Nigeria senza dimenticare di portare con Lei la Kyenge. Grazie

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 13/02/2018 - 14:19

E perchè no a nigeriani bianchi? Che è questo strisciante razzismo?

oracolodidelfo

Mar, 13/02/2018 - 14:29

Cardinale Onaieykhan, perchè non è la Nigeria ad doversi abituare a nigeriani bianchi e sopratutto perchè non deve essere il Vaticano ad abituarsi ad avere cittadini vaticani neri? Cardinale, ne porti un pò in Vaticano.

paolone67

Mar, 13/02/2018 - 14:33

L'italiano nero non è un problema. Io accetto con piacere il vicino di colore, orientale o di altra etnia. Quello che non accetto è che lui in nome di una cultura diversa possa non pagare le tasse, trasformare Natale nella "festa delle buone feste", fare levare le croci, delinquere impunemente, pretendere l'applicazione della Sharia. Il problema è la conquista culturale, non quella etnica.

oracolodidelfo

Mar, 13/02/2018 - 14:33

Come si stava meglio quando la maggioranza dei cardinali era italiana e sopratutto quando lo era.....il Papa!

paolone67

Mar, 13/02/2018 - 14:37

Mi inquieta molto il fatto che, da Nigeriano e da sacerdote, dica che quanto successo a Macerata "non è una buona cosa per l'Italia" riferendosi agli spari sugli stranieri invece che alla ragazza smembrata e infilata in due valigie da 4 stranieri / richiedenti asilo / clandestini

PEPPA44

Mar, 13/02/2018 - 15:01

Quando ero piccolo e non volevo mangiare mia madre mi diceva:" Mangia tutto se no faccio venire l'uomo nero" e allora obbedivo per paura ed era un buon metodo.

gattomannaro

Mar, 13/02/2018 - 15:14

Io, Italiano e profondamente stanco di sentirmi dire come devo pensare da argentini (capi religiosi), congolesi (politici), nigeriani (prelati), senegalesi (mediatori culturali tv), ivoriani (commentatori tv), serbi (commentatrice tv), bengalesi (commentatori tv e fomentatori d'odio), ecc. ecc. Sono un Italiano assertore convinto dell'Italia agli Italiani. E qualcosa non quadra: come mai, se è vero che i neri subsahariani sono in ragione di uno ogni 50-60 Italiani, ce li ritroviamo in tv (e, nullafacenti, a spasso nelle città) in ragione di uno ogni 10?

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 13/02/2018 - 15:22

Il colore della pelle non è un problema (per me) : è certamente da preferire un uomo di pelle nera, laureato e con adeguata educazione, rispetto a un "peon" bianco di infimo profilo socio/culturale dall'educazione dubbia; ma proprio qui stà il punto : stiamo permettendo ad un esercito di neri africani privi di qualsiasi educazione e/o di formazione professionale, di invadere il ns territorio con nessuna prospettiva di integrazione nel medio/lungo termine; non solo: qui in ITA c'è qualche genio che si crede "illuminista" che ne vorrebbe altri milioni di esemplari perchè secondo lui quelli arrivati finora sono troppo pochi...

bobots1

Mar, 13/02/2018 - 15:26

"Si deve cercare di trovare un modo per accogliere queste persone e non vedere tutti come gente pericolosa o nemici." Ma perchè mai si deve trovare questo modo? La Nigeria ha il dovere di trovare il modo di tenerseli a casa, non noi di prenderli...ma siamo completamente fuori di testa?

Blueray

Mar, 13/02/2018 - 15:46

Bisogna finirla una volta per tutte di considerare l'Italia come la succursale dell'Africa. Troppi anni connotati da scellerati governi di sx interessati a marciare sulle politiche migratorie hanno instillato aspettative irrealizzabili e foriere solo di danni di ogni tipo che si stanno riversando sulla pelle degli italiani specie quelli meno fortunati. Ora basta con queste chiacchiere cattocomuniste-globaliste-mondialiste, c'avete rotto, cardinali, Cei, Papa & Co.

Iuchi

Mar, 13/02/2018 - 15:51

Ci dobbiamo abituare agli italiani neri come ai preti pedofili egregio cardinale? Attenzione ai musulmani che vi fanno la pelle prima o poi!! Certo che setire un nero dire di essere un italiami mi fa un poco sorridere. Magari ci sono i neri americani che dicono di essere Afro Americani e la cosa è ben diversa di dire che sono Americani. Magari fra 20 anni saremo tutti Meticci ovvero bastardi.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 13/02/2018 - 15:54

Di italiani neri ce ne sono già e non sono un problema. Il problema é tutta la faccia nera e delinquenti neri si stanno riversando in Italia da qualche anno? E non mi venite a parlare di gent che fugge la fame perché avendo lavorato per anni in Africa (Kenya, Tanzania, Nigeria, Costa d'Avorio) posso garantire che non sono i poveri a fuggire, non fosse altro che per il motivo che hanno i soldi necessari, e la peggior feccia arriva dalla Nigeria. Quindi signor cardinale la smettmv

Iuchi

Mar, 13/02/2018 - 15:55

Ci dobbiamo abituare agli italiani neri come ai preti pedofili egregio cardinale? Attenzione ai musulmani che vi fanno la pelle prima o poi!! Certo che sentire un nero dire di essere un italiani mi fa un poco sorridere. Magari ci sono i neri americani che dicono di essere Afro Americani e la cosa è ben diversa di dire che sono Americani. Magari fra 20 anni saremo tutti Meticci ovvero bastardi

pastello

Mar, 13/02/2018 - 16:35

Con calma, caro signor onaiyekan, per ora sono ancora alle prese con l'impresa impossibile di digerire i preti. Dopo vedremo

Cheyenne

Mar, 13/02/2018 - 16:43

QUESTO DEFICIENTE HA PERSO UN'OCCASIONE PER STARE ZITTO E FARSI I CxxxI SUOI

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 13/02/2018 - 16:46

Ohè! Pretonzolo, dimentichi che l'Inghilterra governava molti territori con etnie nere. Per loro la UK era la loro patria.

Reip

Mar, 13/02/2018 - 16:47

Si certamente! Purché si tratti però di persone “normali”, identificabili, rintracciabili, con la fedina penale pulita, con dei documenti in regola, con un visto di ingresso, con un lavoro, un impiego, insomma una collocazione. Di delinquenti e nullafacenti, disperati e barboni, senza tetto e poveri disoccupati in italia ne abbiamo fin troppi!

poli

Mar, 13/02/2018 - 17:03

John Onaiyekan,a un cattivo maestro.

Una-mattina-mi-...

Mar, 13/02/2018 - 17:07

E' PIU' FACILE CHE IN AFRICA SI ABITUINO A CITTADINI BIANCHI

Una-mattina-mi-...

Mar, 13/02/2018 - 17:07

FACCIAMO CHE I NERI DEVONO ABITUARSI A TORNARE INDIETRO?

gattomannaro

Mar, 13/02/2018 - 17:21

@aorlansky60: nemmeno per me colore della pelle è un problema, anche se trovo inquietante l'eccesso di negritudine sui media. Qualcuno vuole convincerci di qualcosa?

PaoloPan

Mer, 14/02/2018 - 00:24

Gentile cardinale si occupi della salvezza delle anime .... lasci agli italiani decidere se, come e quando dovranno cambiare il colore della loro pelle.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 14/02/2018 - 19:26

@mbferno, perfetto, proprio così.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 14/02/2018 - 19:29

Si legge spesso “Non sono razzista, ma…”, oppure “Non è il colore della pelle, ma…”. Credo che si abbia timore a dire la verità; tutti lo pensano, ma nessuno osa dirlo chiaramente per paura di essere accusati di razzismo. Mi ricorda quanto, tra il serio ed il faceto, si usa dire a proposito delle dimensioni del pene. Di solito per, incoraggiamento e per sdrammatizzare si dice che “Le dimensioni non contano”. Ma, come disse Lella Costa in un suo monologo “Un po’ contano…”. Ecco, con i neri succede lo stesso; il colore della pelle non conta, si dice. Beh, forse, un po’, dico un po’, conta anche il colore della pelle. No?