Delitto Morganti, l'indagato Castagnacci arrestato per droga

Franco Castagnacci, indagato per l'omicidio di Emanuele Morganti, è stato arrestato ieri sera per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti

Sul caso dell'uccisione di Emanuele Morganti sembra si stiano tristemente spegnendo i riflettori mediatici. Nella serata di ieri sera, però, è emersa una novità riguardante uno dei presunti coinvolti: Franco Castagnacci, il 50enne indagato per l’omicidio del 20enne che risiedeva nella frazione di Tecchiena di Alatri, e padre di Mario, è stato fermato perché trovato in possesso di droga.

Sottoposto ad una perquisizione personale e veicolare effettuata dai militari militari del Norm -Aliquota Operativa- della locale Compagnia di Alatri, comandata dal maggiore Antonio Contente, Castagnacci è stato trovato in possesso di circa 16 grammi di cocaina. La perquisizione domiciliare, poi, avrebbe dato anche esiti di ritrovamento di altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. Accusato di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti, l'uomo é stato condotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

Franco Castagnacci era più volte finito nelle cronache nazionali in questi mesi. Su molti quotidiani infatti, era compara la notizia dell' uccisione del suo cane nei pressi della sua abitazione mediante un avvelenamento e quella riguardante alcune minacce che gli sarebbero arrivate nelle passate settimane. Le indagini sul caso procedono serrate sotto la guida del procuratore capo Giuseppe De Falco e dei pm Misiti e Coletta. Da segnalare, infine, un increscioso episodio: un gruppo di malfattori, secondo quanto si apprende in questo pezzo, avrebbe tentato di fare dello sciacallaggio sulla morte del ragazzo. Stando a quanto si legge, un gruppo di persone ha bussato a più porte col fine di chiedere soldi in favore di iniziative a sostegno della famiglia di Emanuele. Non esiste, però, alcuna raccolta fondi su questo caso.

Franco Castagnacci, intanto, è finito in carcere per droga.