Caso Incalza, i pm accusano: ecco le foto dei pacchi con le tangenti

Secondo la procura cinque foto scattate il 22 gennaio 2015 testimoniano il passaggio di soldi

I pm puntano sempre di più il dito contro Ercole Incalza. Cinque foto, scattate in via Salvini a Roma, di fronte agli uffici della Green Field, società che secondo gli inquirenti rappresentava una specie di "camera di compensazione" per far arrivare soldi da commesse pubbliche a Ercole Incalza. E una frase sibillina, ma non troppo: "5 per ello, toto per me»" Una frase, si legge nelle carte dell’inchiesta "Sistema" avviata dai pm di Firenze sulle Grandi Opere, "chiaramente riferita al denaro" in parte destinato a Incalza, il super consulente finito in manette.

Le foto, come racconta Il Corriere, ritraggono i due collaboratori di Incalza, Sandro Pacella e Angelo Pica, mentre scaricano dall’auto una serie di scatoloni e pacchi di documenti, provenienti dal ministero delle Infrastrutture, per portarli dentro il civico 25 di via Salvini. Siamo a fine gennaio e sta per chiudersi il rapporto di consulenza di Incalza con il dicastero di piazza di Porta Pia. Il 22 gennaio scorso Pica e Pacella si sentono al telefono e Pica chiede a Pacella a che ora pensa di passare a via Salvini per recapitare i documenti di Incalza. Oltre ai pacchi, cinque, c’è anche un "regalo" e Pica dice a Pacella: "Per il regalo, quando te lo do?". "Lì appunto" risponde Pacella.

Commenti

ammazzalupi

Sab, 21/03/2015 - 22:37

Via Salvini... Via Salvini... Via Salvini... Aahhh, sì, che scemo!!! Ohhh Matteoooooo... non sei ancora NESSUNO e, a Roma, ti hanno già intitolato una Via!!! Matteo, sei GRANDEEEEE. Vai che, a sti ladroni, gli facciamo assaggiare sulla schiena il manganello di zio Benito!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 22/03/2015 - 00:03

Chissà chi sarà quel tale ELLO che se ne becca CINQUE. Ovviamente con gente di quel livello di "mangeria" non si tratterà di 500 o di 5000 euro. Queste sono cifre per noi servi della gleba. Per loro, i nuovi signorotti del NEOMEDIOEVO in cui versa il nostro paese, SI PARLA DI CIFRE DAI CINQUE ZERI IN SU.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 22/03/2015 - 07:20

Ma che documenti...stavano traslocando.

rossini

Dom, 22/03/2015 - 08:08

Dunque in uno dei pacchi c'erano i soldi della tangente. Giusto? E' lecito presumere che, chi ha fotografato la scena, sia balzato addosso ai due che trasportavano i pacchi sequestrandoli. Sembra invece che questo non sia avvenuto. Ma che bravi gli investigatori. Si sono persa l'occasione di trovare la pistola fumante della corruzione.

SCHIZZO

Dom, 22/03/2015 - 08:45

Beh fotografare scatoloni, non credo rappresentino delle prove!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 22/03/2015 - 08:46

Incalza è innocente, l'ha scritto Il Giornale visto che ha fatturato tutte le sue consulenze!!!!!!!!!!!

vince50_19

Dom, 22/03/2015 - 09:44

Chissà cosa c'era, sul serio, dentro gli scatoloni. Lo hanno forse appurato o qualcuno per caso non avrà ereditato i poteri di superman?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 22/03/2015 - 09:55

Liberiamo Incalza!!! Il Giornale lo vuole. P.S. - Ma e l'Italia è al primo posto in Europa come evasori e corruttori com'è che ogni volta che se ne becca uno Il Giornale è subito a suo favore (vedi Galan e ora Incalza)???? Fateci caso ......