Caso Orlandi, Vaticano: "Ossa della principessa portati altrove"

Per il Vaticano non vi sarebbe alcun mistero. Le tombe sono vuote perché le ossa sono state portate via anni fa

Il Vaticano fa chiarezza sul giallo delle tombe vuote. Stiamo parlando delle tombe del Cimitero Teutoniche aperte oggi su richiesta della famiglia di Emanuela Orlandi, che dopo numerose segnalazioni ricevute sperava di potervi trovare tracce riconducibili alla 15enne romana sparita in circostanze misteriose 36 anni fa.

"Nel corso degli anni - spiega la Santa Sede - sono stati fatti dei lavori di rifacimento ed è ragionevole pensare che i resti appartenenti alla principessa Sophie von Hohenlohe e alla principessa Carlotta Federica di Mecklemburgo siano stati portati altrove". Nessun mistero, dunque. Almeno così sembra. "Queste due tombe - spiegano le stesse fonti - sono state sottoposte a una serie di lavori di ristrutturazione, gli ultimi risalgono a una cinquantina di anni fa. Le ossa delle due principesse sono state rimosse e abbiamo già avviato una serie di verifiche di tipo documentale per capire dove siano finite. Ma è tutto normale, non c’è nulla di inquietante, come è stato detto".