Caso Rosboch, "Gabriele Defilippi disturbato. Da cinque anni è in cura"

La difesa del ragazzo accusato per l'omicidio della professoressa punterebbe sulla "semi infermità"

In una foto rilasciata dai carabinieri Gabriele Defilippi, arrestato per l'omicidio di Gloria Rosboch

Già nel 2011 Gabriele Defilippi, accusato dell'omicidio della professoressa Gloria Rosboch, era seguito da uno psicologo e c'è chi, a Castellamonte, lo ricorda girare per strada vestito con abiti da donna, come in alcune delle fotografie delle sue molte trasformazioni estetiche diffuse dalla stampa in questi giorni.

È il Corriere della Sera a tornare sul caso di omicidio della docente, truffata e poi ammazzata, spiegando che ora la difesa di Defilippi punterebbe tutto sulla "semi infermità mentale" del 22enne, che nei giorni scorsi ha ammesso l'omicidio, aggiungendo pure che la Rosboch era ancora viva quando è stata gettata nel pozzo.

Il primario del reparto di psichiatria delle Molinette di Torino, Enzo Villari, dovrà valutare da consulente la posizione di Defilippi per la difesa. Se al giovane venisse diagnosticata una patologia grave, non potrebbe esserci un processo a suo carico. Nel 2002 un atto di citazione davanti al giudice di pace a Cuorgné definiva Defilippi "fragile" e problematico.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 26/02/2016 - 13:04

Accchh sooo il ventiduenne era già andato davanti ad un giudice di pace all'età di 8 anni (2002)e non l'avevano spedito in una comunità protetta!Mahhhh al gabbio anche gli avvocati della difesa!

venco

Ven, 26/02/2016 - 13:47

Su qualsiasi crimine c'è sempre una scusante in Italia.