Carte di credito: le nuove regole su revoca, spese e commissioni

Novità in arrivo per le carte di debito e di credito. Nella bozza del decreto legislativo che recepisce la direttiva Ue sui servizi di pagamento emergono nuove regole

Novità in arrivo per le carte di debito e di credito. Nella bozza del decreto legislativo che recepisce la direttiva Ue sui servizi di pagamento emergono nuove regole che riguardano da vicino i clienti. Viene introdotta la garanzia per il cliente di sapere in anticipo del blocco della carta. Inoltre come ricorda Italia Oggi ci sono novità anche sulle commissioni. Fino a dicembre 2020 le operazioni con le carte di debito gli operatori dei pagamenti potranno appilicare una commissione media non superiore allo 0,2 per cento del valore medio annuo di tutte le operazioni nazionali fatte nello stesso schema di carte di pagamento. Dopo il 2020 la commissione non dovrà superare lo 0,2 per cento di ogni operazione oppure avrà un costo di 5 centesimi. Spunta anche l'obbligo di preavviso per la revoca delle carte con una comunicazione in anticipo rivolta al cliente indicando la data in cui scatterà la revoca stessa. Infine, sempre come sottolinea Italia Oggi ci sono novità anche sulle spese: non potranno essere addebitate quelle che riguardano comunicazioni e informazioni previste dalla legge e relative proprio ai servizi di pagamento.