Un altro caso di Blue Whale a Caltanissetta

Vittima una ragazzina di 14 anni. Si era tagliata le braccia durante l'orario scolastico

Un altro caso di Blue Whale in Sicilia. Questa volta a Caltanissetta. E, cosa particolare, uno degli step dell'orribile gioco (se di gioco si può parlare) è stato fatto a scuola, durante le ore di lezione.

Vittima della “Balena Blu” una ragazzina di appena 14 anni che si è chiusa in bagno per tagliarsi le braccia.

Secondo le fonti di stampa locale che ne danno notizia, la ragazzina della provincia di Caltanissetta, pare viva in casa una situazione difficile e ora la scuola si sta già muovendo perchè la piccola studentessa inizi un percorso di riabilitazione psicologica.

Intanto sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e del caso si sta occupando la polizia postale, con gli investigatori impegnati nella ricerca di persone che potrebbero averla istigata a commettere il gesto tramite l'utilizzo di internet e dei social network.

Quello di “Blue Whale” è un percorso di autolesionismo drammatico fino ad arrivare alla scelta di perdere la vita. Dai film dell'orrore ai tagli sul braccio con un taglierino fino al lancio dal terrazzo del palazzo più alto della propria città.

Non è il primo caso in Sicilia. Già una settimana fa ce n'efa stato un sospetto a Sant'Alessio, in provincia di Messina: due ragazzi, di notte, sono saliti, sul terrazzo di una scuola dismessa in pieno centro cittadino. In quel caso, il sindaco appena saputa la notizia, ha immediatamente provveduto, tramite l'ufficio tecnico, a mettere in sicurezza l'edificio scolastico.

Su Blue Whale c'è anche l'allarme satanismo lanciato da don Giovanni Sini, esorcista e parroco di Olbia. Don Sini sottolinea all'agenzia di stampa AdnKronos come dietro la “Balena Blu” ci siano “le sette e si intravede un segno demoniaco" perchè il Maligno "gioisce per tutto ciò che è negazione della vita dell'uomo e della sua dignità. E'una forma di plagio, di condizionamento psicologico: -conclude don Sini - lo chiamano Blue Whale perché, così come la balena perde l'orientamento e va a 'spiaggiarsì, allo stesso modo i ragazzi sono portati fuori strada, fino a perdere i punti di riferimento della loro vita".