Caso Meredith, Sollecito: "Io e Amanda innocenti, ma da lei molte bugie"

Il ragazzo ricorre in Cassazione: "Ero a casa a guardare i cartoni"

"La base fondante della condanna è tutta appoggiata su un memoriale che ha scritto Amanda mentre era in prigione a Capanne. In questo memoriale lei mi scagiona
completamente e mi dichiara assolutamente estraneo". Raffaele Sollecito ribadisce la sua innocenza si prepara al ricorso in Cassazione contro la condanna a 25 anni ricevuta in appello a Firenze per l'omicidio di Meredith Kercher avvenuto a Perugia a novembre 2007.

Non scarica però le colpe si Amanda Knox: "Sia io che la mia famiglia crediamo profondamente alla sua innocenza", ha detto in conferenza stampa, "Non esiste nessun ritrattamento da parte mia in questa nuova fase processuale. Ma non sono il garante di Amanda: posso rispondere di quello che ho vissuto io". A provare l'innocenza di Sollecito ci sarebbe anche un sms inviato da Amanda a Patrick Lumumba alle 20.35 e lontano dalla casa di Sollecito. "Questo lo dice la sentenza", ha detto l’avvocato Giulia Bongiorno, "Dato che, a nostro parere, il delitto sarebbe avvenuto tra le 21 e le 21.30 e che lo stesso Rudy Guede parla dell’omicidio a quell’ora, rileviamo nel ricorso che nella sentenza d’appello bis si dice che Amanda e Raffaele non erano insieme. Non aggiungiamo altro e chiediamo che i giudici spieghino". A questo punto Raffaele ha ribadito: "Negli atti c’è prova che io ero a casa mia e stavo vedendo un film di cartoni animati giapponesi".

Commenti
Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mar, 01/07/2014 - 14:29

Ah... adesso non è più il film Amelie con la sua bella ma sono diventati i cartoni animati giapponesi. Se così fosse perché ha mentito fino ad ora? Magari è pure vero che lui fosse in casa e tendo a credergli, dato che di DNA del Sollecito sul luogo del delitto gli inquirenti non ne hanno trovato (a parte questo gancetto che può essere stato benissimo contaminato viste le procedure poco professionali utilizzate per l'acquisizione delle prove). Rimane il fatto che ha mentito (che già di per sé è un reato e la Buongiorno dovrebbe saperlo questo). Raffaele allora era Amelie o erano i Manga? Che bisogno c'era di mentire?

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 01/07/2014 - 14:38

Dell'innocenza di Raffaele Sollecito sono stra convinto perché contro di lui non c'è Movente che tenga, comunque i PM mettano le cose. Credo che Amanda sia innocente anch'essa, anche se penso che qualche guaio l'ha combinato. Provando a ricostruire gli eventi, la supposizione che mi viene in mente è che sia stata Amanda a fare entrare il Guedè in casa, sicuramente su sollecitazione di questi, perché aveva bisogno di andare in bagno. Normalmente gli avrebbe risposto di no, ma è possibile che volesse fare un dispetto a Meredith per le loro piccole beghe interne. Dopo averlo fatto entrare deve averlo lasciato per andare da Raffaele e informando prima il Guedè che sarebbe ritornata da lì a poco. Occorrerebbe sapere com'era la serratura d'ingresso, cosa che non so. Infatti se la porta era apribile solo con la chiave, sia dall'esterno che dall'interno, il Guedè non poteva uscire senza l'intervento di Amanda o di Meredith. Dopo essere stato in bagno può avere chiesto a Meredith, e quindi è seguito il delitto. Al ritorno di Amanda e di Raffaele questi hanno scoperto la cosa e Amanda, da brava americana, ha pensato di non farsi coinvolgere, convincendo il Raffaele ad allontanarsi dalla casa, dopo avere umanamente ricoperto con la coperta Meredith. Solo che, dopo, si sono resi conto che qualcuno doveva scoprire e denunciare il delitto e, dato che l'unica a poterlo fare era Amanda, sono ritornati assieme e hanno chiamato la polizia. In quanto alla finestra rotta, nella stanza dell'altra ragazza, le possibilità sono due: o è stato il Guedè, per non far comprendere che qualcuno era entrato nella casa con la chiave, o sono stati Raffaele e Amanda per lo stesso motivo. In quanto al Guedè è uscito dopo avere usato la chiave di Meredith che, dopo aver lasciato la porta socchiusa, ha rimesso a posto. In pratica i due non sono coinvolti direttamente nell'omicidio, hanno cercato solo di non entrarci. Indubbiamente hanno commesso delle leggerezze, cosa per cui hanno pagato già abbondantemente, ma non il reato di cui li accusano.

lamwolf

Mar, 01/07/2014 - 14:39

Siete entrambi ancora a spasso solo in Italia chi viene condannato a decine di anni è libero di scorrazzare oppure essere rispedita nel proprio paese, chissà con quale magheggio politico. Ma che razza di incompetenti abbiamo creato?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 01/07/2014 - 14:50

questi dettagli ovviamente i magistrati non sanno distinguere. è come se un contadino non sappia distinguere una zappa da una vanga, perché nessuno gli ha spiegato che differenza c'è e come vanno usate... :-) PSICOSINISTRONZI, siete patetici e cretini!!!!!!!!!!!!!! continuate pure a difendere la magistratura che sbaglia, e insiste a sbagliare, ritenendosi al di sopra di ogni responsabilità...

magnum357

Mar, 01/07/2014 - 15:01

Come si fa a credere ad una che ha tirato in ballo una persona estranea al fatto e che ha poi patito ed è stato risarcito con una misera cifra !!! Questa deve andare dentro perchè oltre a Guede ceh ha lasciato molti suoi reperti, c'era anche Amanda, ovvio se no Guede come cazzo era entrato in quell' appartamento !!

lamwolf

Mar, 01/07/2014 - 15:04

@stock47 - Così semplice il rompicapo investigativo, così elementare, così stupido da non pensarci tutti i magistrati, forze dell'ordine, apparati scientifici, studi e laboratori professionali di estrema scientificità, nonché i più illustri criminologhi. Ma questa storiella l'hai sognata oppure è una semplice parodia? Un altro garantista di assassini, perché se c'è stata una sentenza di condanna mi dispiace dirti che chi ha valutato gli atti processuali ha dovuto prendere decisioni di limitare la libertà di due giovani non per storielle garantiste ma su fatti e circostanze documentate anche con prove scientifiche.

MarcoE

Mar, 01/07/2014 - 16:10

Facciamo il ricorso in cassazione e la smettano di fare conferenze ... Non se ne può più di questi!!

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 01/07/2014 - 17:17

lamwolf, mi sono limitato a fare delle ipotesi, non so quanto valide. Tuttavia che Amanda e Raffaele siano innocenti ci puoi scommettere, soprattutto su Raffaele. Non aveva alcun Movente per uccidere Meredith. Hanno provato a infilare Raffaele nel quadro dell'assassinio mettendoci come movente l'orgia degenerata con droghe annesse. Posso anche pensare che Raffaele si facesse qualche spinello ma non credo che andasse oltre, non dimenticare che era figlio di un dottore e quindi sapeva benissimo cosa significa assumere droghe, senza contare che era uno studente universitario di 22 anni impegnato nei suoi studi. Di là di questo perché mai avrebbe dovuto fare un orgia venendo da casa sua dopo avere fatto l'amore con la sua ragazza e, per di più, con un perfetto estraneo come il Guedè a cui avrebbe anche dovuto lasciare alle sue attenzioni sessuali la sua stessa ragazza? Spiegamelo con il buon senso se ci riesci. La sana logica dice di no, non vai a fare un omicidio con stupro per divertirti e in combutta con un perfetto estraneo. In più, in questo quadro assurdo ci avevano infilato un coltello della cucina di Raffaele portato appositamente per uccidere, ma ti pare possibile che uno si porti un coltellaccio da casa sua per un omicidio volontario e intenzionale? Senza contare che il movente faceva a cazzotti con tale evenienza, perché l'orgia era stata occasionale, a detta dell'accusa, perciò c'entrava come i cavoli a merenda. Tant'è che nell'ultimo processo, come se niente fosse, hanno assurdamente cambiato il movente del delitto. Lo sai qual'era? Beghe domestiche tra Amanda e Meredith! Spiegami, con la logica, cosa c'entra Raffaele in un Movente del genere e per di più portandosi un coltellaccio da casa sua. Non aveva alcun motivo d'entrare in un omicidio con stupro per conto di una fidanzata che conosceva da 5 giorni e, per di più, con un emerito sconosciuto come il Guedé! Va contro tutte le regole della logica e del buon senso. Già solo da questo risulta che Raffaele non può che essere innocente, Amanda o non Amanda.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 01/07/2014 - 18:44

BUTTATE VIA LA CHIAVE E SBATTETELI IN CELLA !!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 01/07/2014 - 18:45

SE AMANDA FOSSE STATA NELLA SUA AMERICA DOPO LA CONDANNA AVREBBE ATTESO L'ESITO DEI RICORSI IN GALERA !

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 02/07/2014 - 09:20

Sono colpevoli entrambi, ma non sono sicuro che torneranno entrambi in galera.