Caro Matteo, faccia qualcosa di liberale

Un consiglio, non solo sul nome. Non abbiamo bisogno di una Lega degli italiani ma di una Casa degli italiani

Se due settimane fa ci fossimo domandati quali sarebbero stati gli schieramenti elettorali alle prossime elezioni europee, avremmo detto che ci sarebbe stato uno scontro decisivo fra lo schieramento di destra guidato da Salvini e i Cinque stelle, alleati della sinistra marxista. Salvini, dopo avere cacciato i migranti dal Mediterraneo dava l'impressione di poter dare al Paese ordine, sicurezza e rigore e stava diventando rapidamente il capo carismatico di tutto il movimento moderato di centrodestra. Poi ha compiuto un errore fatale.

La grande politica internazionale si fa sulla base di antichi rapporti storici, affinità culturali, di relazioni e amicizie personali. L'Italia ha un legame profondo con le grandi democrazie occidentali che hanno fatto l'Europa: Francia, Inghilterra, Germania, Spagna. Ma a questi Paesi Salvini non si è presentato come grande statista capace di dare una guida politica, ma come un demagogo che si è alleato con Orbán, il gruppo di Visegrad e Marine Le Pen, cioè la destra illiberale, che gli italiani non amano e giudicano impotente. E di colpo, parlando con la gente, si nota che la sua popolarità, dopo mesi di continua ascesa, ora si è assestata.

Max Weber ci ha insegnato che il carisma può crescere vertiginosamente, ma può altrettanto rapidamente crollare se il capo non interpreta le attese dei suoi seguaci. Andare alle elezioni europee con queste alleanze sovraniste e bombardati dalla sinistra marxista con accuse di fascismo o di nazismo, porterebbe la Lega e il centrodestra alla catastrofe.

Per di più la Lega sta andando incontro a un nuovo trauma, dover chiudere, rinascere cambiando nome.

Un compito difficile che richiede un ripensamento generale del suo significato, del suo programma. Io mi auguro che tutti i miei amici della Lega si sbarazzino delle suggestioni ideologiche sovraniste per ritrovare la loro autentica vocazione, quando la Lega è nata e il suo modello era la Svizzera federale, borghese, ordinata, realista, semplice ed efficiente.

Un consiglio, non solo sul nome. Non abbiamo bisogno di una Lega degli italiani ma di una Casa degli italiani.

Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Dom, 02/09/2018 - 16:38

No. L'italia ha necessità urgente di spirito e pratica libertari.

Marguerite

Dom, 02/09/2018 - 16:42

....dimenticavo....chi vuole il posto fisso ? Risposta I COMUNISTI !!!!

Marguerite

Dom, 02/09/2018 - 16:46

Il,problema è che in Svizzera ci sono i Svizzeri, con la mentalità Svizzera....invece in Italia, si può mettere il nome di partito che si vuole....ci saranno sempre gli Italiani con la mentalità italiana....e questa mentalità di aspettare tutto dallo stato.....non cambierà MAI !!! Il posto fisso...in Svizzera....NON ESISTE !!!

idleproc

Dom, 02/09/2018 - 17:15

Non può bombardare Bruxelles da solo, inoltre Mattarella si opporrebbe. Dovrebbe liberare anche Francesi e Tedeschi e di seguito gli altri. Non è una cosa che si improvvisa così, sarebbe avventurismo.

venco

Dom, 02/09/2018 - 17:25

Salvini deve continuare fare quel che fa che è quel che volle la stragrande maggioranza degli Italiani, se cambia strada buttandosi nel liberismo e globalismo che io reputo pura anarchia, sparirebbe e finirebbe male, finirebbe da traditore.

venco

Dom, 02/09/2018 - 17:29

Sig. Alberoni, Salvini deve rappresentare chi lo ha votato e non certo le elite dei nostri paesi vicini, altrimenti la sovranità non appartiene più al popolo,

INGVDI

Dom, 02/09/2018 - 17:36

Considerazioni condivisibili di Alberoni. comunque l'invito a Salvini a fare qualcosa di liberali cadrà nel nulla. Un po perché sta emergendo in lui l'animo comunista, molto perché è fagocitato dall'ideologia dei 5s, in prevalenza marxista.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 02/09/2018 - 17:51

La Lega non ha alcuna cultura politica, tanto meno liberale. Pensa di poter governare a colpi di clandestini e social. In più tira calci ai nostri creditori. I clandestini sono un problema solo se li si vuole "gestire" con le coop altrimenti se ne vanno in silenzio in Europa a fare gli schiavi. Per quelli che rimangono dovrebbero bastare i carabinieri ed il servizio sanitario gratuito.

oracolodidelfo

Dom, 02/09/2018 - 18:27

Marguerite 16,46 - Signora, buonasera. Non e'cosi'.Gli italiani vorrebbero uno Stato meno invasivo, meno burocratico, meno sanguisuga con gli italiani laboriosi ed onesti e più severo con i parassiti. Come disse il grande Alberto Sordi "per fortuna gli italiani si governano da soli".....

oracolodidelfo

Dom, 02/09/2018 - 18:33

Prof. Alberoni, con tutto il rispetto, affinità culturali? La politica internazionale si fa con relazioni ed amicizie personali? Come quelle di Prodi, Monti, ecc.? Io li chiamo "relazioni ed inciuci personali"......

cir

Dom, 02/09/2018 - 18:39

Marguerite : si ma la scema svizzera e' sempre fra le palle !!!

cir

Dom, 02/09/2018 - 18:39

Marguerite : si ma la scema svizzera e' sempre fra le palle !!!

cir

Dom, 02/09/2018 - 18:40

Marguerite : a quanto le fai le pere in svizzera??

Savoiardo

Dom, 02/09/2018 - 19:19

La Nomenklatura della plutocrazia globalista di sinistra (cristiana,mussulmana,ebraica) si differenzia dalla Nomenklatura comunista (sovietica, maoista, castrista, madurista,bergoglista) solo per i metodi NON certo nei fini,cioe'Schiavizzazione dei Popoli e dei singoli Individui.

Papilla47

Dom, 02/09/2018 - 19:38

Salvini non è proprio un piatto di pasta che si mangia comodamente seduto a tavola perchè lo condisce con sughi abbastanza tossici. Sta cercando di dare una spallata ai cialtroni che oggi reggono le sorti dell'europa che hanno in una mano una forchetta smisurata e nell'altra un bicchiere di vino per brindare a loro stessi. Mandarli via non è semplice ma chissà forse la parola "populismo" di moda più che mai potrebbe strozzarli durante l'abbuffata.

antonmessina

Dom, 02/09/2018 - 19:44

alberoni torni a dormire suvvia..vabeh che il padrone paga pero eviti !

Blueray

Dom, 02/09/2018 - 23:09

Mi spiace Alberoni ma non concordo. Lei parla di "antichi rapporti storici, affinità culturali, di relazioni e amicizie personali". Quelle dei padri fondatori, della CECA, del MEC, della CEE dei trattati di Roma (1957), di personaggi ormai tutti scomparsi? Non è il momento di grandi statisti e pacche sulle spalle, serve far capire il dissenso che viene dal basso, e questo non è essere illiberali ma rappresentare una realtà sentita da una maggioranza importante che vuole un Ue diversa. Guardi che dal trattato di Lisbona ad oggi l'Italia è considerata meno di zero, ci tollerano solo perchè abbiamo sempre detto di sì a tutto e firmato l'infirmabile anche se andava palesemente contro i nostri interessi, e mai posto veti. Oggi ne subiamo le conseguenze.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 03/09/2018 - 07:37

Alberoni le do un consiglio, eviti di scrivere di politica e scriva di innamoramento che le riesce meglio. Orban e Lepen sarebbero la destra "illiberale" ? E quelli liberali chi sarebbero ? Macron che predica bene ma poi respinge gli immigrati a Ventimiglia oppure manda la Gendarmerie fino in territorio italiano a caccia di irregolari ? Marine Lepen in Ffrancia ha preso il 40% dei voti e Orban circa il 60% , e non sono voti democratici ? Ma Lei l'ha sentita la conferenza stampa di Orban e Salvini ? Le cose devono cambiare in Europa perché cosi siamo finiti e le elezioni 2019 saranno l'occasione per farlo. Vada in Ungheria e trovera un paese, senza immigrati, borghese, ordinato , realista, semplice ed efficiente, un paese con il 2% di disoccupazione ed il 6% di crescita del PIL . Poi vada in Francia a vedere quanto è popolare Macron e quanti sono i suicidi di imprenditori stritolati dalle banche .

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 03/09/2018 - 07:40

Alberoni , raramente ho letto una serie di scemenze come quelle che Lei ha scritto . Il sovranismo come male assoluto ? Lei parla di cose di cui non conosce neppure il significato e scrive sopratutto al di fuori della realtà, prenda un volo low cost per Budapest si faccia un giro e poi scriva una bella smentita se ne ha il coraggio.

cir

Lun, 03/09/2018 - 10:20

alberoni , il re delle cxxxxxe .

cir

Lun, 03/09/2018 - 10:52

alberoni sta bene nel partito radicale.

Ritratto di Atomix49

Atomix49

Lun, 03/09/2018 - 15:46

L'unica cosa che Felpini poteva fare, era quella di tenere lontano i grullini dalla stanza dei bottoni. Ed invece che capolavoro strategico ha fatto? Ha distrutto il CDX dal quale aveva preso una valanga di voti e si è messo al servizio dei grullini legandosi con un contratto capestro visto che è socio di minoranza. Tutta qui la intellighenzia del padano promosso a Capitano di una moltitudine di abbacinati ed entusiastici boccaloni. E Grillo & Casaleggio godono. Il liberale ha sequestrato una nave italiana in un porto italiano... più liberale di questo...

cir

Lun, 03/09/2018 - 16:50

Atomix49 sei scemo come quello dell' icona !!