Carpi, 27enne sonnambulo ​precipita dal terzo piano

È salvo per milacolo un 27enne pakistano sonnambulo, precipitato di notte dal terzo piano di un condominio di Carpi

Sonnambulo precipita dal terzo piano di un palazzo dove abita con zii e nipoti. Ha rischiato la vita un pakistano di 27 anni, che vive in un condominio a Carpi e che, nella caduta, ha fortuntamente incontrato l'auto di famiglia su cui è rimbalzato, attutendo l'urto. La disgrazia è stata sfiorata nella notte fra domenica e lunedì, intorno all’una. Sul posto, con i soccorsi, è intervenuta la polizia per ricostruire esattamente l’accaduto, dopo che i famigliari, preoccupati, hanno dato l’allarme. Il ferito, che non è in pericolo di vita, è stato trasportato d'urgenza all’ospedale di Baggiovara, dove si trova tuttora ricoverato.


"Abbiamo visto arrivare i soccorsi: subito credevamo che fosse morto - racconta una vicina di casa del giovane alla Gazzetta di Modena -è stata una scena tremenda quella che abbiamo scorto quando ci siamo affacciati alla finestra. Il ragazzo vive con zii e cugini: una famiglia di brave persone composta da tre bimbi, marito e moglie. Lavorano come facchini in una cooperativa. Da quanto ci hanno riferito i parenti è appena ritornato dal Pakistan. Ed è atterrato proprio sull’auto nera di famiglia, appena comprata, sotto la finestra da cui è precipitato. Per fortuna, probabilmente, questo ha attutito il colpo che sarebbe stato più devastante, altrimenti. Se fosse caduto sul marciapiede sarebbe stato di certo molto peggio. Il giorno dopo l’incidente abbiamo fermato più volte i parenti per capire cosa fosse successo. Ci hanno detto che il giovane non ricorda nulla, ma soffrirebbe, a più riprese, di sonnambulismo. Lo zio era molto preoccupato ed è comprensibile: lo ha salutato prima di andare a dormire e poi lo ha visto caduto a terra fuori dalla finestra".