Caso Meredith: legale di Amanda: "Non tornerà In Italia"

Per i giudici americani estradare la ragazza sarebbe incostituzionale. Ma l'interpretazione solleva dubbi

Amanda Knox in lacrime in una foto d'archivio

Un esercizio sterile, forse spinto da un intento vendicatorio. Anne Bremner, avvocato di Amanda Knox, spiega al Sunday Express tutti i suoi dubbi sugli sviluppi successivi alla nuova sentenza sul caso Meredith, che ha annullato le assoluzioni della ragazza e dell'allora fidanzato Raffaele Sollecito.

Il punto sollevato dall'avvocato è principalmente uno: qualsiasi cosa accada la Knox "non sarà estradata". In Italia non ci torna, prima di tutto perché "è innocente". E poi perché, "qualsiasi cosa la corte decida", ha "trovato un fidanzato, sta completando gli studi all'università di Washington e provando ad andare avanti. Finché non è stato chiesto un nuovo processo".

Un altra questione sollevata dal legale è quella del ne bis idem, tradotto nel diritto dei paesi di common law come principio del double jeopardy. La regola, contenuta nel quinto emendamento della costituzione americana, stabilisce che "per una stessa colpa nessuna persona sarà giudicata due volte o condannata a pena".

Dichiarazioni che comunque sollevano dubbi anche negli Stati Uniti sull'interpretazione del principio. Sempre il Sunday Express cita l'opinione di un professore di legge dell'università di Washington, che esprime perplessità sull'opinione dell'avvocato, visto che la Knox non è mai stata giudicata per omicidio o ritenuta innocente per lo stesso capo d'imputazione negli Stati Uniti.

Dunque se un nuovo processo in Cassazione - dice l'avvocato Bremner - dovesse dichiarare colpevole Amanda, agli occhi dell'America questo non cambierebbe nulla. "Rimettere Amanda nelle mani degli italiani sarebbe, semplicemente, anticostituzionale".

Commenti
Ritratto di isladecoco

isladecoco

Lun, 01/04/2013 - 12:52

Ovvio che non tornerà mai più in Italia. Anche se venisse condannata, gli Stati Uniti non concederanno mai l'estradizione. Loro difendono i loro cittadini. Sempre è contro tutti.

imodium

Lun, 01/04/2013 - 12:55

Cosa vi aspettavate? Loro sono gli STATI UNITI e tutelano i loro cittadini, anche se commettono dei delitti, nel bene e nel male li proteggono. Al contrario noi svendiamo addiritura i nostri Soldati oltre alla dignita' (ahahah l'Italia la dignita'). Quanto vi disprezzo politicanti. Il governo di qeusti mercanti finira', non cambiera' niente. Siamo da secoli calpesti e derisi, perche' non siam popolo....Mameli fu anche profetico. Napolitano, Monti, Di Paola VERGOGNATEVI!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 01/04/2013 - 13:04

E ti pareva che tornasse in Italia per essere giudicata.Ormai l'ha fatta franca,ha fatto i soldi con il libro,e poi dicono che il delitto non paga!!!Ma credo che anche il nostro se ne andrà all'estero a godersi i soldi.Così è la vita.

wolfma

Lun, 01/04/2013 - 13:11

Gli Usa non sono l'Italia. Imparate, politici e diplomatici da strapazzo e vergognatevi!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 01/04/2013 - 15:49

Ora che facciamo? Sequestriamo l'ambasciatore USA?

Altaj

Lun, 01/04/2013 - 16:42

Tornare dopo essere stata in carcere 4 anni da innocente, per sentire ancora i deliri dei PM in cerca di notorietà, sarebbe veramente una stupida. Che si facciano la giostra fra di loro questi quaraquaqua togati, un giorno colpevole, poi innocente, poi di nuovo colpevole e così via per anni...... che schifo e basta !

Gaby

Lun, 01/04/2013 - 18:12

E fa bene !!! Considerando quanto e' marcia la giustizia italiana e quanto sono imbecilli i nostri magistrati, fa solo bene a restare in USA. E adesso i nostri luridi politicanti cosa fanno ? Bloccano l'ambasciatore americano ? Fanno la vove grossa con Obama ? Ma no' !!! So cagano sotto.

MeglioMcheR

Lun, 01/04/2013 - 18:15

Premetto che quanto scriverò procede per una parte da sensazioni del tutto soggettive, dall’altra da qualcosa di certamente oggettivo. Dovessi girare un film con protagonisti due giovani assassini, senza ombra di dubbio, scritturerei la Knox e Sollecito. Scusate un attimo, chiudete gli occhi, visualizzateli, e ditemi se non hanno la faccia da assassini; magari sarà una combinazione, ma hanno una faccia da assassini. Fine parte soggettiva. Vero è che il processo è stato amministrato dai soliti magistrati italioti, supponenti, incapaci, e pasticcioni. Posto ciò, tuttavia, occorre una capacità straordinaria nell’usare la logica all’incontrario, e nel capovolgere la portata dei dati a disposizione (ma anche qui il lavoro della parte inquirente è stato penoso) per non capire che questi due non possono essere estranei al delitto. Generalmente sono innocentista; un delitto deve essere provato al di là di ogni ragionevole dubbio; e aggiungo che non si dovrebbe neppure cominciare un processo, in assenza della prova inoppugnabile, della pistola fumante, o di tante pistoline fumanti. Ancora una volta, ci ha trascinato in questa situazione un sistema giudiziario che è l’esatto contrario di ciò che dovrebbe essere. Detto ciò, dovesse risultare provato (sottolineato) nel nuovo processo che la Knox è colpevole, a costo di rompere le relazioni con gli Stati Uniti, dobbiamo pretenderne l’estradizione. Senno, fanc.. gli USA. Questo è ovviamente un sogno; siamo rappresentati da eunuchi, e questo è giusto ed equo, perché tale è la maggioranza degli italiani.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/04/2013 - 19:21

eccelodovevadirelui!!! Quanto ha guadagnato per dire questa stupidata?

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/04/2013 - 19:21

eccelodovevadirelui!!! Quanto ha guadagnato per dire questa stupidata?

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Lun, 01/04/2013 - 19:21

eccelodovevadirelui!!! Quanto ha guadagnato per dire questa stupidata?

bac42

Lun, 01/04/2013 - 19:23

Nel caso di condanna per Amanda,per farla tornare in Italia possiamo chiedere una consulenza all'India;loro sono bravi a convincre,a patto di aver di fronte dei poveri idioti al governo.

Ritratto di beppe69

beppe69

Lun, 01/04/2013 - 19:52

hai visto come funziona fuori dall'italia? amanda è in america e col cazzo che ora torna in italia!solo noi abbiamo rimandato i marò in india!questo è amore per la patria!

Ettore41

Lun, 01/04/2013 - 20:17

@MeglioMcheR Io se fossi in te farei il politico. In mezza paginetta hai detto tutto ed il contrario di tutto. Complimenti

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 01/04/2013 - 21:31

Forse sarebbe meglio FARE INDAGINI SUL... come sia successo tutto questo. Come sia possibile un rovesciamento della prima sentenza e... un come mai è tutto da rifare?? Non si sapeva che una volta tornata a casa non sarebbe più tornata ???????? visto che in USA non si può processare una persona due volte ??????? NON LO SAPEVANO ????? E l'altro è in svizzera.... Massìiii!!!! uno in galera c'è.

roberto1942

Lun, 01/04/2013 - 22:33

mi sembra giusto che non torni in Italia. Ha già subito 2 gradi di giudizio, sono passati anni.... se la nostra magistratura è incapace (e lo dice la Cassazione) il problema non è di Amanda. E nessuno vuole riformare la giustizia.... e noi paghiamo....

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 01/04/2013 - 23:38

certamente lei è americana spero solo nella giustizia Divina nei suoi confronti e di quella della Corte e giudice che l'ha assolta le loro anime saranno dannate per l'eternità.

colian

Lun, 01/04/2013 - 23:55

Se gli USA "non accettano" che si possa ripetere un processo, allora per coerenza non dovrebbero accettare nemmeno l'assoluzione del processo di appello e rimanere sulla sentenza di primo grado, che è di condanna. Con quale impudenza si negerebbe l'estradizione di una assassina, che negli USA sarebbe già morta per iniezione letale, con la scusa che "ha trovato un fidanzato e sta studiando"? Ma che razza di giustificazioni sono queste? Beato il giorno in cui si renderà conto anche ai giudici del loro operato, il processo di appello è stato un vero scandalo, prima della sentenza c'era già un aereo privato pronto a riportare in America come una eroina l'omicida di Meredith, hanno ignorato prove certissime e inequivocabili, hanno creduto a una bugiarda già condannata per calunnia, se fosse per lei il povero Lumumba si faceva l'ergastolo e nel luogo del delitto nemmeno ci aveva messo piede. Già solo il fatto di sviare le indagini mette in evidenza le colpe di Amanda. Il nuovo processo sarà sicuramente di condanna, se gli USA rifiuteranno l'estradizione, che almeno l'Italia abbia la dignità di ripagarli con la stessa moneta, abolendo l'estradizione dall'Italia agli Stati Uniti.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 02/04/2013 - 08:00

Bravissimi gli Usa. Noi invece consegniamo su un piatto d'argento i nostri marò. Mi vergogno d'essere italiana.

Gianni Barbero

Mar, 02/04/2013 - 09:02

Forcalandia! Ormai in Italia si è colpevoli fino all'assoluzione definitiva:-)) L'Italia,comunque,NON estrada i suoi cittadini(Art.13 CP).E lo stesso fanno tutti i Paesi. Per i marinai non si è trattato di estradizione,visto che erano stati arrestati in India.