Caso Ruby, in aulala superteste BattilanaL'udienza a porte chiuse

È il giorno dell'ex miss Piemonte: disse di essere fuggita da Arcore imbarazzata. Per la seconda parte dell'interrogatorio, il giudice sgombera l'aula

10:09 Al processo a carico di Silvio Berlusconi per il Rubygate torna in aula Ambra Battilana, l'ex miss Piemonte già interrogata nel processo gemello a carico di Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti. Ambra ha già spiegato di essere stata invitata da Emilio Fede ad una festa ad Arcore e di esserne fuggita imbarazzata per le scene cui le era toccato assistere.

10:13 In apertura d'udienza, prima che Ambra venisse fatta entrare in aula, il pm Antonio Sangermano ha depositato, con il parere favorevole dei legali di Berlusconi, una denuncia presentata da Ambra nei confronti di un maturo imprenditore piemontese. Nella denuncia, per la quale la Procura di Alba ha già chiesto l'archiviazione, Ambra racconta di avere ricevuto migliaia di euro per avere rapporti sessuali con l'imprenditore, quando era ancora minorenne, prima di conoscere Fede e Berlusconi.

10:16 Ambra sta raccontando nuovamente la sua visita ad Arcore, senza aggiungere per ora altri dettagli rispetto a quanto ha affermato nel processo "parallelo". Dopo di lei verranno interrogate le gemelle Imma e Concetta De Vivo, ex dell'Isola dei famosi e ospiti con una certa frequenza delle feste di Arcore, e le deputate del Pdl Licia Ronzulli e Maria Rosaria Rossi.

11:25 Dopo la cena, racconta Ambra, alcune delle ragazze ospiti iniziarono a fare gare di ballo. "Maristelle Polanco aveva un vestito arancione molto corto, si sollevava e si vedeva che aveva un perizoma o un tanga. Le altre ragazze avevano inizialmente costumi da infermiera o da altro, poi iniziaronou a spogliarsi. La Minetti fece una esibizione al palo della lap dance con un vestito a strappo, lo tolse e rimase completamente nuda con addosso solo le scarpe con i brillantini. Io guardavo le scarpe perché non sapevo dove guardare. Le gemelle De Vivo avevano abiti che lasciavano scoperti i seni. Berlusconi baciava i seni alle ragazze. Quando la Minetti rimase nuda andò da Berlusconi a farsi baciare i seni. Fede era il secondo protagonista, cercava di ridere, scherzare, fare parte anche lui della festa. Ma mi ricordo soprattutto di Berlusconi". Il pm Sangermano chiede: "Perché non siete andate via quando avete visto la piega che prendeva la serata?" "Perché non volevamo compromettere il rapporto con Emilio Fede che poteva esserci utile per il concorso di miss Italia".

12:24 Il tribunale fa sgomberare l'aula e l'udienza prosegue a porte chiuse: la decisione a sorpresa é stata assunta, su richiesta della Procura e con il consenso degli avvocati di Berlusconi, per la seconda parte dell'interrogatorio di Ambra Battilana. Da questo momento la ragazza dovrà infatti rispondere alle domande sul suo rapporto con l'anziano imprenditore di Alba con cui ebbe una love story a pagamento iniziata quando era minorenne.

12:29 "Dovrò fare domande un po' pregnanti": questo l'argomento usato dal pm Antonio Sangermano per spiegare perché fosse necessaria una udienza a porte chiuse. Il tribunale aveva appena ammesso tra gli atti del processo la denuncia presentata da Ambra contro l'imprenditore, in cui racconta di essere stata "plagiata" e di essere divenuta un "oggetto sessuale" ricevendo per questo migliaia di euro in contanti, appartamenti, auto e vestiti. Comprensibile la scelta della Procura: la denuncia sembra dimostrare che Ambra quando venne invitata ad Arcore era assai meno ingenua ed inesperta di quanto ha raccontato finora, e potrebbe essere quindi un testimone complessivamente inattendibile. Per approfondire questo tema sono però necessarie domande assai invasive. È la prima volta che il processo Ruby, dove i momenti scabrosi non sono mancati, deve procedere a porte chiuse.

15:17 Ha avuto momenti drammatici l'interrogatorio a porte chiuse di Ambra Battilana nell'aula del processo Ruby. Nell'aula del processo per concussione e prostituzione minorile a carico di Silvio Berlusconi, sgombrata da giornalisti e pubblico su ordine del tribunale, sono state poste numerose domande alla ragazza sui suoi rapporti con I.G., maturo imprenditore che avrebbe mantenuto la ragazza per circa due anni facendone - secondo la denuncia presentata dalla stessa Battilana - una sorta di "oggetto sessuale". Davanti alle domande ienevitabilmente invasive della procura e della difesa di Berlusconi, Ambra é scoppiata più volte a piangere ed ha abbandonato dopo un'ora e mezza l'aula in lacrime.

15:22 Poi é toccato a Licia Ronzulli, parlamentare europeo del Pdl, presente in più di un'occasione ad Arcore. La Ronzulli ha negato di avere assistito a scene di sesso, e ha anche spiegato che il massimo di intimità tra Berlusconi e le ospite delle feste cui le è toccato assistere fu "un bacio sulla guancia". "Non ho visto seni né sederi né punti vita, al massimo qualche coscia perchè c'erano ragazze in minigonna". Della statuetta con un fallo sproporzionato che secondo la Battilana e altre testi veniva fatta circolare durante le cene, ha spiegato che era una statua africana della fertilità, e ha escluso che le ragazze mimassero rapporti orali con la statua.

16:05 Dopo la Ronzulli, è stata interrogata la deputata del Pdl Maria Rosaria Rossi. "Sono una delle assistenti dell'onorevole Berlusconi, insieme a Sistino Giacomoni e Valentino Valentini". Ha anche un rapporto personale con Berlusconi, le è capitato di frequentare la sua abitazione? "Piu di una volta e più di una abitazione", risponde con una punta d'orgoglio la Rossi.Chi altri c'era? "La Minetti, la Faggioli, le sorelle De Vivo che ho incintrato anche qua fuori dall'aula". In quei giorni la Rossi racconta di avere vissuto e dormito ad Aecore. Ha visto Ambra Battilana e Chiara Danese? "Sì, una volta sola, me le presentò Emilio Fede. La signora Battilana aveva una fascia perché aveva vinto un concorso di miss". Cioè si è presentata con la fascia?, chiede un po' stupito il pm. "Sì". Come è stata la cena? "Come tutte le cene a casa del presidente, buona". Non volevo sapere della qualità dei piatti, chiosa il pm Sangermano. "Su nostra insistenza, perché canta anche molto bene, il presidente accettò di cantare qualche canzone, specie in francese. E poi le storielle, che periodicamente sono sempre le stesse". La Rossi spiega di essersi alzata spesso durante la cena sia per rispondere al telefono o raccogliere notizie che arrivavano da Palazzo Chigi, "poi mi alzavo anche per fumare. Il presidente Berlusconi non ha vizi, non fuma, e io per rispetto non fumavo davanti a lui". Interrogata se ha visto la statuetta lignea che circolava e le signore che simulavano un rapporto sessuale, risponde secca "No".

16:40 La Rossi ha il merito (o la colpa) di avere definito per prima, in una intercettazione, le feste più movimentate come "le sere del bunga bunga". E oggi spiega: "All'inizio il bunga bunga era il passaggio di una delle barzellette preferite del Presidente. Con le parole bunga bunga io intendevo dire che se una sera c'erano più ospiti, se la serata si allungava, il presidente si metteva a raccontare qualche barzelletta e allora diventava una serata più di divertimento che di altro". Ma in queste serate lei ha visto ragazze che si denudavano o si toccavano? "No, magari c'erano le ragazze con i costumi da calciatore e babbo nataline, poi ballando si toglievano i costumi e restavano con delle paillettes, dei corpettini". Ha visto ragazze che si toccavano sui seni? La Rossi cerca di spiegare, "se vuole glielo posso mimare anche se non sono brava a ballare (il giudice la dissuade, ndr). Le ragazze avevano delle maschere, alcune raffiguravano il presidente Berlusconi stesso, molto carine; c'era un'altra vestita da poliziotta con la maschera dell'onorevole D'Alema. Facevano così... ". La Rossi fa il gesto di chi si apre un po' la camicetta, la scosta e la rimette. Il giudice chiede: poi si avvicinavano all'onorevole Berlusconi? "No, ballavano tra di loro, facevano una sorta di scenografia". Il pm Sangermano contesta alla Rossi una telefonata intercettata sull'utenza di Emilio Fede tra lei e Fede. La Rossi - che è parlamentare - mostra disappunto per essere stata intercettata, "credevo che ci fosse un regolamento diverso". Poi, sempre più polemica: "Grazie a voi abbiamo dovuto cambiare il nostro modo di parlare al telefono, credevo che fosse una conversazione privata. A questo punto voglio fare una dichiarazione". Il giudice Turri la stoppa, "si limiti a rispondere alle domande". E la Rossi torna a spiegare la faccenda del bunga bunga. "Per me quell'espressione voleva solo dire che saremmo finiti a fare tardi mentre io volevo andare a letto presto". A questo punto insorge anche Ghedini,"si sta contestando a un parlamentare una sua telefonata senza chiedere l'autorizzazione alla Camera", ma il giudice permette al pm di continuare.

17:00 Ed è il pm Antonio Sangermano a sollevare con una sua domanda un nuovo tema, forse emerso nel corso dell'interrogatorio a porte chiuse di Ambra Battilana questa mattina. Il pm chiede a Maria Rosaria Rossi di parlare dei rapporti con Ambra e Chiara dopo la serata di Arcore. La Rossi dice di non averle più incontrate. "Una volta però arrivò a Roma una lettera firmata da Ambra con una fotografia, la commentammo anche col Presidente. Era una lettera carina, scritta con un linguaggio semplice, diceva grosso modo "mi piacerebbe tanto ringraziarti della serata, è stata una serata molto bella e mi piacerebbe reincontrarla, in questo momento non sto lavorando". Come la maggior parte delle lettere che arrivano c'era anche la speranza di un lavoro, c'era la foto di lei in costume". Di questa lettera a Berlusconi da parte di Ambra, che ha sempre sostenuto di essere fuggita indignata da Arcore, non si avevano finora notizie.

Commenti

poli

Lun, 25/06/2012 - 11:51

E' mai possibile che un pool di magistrati metta in piedi un circo del genere,sulle parole della Battilana,chi avuta la sfiga di trattarla la signorina dopo 5 minuti ci si rendeva conto che ha de problemi,l'unico errore di Berlusconi fare entrare gentaglia cosi nelle proprie dimore.

Cinghiale

Lun, 25/06/2012 - 11:58

Che due balle questa storia. E noi paghiamo.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 25/06/2012 - 12:04

Adesso la Battilana fa la santa Maria Goretti, ma allora cosa ci faceva alle feste notturne? Tanto più che la filosofia del femminismo comunista insegnava a praticare il "libero amore", e il giudice di Milano Michele Montingelli, condannava un papà (islamico) per "maltrattamenti" perché non voleva che sua figlia assistesse agli amplessi televisivi di "Rocco Sifredi" con le sue compagne.

Raoul Pontalti

Lun, 25/06/2012 - 12:02

Non ne hanno mica sbagliata una delle invitate alle cene eleganti. Tutte esperte ornitologhe sin da fanciulle, talune addirittura docenti di geriatria aviaria, specialità particolarmente apprezzata in quel di Arcore vista l'età dell'Anfitrione e dei suoi sodali. Chissà quanto tempo avrà richiesto a Fede, Mora, e soci il reperimento e la valutazione di tutte queste zoologhe. Ciò che emergerà dalle deposizioni sicuramente contribuirà all'incremento delle conoscenze sulle metodologie avanzate di cura e riabilitazione dei volatili a pelo grigio dal canto raro e lento.

tony42

Lun, 25/06/2012 - 12:10

Sono peggio del sant'Uffizio e vedono sreghe dappertutto: io li riconosco dall'odore appena aprono bocca o scrivono qualcosa su fb, capisci che sono la metastasi. Statene alla larga e se l'avete presa per moglie o cpompagna, liberatevene prima che sia troppo tardi. Io lìho fatto.

scipione

Lun, 25/06/2012 - 12:26

Povera verginella Ambra," e' fuggita imbarazzata ". Ma dove credeva di andare ,in un convento di clausura ? Ci vuol far credere che non sa che anche nelle feste dei piu' castigati liceali si fanno giochi di spogliarello,a volte circola droga e i giovani si appartano per i loro atti erotici ? Chi vuol prendere per il c....o? Ma va la', va la' cretina,direbbe Ghedini.

lamwolf

Lun, 25/06/2012 - 12:47

Donne squallide, senza valori e da soldi. Se questa donna ha avuto rapporti per denari già da minorenne, si sarebbe imbarazzata davanti a spogliarelli e baci ai seni? ma chi ti paga per dire certe ******@te?

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Lun, 25/06/2012 - 13:12

6 scipione : ''nelle feste dei piu' castigati liceali'' si e' fra coetanei , ad arcore c'era un povero vecchio malato con 50 anni e passa in piu ' ..

yure22

Lun, 25/06/2012 - 13:31

Porte chiuse? Ci dev'essere del losco. Mica le faranno la prova di verginità o cose del genere. Mi chiedo a quanto sarà condannato il medico che le prescrisse la frequentaziuone della villa a scopo terapeutico.

agostino.vaccara

Lun, 25/06/2012 - 13:42

Benissimo, si prosegue a porte chiuse con la signorina ambra. Magari qualcuno vorrà provare di persona cosa aveva da offrire al suo fidanzatino settantenne quando aveva appena 17 anni!!! Dubito, però, che la pagherebbero come lui!!!!!!

Paul Vara

Lun, 25/06/2012 - 14:00

Sarà squallida la vita delle ragazze di Arcore, ma ancor più squallidi sono coloro che ne hanno approfittato. Due vecchi satiri che si credevano ammirati dalla giovinezza pagando profumatamente l'inganno. Affari loro, certo, il processo non riguarda lo squallore dei protagonisti ma i presunti reati commessi di induzione alla prostituzione e prostituzione minorile, voler far passare i magistrati per guardoni e viziosi è la cortina di fumo sviluppata dalla difesa per insabbiare (ancora una volta) le indagini che riguardano Berlusconi.

Cinghiale

Lun, 25/06/2012 - 14:11

#10 agostino.vaccara - Ma che razza di considerazioni fa, lei era presente? lei sa se e quanti soldi si è presa la pupazza? Perchè non va in tribunale a testimoniare come persona informata dei fatti. Questi continuano a usare soldi delle nostre tasse per un processo che non porta da nessuna parte, questo è il succo della vicenda.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Lun, 25/06/2012 - 14:47

Certo que i sinistri fan del libero amore sono diventati dei bigotti mica da ridere.

alberto51

Lun, 25/06/2012 - 15:22

Finitela con questa storia nonse ne puó piú.Soldi buttati al vento risorse impegate per cercare "*****me" che collabori.uno che quindici anni fa é stato operato di prostata cosa volete che possa fare ammesso e non concesso che le feste siano state orge a detta della praticissima e semprronta ragazza buco? Provo miseria e pena per questa squallida farsa intententata per screditare esseri umani. Infatti solo delle misere menti possono con pervicacia insistere su ció che non é mai stato e non sarà mai.BUFFONI ,potrebbe esse una parola che li identifica, meglio ancora "squallidi" .

sorans99

Lun, 25/06/2012 - 15:32

Trovo patetica, disgustosa, meschina, tutta questa faccenda imperniata allo scopo di eliminare Berlusconi da ogni attività politica ed economica, colpevole com'è di aver silurato la golpe comunista del pool mani pulite. Se non sono mal informato a Milano è stata usata la risorsa economica (di milioni di euro come a Palermo) per fare le intercettazioni telefoniche contro la mala organizzata, soldi utilizzati per intercettare le telefonate di Arcore-Bunga-bunga. Gli avvocati difensori di Berlusconi non hanno nulla contro l'interrogatorio, anche a porte chiuse. Visto che la marocchina "Ruby", la speranza degli accusatori, si è rilevato un misero fiasco, una bolla di sapone di bugie e fantasie, ora riprovano con questa nuova leccalecca.

corrado 72

Lun, 25/06/2012 - 15:41

E' tutta una pagliacciata, una gran perdita di tempo e di denaro pubblico. Si sa già che finirà tutto in una bolla di sapone. La magistratura andrebbe completamente azzerata e rifatta tutta daccapo. cordialmente corrado 72.

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Lun, 25/06/2012 - 15:46

Nella seconda guerra mondiale e fino a qualcche decennio fa, prima dell'impiego del moderni strumenti di avvistamento (sistemi radar, infrarossi, visori notturni), si attaccava il nemico con l'impiego dell'artiglieria a cui seguivano i carri armati che, assieme alla fanteria si nascondevano dietro una spessa cortina fumogena. Oggi, quella cortina sarebbe inutile a causa delle nuovissime tecnologie anzidette e come accade spesso ai "progressisti", che pur facendosi i principali fautori del progresso non disdegnano mai i vecchi metodi e tradizioni; per gettare fumo negli occhi usano screditare gli avversari con la calunnia. Il metodo ben collaudato è quello di piantare un chiodo su una parete liscia e immacolata, tanto anche se il chiodo lo levi, il buco, resta.

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 25/06/2012 - 15:49

Che peccato: sono passati i bei tempi dell'Isola di Wight , delle feste hippie, dei costumi morigerati, della lotta alla droga....Ora non è più così...tutta una perdizione e costumi discinti....Grazie kompagni pm, questo scandalo deve essere punito con severità...Alle povere ragazze, coartate, quando sarà eretto un monumento in via Freguglia??? E.A.

FrancescoCeC

Lun, 25/06/2012 - 15:59

Certo che se verrà dimostrato solo la metà di quello che dicono ne emerge un quadro triste e patetico della vita di Berlusconi. Il teatrino, gli sfruttatori, le ragazze che se lo abibndolano e la sua famiglia dove era? Nessuno a proteggerlo?

nevenko

Lun, 25/06/2012 - 16:26

Sarò brevissimo: CHE PALLE! NON SE NE PUO' PIU'!

ARNJ

Lun, 25/06/2012 - 16:56

......ma uno,...a casa sua..., non può fare i ***** che vuole ??????....cosa fanno i giudici a casa loro ??????.....mica gli chiediamo se e con chi fanno sesso.........e sesso lo fanno sicuramente.......allora sono dei fanatici curiosi di sguazzare sotto le lenzuola altrui.........dei veri guardoni a quanto pare......!!!!...F I N I T E L A con queste caz...te, è ora,....ci avete stufati tutti,....interessatevi di cose più importanti,invece di sprecare tempo e denaro dietro storie fantasiose...........!!!!...

linoalo1

Lun, 25/06/2012 - 17:13

Era sotto la minaccia delle armi o minacciavano di non pagarla?Chissà che,prima o poi,i Magistrati facciano il lavoro per cui noi li paghiamo!Lino.

antoniovivaldi

Lun, 25/06/2012 - 17:51

#21 ARNJ Ti elenco alcune delle cose che non si possono fare neanche se stai a casa tua. Per esempio: Non puoi uccidere un essere umano, non puoi collegarti ad internet adescando minorenni, non puoi sfruttare la prostituzione specie con l'adescamento nei confronti di minorenni, non puoi fare uso di sostanze stupefacenti ecc.. Tra l'altro è al vaglio anche una sanzione per chi scrive cavolate sui forum pur facendolo da casa o dall'ufficio, per cui stai attento.....

tzilighelta

Lun, 25/06/2012 - 18:02

non so se sono più patetici i gonzi che difendono B.oppure lo stesso B. che a quasi 80 anni da presidente del consiglio faceva le feste con una vagonata di escort ( a pagamento) alla faccia della crisi incombente! Leggere che i bacchettoni di destra reclamano la libertà di fare quello che si vuole mi fa sbellicare dalle risate! c'avete ancora il cilicio con le spine attaccato al deretano ma di che parlate!

GinoMa51

Lun, 25/06/2012 - 18:27

Signori magistrati di Milano, non vi sembra il caso di piantarla lì e tornare a lavorare? Ormai Berlusconi non è più premier, avete ottenuto lo scopo che vi eravate prefisso. Come fate ad andare avanti dopo aver sentito la ex-minorenne di oggi? Basta PER FAVORE!!!!!!!

Ritratto di nestore55

nestore55

Lun, 25/06/2012 - 18:36

#24 tzilighelta....Meglio gonzo che "Lei"....E.A.

violina66

Lun, 25/06/2012 - 18:42

Bene, qualche spiraglio di luce si intravvede anche tra i berlusconiani più incalliti. Prima credevano che le ragazze non fossero mai entrate nel palazzo (erano tutte o matte o pagate dalla sinistra affinchè testimoniassero il falso) poi è vero che ci sono entrate ma erano cene eleganti e culturali, dopo ancora beh ma uno può fare quello che vuole nel privato, adesso cosa ce ne importa di questi processi che costano solo soldi pubblici. Invece i soldi pubblici spesi nelle scorte che carabinieri e polizia facevano a queste signorine e ai papponi che le accompagnavano, quelli non contavano?? E i voli di stato su cui viaggiavano a spese nostre per raggiungere Villa Certosa?

Totonno58

Lun, 25/06/2012 - 19:11

#21 ARNJ...mi dispiace ma la tesi difensiva della privacy, dei fatti propri ecc. è stata abbandonata molto presto anche da quel "gran genio" dell'avv.Ghedini...facciamo andare avanti il processo e vediamo se ci sono stati dei reati durante quelle "cenette eleganti" (altra tesi difensiva caduta in disuso perchè alquanto vacillante), ok?! ...in ogni caso, se Lei è preoccupato per qualche possibile brutta sorpresa per l'integerrimo ex Presidente (meno male che sia ev), stia tranquillo, ci vorranno una ventina d'anni per arrivare a qualche conclusione e non credo che, alla soglia del centenario della sua nascita, possano i giudici essere così cattivi nei suoi confronti...in fondo in fondo ci ha fatto anche un po' divertire questo nostro amatissimo clown!!

Ritratto di dicosololaverità

dicosololaverità

Lun, 25/06/2012 - 19:42

tzilighelta; per me e credo per tutti noi, il più patetico è lei. Perchè non si rende conto delle scemenze che dice. Secondo lei questo è un processo da fare? Questi testimoni sono persone attendibili? Lasci stare per un momento che l'imputato sia Berlusconi e al posto suo ci metta un altro: un certo Sig. Jon F. Kennedy, oppure un Sig. Clinton. La smetta di fare il finto moralista invidioso di chi è ricco, famoso, e circondato da belle donne. A tutti noi piacerebbe essere nei suoi panni compreso lei, che continuando a menare il torrone, fa la figura della volpe che non iusciva a mangiare l'uva.

ortensia

Lun, 25/06/2012 - 19:51

Qui in Emilia si dice che tira piu' una gnocca che cento buoi ma dice anche che chi sa fa e chi non sa insegna. Questo non perdoniamo a Berlusconi, di averci lasciato nelle mani di questi bocconiani.

ortensia

Lun, 25/06/2012 - 20:20

Pensate un po' a quelle poverine quando si sono viste questo aggeggio da massaggiare!

ale84ale84

Lun, 25/06/2012 - 21:05

Volevo chiedere ma per caso si può fare l'udienza a porte chiuse no perchè secondo l'art.21 della costituzione italiana e secondo la carta dei diritti fondamentali dell'uomo,la stampa non deve essere soggetta a controllo,anzi deve informare,vedete di far uscire le carte dei verbali che l'accusa e la difesa hanno chiesto alla signora Ambra sul caso con l'imprenditore di 70 anni perchè prevale il diritto del pubblico a essere informati sui procedimenti giudiziari - La Corte di Strasburgo dei diritti dell’uomo ha riconosciuto prevalenti il diritto della stampa di informare su indagini in corso e l'esigenza del pubblico di essere informato sui procedimenti giudiziari. La Corte di Strasburgo dei diritti dell’uomo, con la sentenza del 7 giugno 2007 (ricorso n. 1914/02- affaire Dupuis et autres c. France), ha riconosciuto prevalenti il diritto della stampa di informare,venne dichiarato che anche dinanzi ad interrogatori e intercettazioni secretati la stampa e i giornalisti dovevano parlarne

ale84ale84

Lun, 25/06/2012 - 21:16

Volevo chiedere ma per caso si può fare l'udienza a porte chiuse no perchè secondo l'art.21 della costituzione italiana e secondo la carta dei diritti fondamentali dell'uomo,la stampa non deve essere soggetta a controllo,anzi deve informare,vedete di far uscire le carte dei verbali che l'accusa e la difesa hanno chiesto alla signora Ambra sul caso con l'imprenditore di 70 anni perchè prevale il diritto del pubblico a essere informati sui procedimenti giudiziari - La Corte di Strasburgo dei diritti dell’uomo ha riconosciuto prevalenti il diritto della stampa di informare su indagini in corso e l'esigenza del pubblico di essere informato sui procedimenti giudiziari. La Corte di Strasburgo dei diritti dell’uomo, con la sentenza del 7 giugno 2007 (ricorso n. 1914/02- affaire Dupuis et autres c. France), ha riconosciuto prevalenti il diritto della stampa di informare,venne dichiarato che anche dinanzi ad interrogatori e intercettazioni secretati la stampa e i giornalisti dovevano parlarne

Totonno58

Mar, 26/06/2012 - 00:50

#29 dicosololaverità (372)..perchè non applica un po' il suo nick alle cose che scrive?Quelle persone non sono attendibili non come testimoni ma riguardo gli incarichi che avrebbero/hanno avuto in cambio di quello che sappiamo...e berlusconi ha comemsso "l'errore"(chiamiamolo così) di rendere pubblico il suo privato, diventando uno dei leader politici più ricattabili della storia...per me è stato anche tra i più penosi e patetici ma questo è un mio modestissimo parere personale, legittimamente qualcuno lo riterrà un semidio. siamo in democrazia....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 26/06/2012 - 02:06

Continua l'inquisizione come ai ben noti tempi delle streghe alle quali veniva chiesto se avevano avuto rapporti con il diavolo. Quante volte, come e dove li avevano avuti. Ma ci rendiamo conto di cosa sta succedendo in un tribunale di Milano. Un cittadino inquisito perché gli piace la gn..ca. Sto vivendo nel 2012 o per caso sono cascato in un incubo medioevale?

gicchio38

Mar, 26/06/2012 - 07:41

Cara Cricca Di Supergiudici Milanesi......... Tutta L'italia Si Sta Sbellicando Dalle Risate Per Le Figuracce Che Da Quasi Venti Anni State Facendo Ed E' Arrabbiata Per Il Denaro Di Noi Contribuenti Che State Sciupando Nella Vana Speranza Di Condannarer Il Cavaliare Silvio Berlusconi Al Quale Non Siete Degni Neanche Di Baciare I Piedi Quando Ce Li Ha Sudati. Rassegnatevi E Incominciate A Pensare Seriamente Che Forse La Frittata Si Sta Girando A Vostro Danno E State Tranquilli Che Il Popolo Vi Citera' Per Tutti I Danni Che Avete Procurato In Tutti Questi Anni Spesi Inutilmente Nella Vana Speranza Di Colpire Berlusconi Che Per Voi, Poveri Miserelli, E' Pane Troppo Duro Per Le Vostre Dentiere.

MMARTILA

Mar, 26/06/2012 - 08:37

Un tempo non lontano costei l'avremmo trovata al terzo lampione in minigonna e stivali di pelle fino al ginocchio, oggi diviene una testimone chiave in un procedimento ridicolo, forse in base alla sua cristallina credibilità e con in cambio un poco di pubblicità gratuita.

fossog

Mar, 26/06/2012 - 16:06

Non ne faccio una questione politica.... in politica e nell'amministrazione anche un vizioso può fare bene, al contrario invece di un idiota che non fà mai nulla di utile. MA.... anche la dignità vuole la sua parte, ed io non credo che tutte le quelle buffonate/bestialità che da racconti plurimi succedevano in questi meeting siano dentro la dignità minima di una persona. E non credo siano nemmeno dentro la intelligenza minima di una persona che sà di essere sotto la lente di ingrandimento. Insomma penso che ci voglia una grande arroganza, una grande cecità/pochezza sociale, per fare simili errori e vivere così in basso potendo farlo invece in alto, NO ?