La Cassazione dice sì all'adozione per coppie gay

La Corte d'appello di Roma dà l'ok all'adozione di una bimba chiesta dalla partner della madre

La prima Sezione Civile della Corte di Cassazione ha respinto il ricorso del procuratore generale e ha confermato la sentenza della Corte d’Appello di Roma con la quale è stata accolta la domanda di adozione di una minore proposta dalla partner della madre, con lei convivente in modo stabile. Lo rende noto un comunicato della Cassazione. Con la sentenza 12962/16, pubblicata oggi, la Corte Suprema si è pronunciata sull’adozione "in casi particolari" prevista dalla legge 184 del 1983.

Gli ermellini, nel confermare l’adozione della coppia di donne omosessuali, hanno affermato che questa "non determina in astratto un conflitto di interessi tra il genitore biologico e il minore adottando, ma richiede che l’eventuale conflitto sia accertato in concreto dal giudice". Secondo la Cassazione, inoltre, questa adozione "prescinde da un preesistente stato di abbandono del minore e può essere ammessa semprechè, alla luce di una rigorosa indagine di fatto svolta dal giudice, realizzi effettivamente il preminete interesse del minore".

La sentenza della Cassazione


Il caso trattato dalla prima sezione civile della Corte di Cassazione, il primo in Italia da parte di una coppia omosessuale, fa riferimento alla domanda di adozione di O.A., una minore (che oggi ha sette anni), da parte di una partner stabilmente convivente con la madre. Un primo via libera era stato dato dal tribunale dei minorenni di Roma nell’estate del 2014, poi l’anno dopo c’era stato la conferma della pronuncia da parte della Corte d’appello. Le due donne, entrambe romane, vivono assieme dal 2003 e la piccola, nata in Spagna con la procreazione assistita eterologa nel 2009, grazie a questo provvedimento poteva essere adottata dalla mamma non biologica e avere il doppio cognome. Contro la sentenza aveva fatto ricorso in Cassazione la Procura Generale di Roma: era stata lo stesso Pg Giovanni Salvi, con una nota del 24 febbraio scorso, a spiegare la decisione del suo ufficio di ricorrere contro la sentenza d’appello del 20 ottobre 2015. Il magistrato aveva giustificato l’iniziativa chiarendo che "in assenza di una espressa disciplina normativa è infatti necessario raggiungere un’interpretazione univoca della norma, che superi gli attuali contrasti di giurisprudenza e assicuri a tutti eguale trattamento". Nel caso specifico, l’impugnazione riguardava principalmente la necessità di nomina di un curatore speciale della minore ai sensi dell’articolo 78 cpc per la possibilità di conflitto di interessi del minore con il genitore. Una possibilità che i giudici di primo grado, e poi quelli di secondo, avevano escluso senza alcun dubbio ritenendo superflua la presenza di un curatore in un contesto familiare che esaltava il benessere psico-fisico della minorenne con la madre biologica e la compagna.

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 22/06/2016 - 12:05

LO SCHIFO PIU TOTALE HA UN NOME : CASSAZZIONE !!!!!!

frank173

Mer, 22/06/2016 - 12:09

Ma lo può fare senza una legge? Boh, io di questo paese non ci capisco più niente.

maurizio50

Mer, 22/06/2016 - 12:11

Ecco una ulteriore ultima prova del fatto che la consorteria dei giudici in questo Paese allo sfascio, si arroga il diritto di riscrivere norme di legge, senza che mai nessuno abbia a loro dato il diritto di farlo! Questa è veramente la fine dello Stato di diritto teorizzato da Montesquieu e dai fondatori dello stato liberale! E intanto il popolo bue continua a votare per la sinistra o suoi derivati (5Stelle tra tutti)!!!!

giovauriem

Mer, 22/06/2016 - 12:24

ma quale strappo , quelli della cassazione si sentono anche loro dei ducetti , come tutti i magistrati "io sono io e voi non siete un c.zzo" e il popolino bue sta zitto .

Luigi Farinelli

Mer, 22/06/2016 - 12:27

E' inutile sprecare mesi per trasformare disegni di legge in leggi, eleggere rappresentanti dei cittadini perché li rappresentino, indire referendum e organizzare family day con milioni di persone per far capire che la maggioranza la pensa in un certo modo: la magistratura si è ormai sostituita alla dialettica, bypassandola con la disinvolta arroganza dei burattini manovrati e coperti da un potere immenso che ha ridotto il processo democratico ad una ridicola messinscena. Questi burattini delle lobby ultralaiciste e della massoneria Ue sono fra le cause che stanno affossando non solo la nostra nazione ma l'intera società (e civiltà) occidentale. I cittadini sono ormai diventati (spesso anche per proprie colpe: vedi ignavia e menefreghismo) dei poveri scemi da prendere per il c...o da mane a sera facendo loro credere di vivere ancora in regime democratico.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 22/06/2016 - 12:29

Fatemi capire. A cosa servono le leggi, se ogni giudice può fare quel che vuole e interpretarle in maniera del tutto distorsiva, fregandosene bellamente degli altri poteri dello Stato? Roba da matti, direbbe Feltri!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 22/06/2016 - 12:36

No, No, Mai un consenso a questa legge!!!QUESTO È UN ABUSO SU TUTTI I DIRITTI BASATI DELLA FAMIGLIA !!!È INUTILE FARE LEGGI E PAGARE LE TASSE,QUANDO GENTE INSULSA GOVERNA SOLAMENTE PER I PROPRI INTERESSI!!!

cecco61

Mer, 22/06/2016 - 12:37

Perché stupirsi? Ormai l'Italia è in mano all'anarchia perpetrata da una o dall'altra casta. Il richiamo alle Leggi o alla Costituzione è di mera facciata, utile solo per un po' di consenso nell'immediato ma ,tutti i poteri pubblici, delle Leggi se ne infischiano, perseguendo unicamente i propri interessi personali e politici. La stessa Cirinnà, che si autodefinisce democratica, si augurò l'intervento a gamba tesa dei giudici in totale spregio del Parlamento eletto dai cittadini, di cui lei è membro e da cui riceve un lauto stipendio.Pretendono il rispetto delle istituzioni quando loro, che ne sono i rappresentanti, sono i primi a non farlo.

mariolino50

Mer, 22/06/2016 - 12:38

Come fanno se la legge non lo prevede, se la fanno loro da soli, alla faccia della separazione dei poteri. E poi basta con questo inglese, stepchild vuol dire figliastro, ma suona male.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Mer, 22/06/2016 - 12:38

I figli non si ottengono nei tribunali, ma con la comunione di due CONIUGI che si amano. I figli non si comprano! Non voglio pensare a quanti soldi hanno speso questi/e due per ottenere tale vergognoso risultato.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 22/06/2016 - 12:38

Attendiamo fiduciosi il primo frescone il quale scriverà che la magistratura (komunista) esautora il parlamento dalle sue funzioni, dimostrando di non aver capito un... acca.

cgf

Mer, 22/06/2016 - 12:42

in teoria i giudici dovrebbero far rispettare le Leggi esistenti e non farne di nuove, no? sarebbe curioso testare l'indice di fiducia della casta italiana per eccellenza.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 22/06/2016 - 12:45

frank173 - Ma oramai si fa tutto ed il contrario di tutto... basta 'interpretare' la norma, poi chissenefrega cosa dice veramente la legge no?

agosvac

Mer, 22/06/2016 - 12:49

Ci sarebbe da chiedersi una cosa, indipendentemente dal fatto in corso: ma, se la Cassazione più modificare le leggi attualmente in vigore in Italia, che senso ha un Parlamento composto da ben 600 persone che non avrebbero più alcuna funzione???? Tanto vale dare alla Cassazione la facoltà di fare le leggi ed eliminare il Parlamento con un enorme guadagno di soldini che sono a carico di tutti noi!!!!! Di più: visto che in Cassazione ci vanno persone designate e non elette da noi italiani, eliminiamo le elezioni, anche questo ci farebbe risparmiare un bel po' di soldini!!! Del resto, ormai si è capito che le leggi fatte dallo Stato, cioè dal Parlamento, non contano un bel niente.

sottovento

Mer, 22/06/2016 - 12:56

In un paese civile per una cosa del genere di andrebbe a Referendum. Come al solito il Governo non eletto fa di testa sua ma a ottobre finirà questo scempio.

gpquerce

Mer, 22/06/2016 - 13:01

Cassazione corrotta mentalmente: VERGOGNA

squalotigre

Mer, 22/06/2016 - 13:01

Ma Alfano, che come al solito conta nelle decisioni come il due di coppe con la briscola a bastoni, non si era fatto forte della vittoria eroica di non avere consentito questo tipo di adozione? Non si era accorto che votando a favore della legge si spostava la decisione alla magistratura che avrebbe interpretato la legge come voleva? Il Parlamento conta ancora qualcosa o la magistratura che non è un potere perché non eletta da alcuno può decidere a suo piacimento? Siamo da un po' in mano alla magistocrazia che della democrazia se ne frega e che considera la volontà popolare fastidiosa come le zanzare, da abbattere con dosi abbondanti di autan sostituite con avvisi di garanzia, che non si negano ad alcuno.

Rodolfo89

Mer, 22/06/2016 - 13:03

MA A COSA SERVE IL PARLAMENTO ? I MAGISTRATI NON VENGONO ELETTI DAI CITTADINI . . .

Ritratto di Giuseppe da Basilea

Giuseppe da Basilea

Mer, 22/06/2016 - 13:04

Ma insomma...chi Governa l`Italia ? Ognuno qui`fa`quello che vuole.Che schifo di Nazione e`diventa questa povera Italia,e nessuno si ribella ?

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 22/06/2016 - 13:04

Come volevasi dimostrare; e come già avevano lasciato intendere i legislatori, affermando che sarebbero stati i giudici a decidere caso per caso. Alfano e gli alfanini, però, dichiararono e giurarono di essere contrari alle adozioni delle coppie gay e che approvavano la legge sulle unioni civili proprio perché non prevedeva le adozioni, né l’equiparazione delle unioni civili al matrimonio. Adesso cosa diranno? Tranquilli, sono così falsi, ipocriti e voltagabbana, che pur di non rinunciare alle poltrone, qualche scusa inventeranno. Buffoni.

headdd

Mer, 22/06/2016 - 13:08

Godoooooooooo

cecco61

Mer, 22/06/2016 - 13:11

@ Dreamer: sarò pure un frescone ma il potere legislativo spetta al Parlamento, non alla Magistratura. Lo stesso Renzi affermò che l'eventuale discrezionalità dei giudici era ammissibile prima, stante il vuoto legislativo, ma non ora in virtù delle nuove norme approvate. L'Italia dovrebbe essere uno Stato di diritto, non di "common law", e quindi il tuo commento è palesemente fuori luogo.

Loredanasmntt

Mer, 22/06/2016 - 13:12

Questa volta devo essere dalla parte dei magistrati, non é colpa loro se i Parlamentari da anni lasciano vuoti legislativi e fanno leggi a metá o piene di errori. Se il parlamento non voleva la stepchild l'avrebbe dovuta vietare espressamente, é così che si legifera. Da anni sia a destra che a sinistra abbiamo un parlamento di ignavi che non hanno il coraggio di prendere una posizione concreta per non alienare parte del proprio elettorato.

Prameri

Mer, 22/06/2016 - 13:14

Oltre a fare ciò che ciascuno vuole e riesce tanto chi può opporsi (?) tutta la classe italiana attualmente dirigente è individualista e contro la famiglia uomo+donna. Deve distruggere tutto ciò che pensavamo fosse buono e giusto.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 22/06/2016 - 13:15

@Giano. Ok. Concordo. Saluti

vince50_19

Mer, 22/06/2016 - 13:20

Quale sarebbe il problema? Dove lo stato non interviene ci pensa certa magistratura ad "interpretare" leggi secondo il proprio sentire, personali convincimenti. Non per nulla Montanelli ebbe a dire (CorSera, agosto 1998): «Come in tutte le altre pubbliche attività, anche nella giustizia c'è un dieci per cento di autentici eroi pronti a sacrificarle carriera e vita, ma senza voce in un coro di "gaglioffi" che c'è da ringraziare Dio quando sono mossi soltanto da smania di protagonismo». Non credo serva aggiungere altro.

Totonno58

Mer, 22/06/2016 - 13:25

Nn ditemi che non vi avevo avvertito...il mio commento è duplice:1)Non me ne frega niente-2)Qualunque critica è RESTITUITA AL MITTENTE.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 22/06/2016 - 13:29

La legge c'è e c'è sempre stata: tutelare l'interesse primario del minore! Ora qui si parla di un minore che GIÁ VIVE (sin dalla nascita) in casa con la madre e con la compagna della madre. Quindi, di fatto, è già adottato dalla compagna della madre. E, secondo il Tribunale di Roma, con pieno soddisfacimento. Quindi la sentenza non ha fatto altro che tutelare l'interesse del minore a vivere (meglio) come ha fatto dalla nascita fino ad oggi.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 22/06/2016 - 13:30

Tra l'altro fareste bene a leggervi la legge 184 del 1983 (di 36 anni fa!).

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 22/06/2016 - 13:35

cecco61: e cosa dicono le nuove norme riguardo alla stepchild adoption???

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 22/06/2016 - 13:36

Si continua nello scempio sociale, morale e, in fondo, anche religioso. Si continua ad andare contro natura e le sue leggi basilari, ma soprattutto contro la famiglia naturale, detta anche tradizionale. Sono evidenti offese a Dio. Giorno verrà in cui si dovrà pagare anche tutto questo.

HappyFuture

Mer, 22/06/2016 - 13:38

MEDIA?! Please, basta! Incomincia ad essere stucchevole, irritante e noia: appena le cose non vanno come vuole l'establishment (vedi voti comunali) ecco pronto lo schiaffo da dare al popolo, ricicciano le "libertà civili"! B A S T A! Volete imparare a "rispettare" questo popolo?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 22/06/2016 - 13:39

Loredanasmntt: finalmente! Ma non illudiamoci... gli altri si intestardiranno a non voler capire.

cicocichetti

Mer, 22/06/2016 - 13:47

che le facciamo a fare le leggi se poi un giudice si può permettere di ignorarle ?

Tuthankamon

Mer, 22/06/2016 - 13:48

La dimostrazione che cedere un solo centimetro significa cedere ... il continente. Questi giudici devono andare a casa!!

Tuthankamon

Mer, 22/06/2016 - 13:49

frank173 Mer, 22/06/2016 - 12:09 ... lor signori la legge NON la applicano, LA FANNO!!!

obiettore

Mer, 22/06/2016 - 13:50

Capito perché la gente si è stancata di votare ? NON SERVE !

DuralexItalia

Mer, 22/06/2016 - 13:52

Oramai la Magistratura è organo concorrente e sussidiario del potere politico. Dove la politica lascia lo spazio altri poteri concorrenti occupano tali spazi interpretando e implementando i contenuti delle norme oltre ad interpretarle. Ma c'è qualcuno in questo forum che davvero si stupisce di ciò? Potevate pensare che la Magistratura italiana non sarebbe intervenuta di concerto alla stesura della legge sulle unioni civili? La legge in questione è volutamente interpretabile come tutte le leggi d'altronde. Ma questa un po di più...

gianrico45

Mer, 22/06/2016 - 13:57

La cassazione dovrebbe essere la custodia della costituzione e della tradizione. A quanto pare non lo è più. Domanda:se non lo è più, allora a cosa serve?

Marzio00

Mer, 22/06/2016 - 14:01

Continuiamo a dare uno sfoggio della nostra "cultura e civiltà", complimenti davvero. Capite perché la "cultura" occidentale ha già perso ancor prima di combattere?

wotan58

Mer, 22/06/2016 - 14:05

Mentre nei paesi civili la legge contempla una regolamentazione di casi come questi, senza vuoti legislativi che poi prestano il fianco a interpretazioni ridicole ed assurde come la nomina di un curatore speciale per un presunto conflitto d'interessi, in un paese ultrareazionario a cultura kattokomunista come l'Italia si fa di tutto per osteggiare situazioni in cui al primo posto è assicurare "un contesto familiare che esaltava il benessere psico-fisico della minorenne". Il retaggio storico dei kattokomunisti - è che il libero arbitrio del singolo non esista, e, la morale che deve valere per tutti i cittadini è quella imposta dalla credenze religiose dell'elite dominante, esattamente come avviene nei paesi islamici. Ah, povera Oriana, lei laica, libera e liberale, se avesse assistito all'immondo dibattito dei mesi scorsi...

schiacciarayban

Mer, 22/06/2016 - 14:10

I giudici fanno quello che vogliono, ma questa legge è fatta con i piedi e permette qualsiasi interpretazione, insomma il classico pasticcio alla Renzi per non scontentare nessuno e per non perdere voti da nessuna parte, uno schifo insomma!

giovanni056

Mer, 22/06/2016 - 14:15

-il potere legislativo, appartiene al parlamento e consiste nel fare le leggi. -il potere esecutivo, appartiene al governo e consiste nell'amministrare lo stato -il potere giudiziario, appartiene alla magistratura e consiste nel fare rispettare le leggi e disporre sanzioni per chi non lo fa, risarcimenti per le parti lese. trova l'errore

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 22/06/2016 - 14:27

----quando ci sono i vuoti legislativi i giudici li riempono secondo scienza e coscienza ---qui ci sono due donne che convivono in armonia da anni ---una sola era madre legale della bambina----a richiesta adottiva fatta dall'altra di comune accordo --al giudice non rimaneva che questa scelta logica--poichè in caso di morte della madre la bambina non finisce per strada ma è sotto tutela dell'altra----più giusto di così --si muore---hasta siempre

marcs

Mer, 22/06/2016 - 14:28

Gentile Frank 173, la Cassazione ha tenuto conto dell'assenza della legge ed ha trovato la migliore soluzione per il bambino, spesso penso che invece a voi non importi niente del bambino (in tutti i casi simili a questo), perché per voi, che siete ignoranti, l'attività principale è diffamare il lavoro dei magistrati.

FRANZJOSEFVONOS...

Mer, 22/06/2016 - 14:29

MA FINALMENTE LE LEGGI LI FANNO I MAGISTRATI O IL POTERE POLITICO? ORA BASTA LA CASSAZIONE E' ORDINATA SOLTANTO PER EMETTERE LE SENTENZE DI ULTIMO GRADO, NON DI IMPORRE LEGGI. QUESTO E' VIOLAZIONE DELLA COSTITUZIONE.

Ritratto di hermes29

hermes29

Mer, 22/06/2016 - 14:33

Ulteriore conferma. In Italia non si applicano le leggi ma si interpretano, cosi fatta la legge e trovato l'inganno interpretativo. L'interpretazione resta soggettiva ed individuale; ognuno al bisogno la interpreta come vuole.

bruno1959

Mer, 22/06/2016 - 14:39

Mi fanno ridere questi post!!! Ma ditemi...non sapevate che la legge approvata da ampia libertà di decisione al giudice? La Cassazione ha solo applicato la legge alla lettera!!!! Popolo bue!!! continuate a votare chi vi prende per il c..lo!

Ritratto di sailor61

sailor61

Mer, 22/06/2016 - 14:40

perchè pagare 625 parlamentari se tanto questo paese lo guidano I gudici? facciamo che comandano loro e chiudiamo il parlamento. Lo stesso per I comuni, vedi Napoli. Abbiamo perso più di un mese con la discussioni delle unioni civili, per cosa? mi sento preso per I fondelli e poi ci si domanda perchè la gente non va a votare? a cosa serve? quelli che voti cambiano bandiera a seconda di come si svegliano, le leggi e le decisioni le prendoni I corvi neri scelti da altrettanti mamma santissima...quindi? Convincetemi del contrario se potete!

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Mer, 22/06/2016 - 14:49

Omar El Mukhtar ma dove vivi ??? In Italia non esiste la legge dell'utero in affitto e questo lo è quindi la Cassazione fa quello che vuole xchè ?? xchè c'è sempre lo zampino di magistratura democratica (komunisti) quind buffoni...Omar El Mukhtar vedi di studiare....va la...

Ritratto di Valance

Valance

Mer, 22/06/2016 - 14:54

Le leggi, oggi in Italia, non sono più vincolanti. È soltanto la destra a non averlo ancora capito.

Loredanasmntt

Mer, 22/06/2016 - 14:57

I magistrati hanno seguito la legge alla lettera questa volta, la cirinná dice chiaramente che per adozioni o altre questioni si rimanda alle normi vigenti per il matrimonio civile (le adozioni speciali ne fanno parte). Ripeto la causa di tutto va ricercata solamente nel Parlamento, sono anni che personaggi indegni legiferano senza la minima cognizione di causa. La stepchild doveva essere o approvata o vietata chiaramente, cosí invece il PD se ne é lavato le mani ( sapendo che i giudici l'avrebbero acconsentita caso per caso) e alfano .... Meglio non parlarne.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 22/06/2016 - 14:59

Cito: """in assenza di una espressa disciplina normativa ..."" In altre parole il giudice, invece di applicare la Legge, come di sua competenza, la crea. Ma la Corte Costituzionale non intende intervenire a questo strappo che, d'ora in poi, potrà permettere ogni e qualsiasi decisione unilaterale alla casta teocratica della magistratura.

leo.nar.do

Mer, 22/06/2016 - 15:00

… E adesso come la mette l'Ncd che aveva giurato e spergiurato che la legge sulle unioni civili non avrebbe mai portato la Stepchild Adoption … Ora grazie all'Ncd abbiamo di fatto equiparato in tutto e per tutto il matrimonio alle unioni civili …

MOSTARDELLIS

Mer, 22/06/2016 - 15:07

Per la Cassazione le leggi non hanno nessun valore, tanto sono loro che decidono quello che vogliono. A questo punto è meglio che il Parlamento vada a casa, tanto non serve a niente. Il vero potere in Italia è la magistratura.

linoalo1

Mer, 22/06/2016 - 15:13

E' sempre la solita storia!!!Qui in Italia,ognono fa quello che vuole e senza nemmeno chiedere!!!Anche se esistesse una Legge contraria!In questi Due Regimi Assoluti che comandano l'Italia,i Cittadini,non hanno Diritto di Parola!Quali sono i Due Regimi che ci comandano??Il Primo ed il più esteso è quello instaurato da Renzi,seguito a ruota dal Regime di parte del CSM!!Questa Sentenza della Cassazione,ne è un Emblematico Esempio!!!!

Antonio43

Mer, 22/06/2016 - 15:18

La legge del 1983 non prevedeva e non prevede l'adozione da parte di persone dello stesso sesso di un minore venuto al mondo con un metodo che in quegli anni non si concepiva nemmeno. E' vero che non era infrequente il caso di genitori sterili che si rivolgevano ad una terza persona, comunque però di sesso diverso. Quindi una legge che preveda l'adozione da parte di coppie omosessuali non esiste e non esiste nemmeno una legge che regoli e tuteli l'eventuale minore allorquando la coppia omo si sfasci, perchè neanche loro sono perfetti, calma, lo so, la parola "perfetti" non è quella giusta, però mi riferivo al fatto che i sentimenti cambiano anche per loro, quindi la parola fine è ben lontana da poter essere scritta.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 22/06/2016 - 15:22

E io che credevo ancora che le leggi fossero di spettanza parlamentare! Ormai, visto l'andazzo, o si modifica da cima a fondo la magistratura oppure tanto vale dire ai signori della casta di accomodarsi e invece di "interpretarle" le leggi di farsele da soli. Potremmo cosi sopprimere camera e senato e risparmiare un sacco di soldi!

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mer, 22/06/2016 - 15:23

Infatti, a furia di decantare ''l'indipendenza e l'autonomia della Magistratura'', di avere ''sempre piena fiducia'' nell'operato della stessa, questi della Magistratura, prendendo in parola i loro inavveduti difensori, hanno cominciato a scavalcare i limiti imposti loro dalla Costituzione fino a debordare dai propri compiti e competenze: semplicemente si sono montati la testa fino al punto di pretendere di voler iniziare a fare loro stessi le leggi.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 22/06/2016 - 15:27

allora i politici italiani dicono "lo dice l'europa" e in Italia "lo dicono i giudici"???? ma allora a cosa cacc..hio servite??? CIALTRONI DA STRAPAZZO!!

leo.nar.do

Mer, 22/06/2016 - 15:28

Ed ora l'Ncd che dice, visto che aveva garantito che le unioni civili non avrebbero portato alla Stepchild adoption ?… Ora con la pronuncia della Cassazione c'è l'equiparazione col matrimonio … Ma si sapeva che andava a finire così. Non si capisce solo cos'abbia di Centrodestra un partito del genere … Vada pure con Renzi, se lo vuole ...

Rossana Rossi

Mer, 22/06/2016 - 15:51

E' tutta una buffoneria all'italiana, cose che in nessun altro paese del mondo avvengono......qui vige il libero arbitrio, ognuno fa quello che gli va, leggi si leggi no, ecco perhcè siamo in queste condizioni pietose, e nessuno si ribella, vuol dire che va bene così.......

pinolino

Mer, 22/06/2016 - 16:26

Sottoscrivo al 100% il commento di Loredanasmntt 14.57 e aggiungo che oltre ad Alfano e NCD chiamo in causa anche gli altri parlamentari e i movimenti contrari alla stepchild che ci hanno venduto lo stralcio (modo elegante per dire che ce ne laviamo le mani) come se fosse un divieto con tanto di festeggiamenti e strombazzamenti. Bastava andare sul vocabolario per rendersi conto che non erano la stessa cosa.

Pinozzo

Mer, 22/06/2016 - 16:33

Avessimo dei legislatori capaci e non gli inetti che ci ritroviamo queste cose non accadrebbero.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 22/06/2016 - 16:42

@semperfideis: Almeno leggi l'articolo! In Italia non esiste l'utero in affitto, ma in altri paesi si. E quando una persona si trova in un altro Stato deve rispettare ma può avvantaggiarsi delle leggi di quello Stato. E anche la bambina di 7 anni è nata in Spagna! Quindi cosa c'entra l'utero in affitto in Italia? Inoltre qui non si tratta nemmeno di questo. Una delle due conviventi gay È la madre biologica (e tutrice con tanto di patria podestà) della bambina. Dove lo vedi tu l'affitto dell'utero e tantomeno in Italia!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 22/06/2016 - 16:43

bobirons """in assenza di una espressa disciplina normativa ..." non DEVE FARE PROPRIO NULLA e deve ASTENERSI da fare MINC...TE, la cosa è semplicissima siamo in presenza di una GRAVE sostituzione del potere esecutivo a quello LEGISLATIVO, dove solo in uno stato di CIALTRONI può passare in "cavalleria"

Antonio43

Mer, 22/06/2016 - 22:48

Ma le leggi di quello stato non regolano le cose nel nostro stato. La bambina che nazionalità ha? Se è spagnola come fa la cassazione a fare una legge per una straniera? Se ha la madre naturale non dovrebbe aver bisogno di essere adottata. Si dice che non potrebbe più provvedere a sua figlia? C'è qualche legge che potrebbe impedire alla "marita" di esserne la tutrice? Resta il fatto che i nostri strapagati rappresentanti non sono stati capaci di trovare una soluzione e quella della cassazione è pasticciata, si sentono le unghia stridere sui vetri e suscita insoddisfazione e scontento. Una cosa che davvero non va giù è l'utero in affitto, come possa una donna farlo a cuor leggero mi sembra contronatura, ma cosa ci vuoi fare, il denaro aiuta, ti fa trovare mille giustificazioni, ti fa sentire anche più buono, più generoso, più altruista.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 23/06/2016 - 11:22

Omar El Mukhtar di queste cose non dovresti parlare perchè sei islamico..o sbaglio??? o sei solo un furbastro progressista..cosa fai il progressista e l'islamico assieme? cialtrone!

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 23/06/2016 - 18:56

ieri h. 15,10 - @ Omar el Mukhtar - Lei cita la legge 4 maggio 1983/184 su i diritti del minore. La prego notare che tale legge parla di "coniugi" che, all'atto della stesura della legge intendeva una coppia composta di una persona di sesso maschile (non di sola inclinazione) ed una di sesso femminile (non di sola inclinazione). Tale legge non è stata abrogata, a mia conoscenza, e quindi deve valere il concetto della coppia tradizionale. Che oggi si permettano anche coppie dello stesso sesso, non inficia il fatto che un genitore biologico deve avere un partner di genere differente per potergli permettere un'adozione. Quanto poi al "maggior interesse del minore" che il cielo ci o lo aiuti, crescendo in un ambiente dove madre e partner hanno le stesse particolarità biologiche, funzionali, oggettive, anche se una, peggio se ambedue, preferiscono "guardare" altrove in funzione di loro personali particolarità esistenziali.

rokko

Gio, 23/06/2016 - 23:34

rapax non scrivere cxxxxxe; il fondamento della giustizia in tutto il mondo è che quando c'è un contenzioso il giudice decide, non sta fermo ad "aspettare che ci sia la legge". Se i politici vogliono che la stepchild adoption non si può fare in nessun caso e a prescindere dalla situazione specifica, non hanno che da scriverlo chiaramente in una legge, assumendosene la responsabilità, e vedrai che i giudici decideranno sempre in tal senso. Ecchecazzo, basta con il prendersela sempre con i giudici.

rokko

Gio, 23/06/2016 - 23:35

rapax non scrivere cxxxxxe; il fondamento della giustizia in tutto il mondo è che quando c'è un contenzioso il giudice decide, non sta fermo ad "aspettare che ci sia la legge". Se i politici vogliono che la stepchild adoption non si possa fare in nessun caso e a prescindere dalla situazione specifica, non hanno che da scriverlo chiaramente in una legge, assumendosene la responsabilità, e vedrai che i giudici decideranno sempre in tal senso. Ecchecazzo, basta con il prendersela sempre con i giudici.

Totonno58

Ven, 24/06/2016 - 09:24

rokko...bravissimo..il problema è che in Italia il Parlamento, titolare del potere legislativo, su certe tematiche "pruriginose" è scientificamente inerte (non si sa mai, i voti dei cattolici e le grazie dei Vescovi...meno male che ora c'è un Papa che se ne sbatte le p....)...il giochino è quello si delegare tutto ai giudici per poi scagliarsi contro di loro...allora io dico, GRAZIE GIUDICI, per il vostro doppio lavoro!:)