La Cassazione ha confermato il carcere per Massimo Bossetti

Accusato dell'omicidio di Yara, rimarrà in cella. Bocciata la richiesta della difesa

La decisione presa oggi dalla corte di Cassazione era attesa. Massimo Giuseppe Bossetti dovrà rimanere in carcere. Il muratore accusato dell'uccisione di Yara Gambirasio rimarrà nella sua cella, nonostante i legali che ne curano la difesa avessero chiesto per lui la scarcerazione.

Già ieri il pg di Cassazione, Giuseppe Corasaniti, aveva chiesto al tribunale di decidere in questo senso, parlando di un rischio di reiterazione del reato. Lo scorso 10 marzo il Riesame di Brescia aveva confermato il no alla richiesta di revoca della misura cautelare.

Il prossimo 17 luglio Bossetti tornerà in tribunale, davanti alla Corte d'Assise di Bergamo. È a processo per l'uccisione della 13enne Yara, che il 16 novembre 2010 scomparve da Brembate. Il suo corpo fu ritrovato soltanto nel febbraio 2011.

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 11:36

La Cassazione, suprema custode della legittimità degli atti della giustizia, ha stabilito ancora una volta che il DNA non ripetibile è legittimo, il prelievo del DNA dello pseudobossetti con il boccaglio dell'etilometro è legittimo. Tutti legittimi dunque gli elementi che compongono la prova regina: nel merito non vi sarà scampo. Strategia difensiva fallimentare per non dire demenziale: ora i giudici di merito non devono fare altro che trascrivere nella propria sentenza le motivazioni di Cassazione e Tribunale del riesame senza quindi nemmeno spremersi le meningi. In altri termini: come garantire blindandolo l'ergastolo per il proprio assistito.

linoalo1

Mer, 08/07/2015 - 11:48

Era scontato!!!Bossetti,il Capro Espiatorio Designato,colpevole od innocente,morirà in Carcere!Questa è l sua Condanna Definitiva!!!!!A meno che,non si rifaccia il Processo con altri Giudici ed in un'altra Città!!

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 11:51

Una stoccatina agli sproloquiatori sul DNA che lo intendono alla stregua di filo di ferro per fare reti per pollai: il ricorso in questione differiva da quello respinto a febbraio sostanzialmente per il solo motivo della pretesa discrepanza tra DNA nucleare e DNA mitocondriale (irrilevanti invece le questioni interpretative sul diniego delle misure cautelari alternative) e la Cassazione ha riadito che la discrepanza esiste solo nella testa degli avvocati (e dei gonzi che ci credono) poiché ai fini identificativi rileva soltanto il DNA nucleare quando presente e interpretabile come nel caso dello psudobossetti. Il mancato riconoscimento del mtDNA si estingue nell'ambito laboratoristico, ma non ha nulla di scientifico essendo mero incidente tecnico dovuto alle cause più diverse.

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 12:17

o linoalo1 la tua bananitas oggi è travolgente! Il processo, nel senso del dibattimento, ha visto le schermaglie procedurali della priam udienza, altre ne occorreranno per giungere alla sentenza di primo grado in quel di Bergamo, poi ci sarà l'appello a Brescia e la Cassazione a Roma. Sui ricorsi e sulle eccezioni della difesa si sono già espressi sempre negativamente il GIP di Bergamo (due vlte), il GUP di Bergamo, il Tribunale del riesame di Brescia (due volte) e la Cassazione (di Roma due volte). In altri termini più che cambiare città è meglio che lo pseudobossetti cambi avvocati...

lento

Mer, 08/07/2015 - 12:24

alfano e' il colpevole dei guai di Massimo Bossetti..

kya

Mer, 08/07/2015 - 12:22

Sig Pontalti,le vorrei ricordare che il sig Bossetti ha comunque 3 figli minorenni che vanno tutelati e rispettati.Lo Pseudo è del tutto offensivo e gratuito.Fosse Anche l`assassino di Yara,non è più mostro di coloro che stuprano,massacrano le mogli o investono pedoni perché drogati o ubriachi.Abbiamo casi di mariti che hanno distrutto il corpo della moglie e non vengono nemmeno processati perché il fatto non sussiste.Bossetti è stato arrestato in diretta TV perché accusato dell'omicidio di Yara,e non come presunto assassino,È stato già condannato un anno fa.Perché non fargli il processo per direttissima?Qualora ci fosse anche una possibilità su miliardi di miliardi che sia innocente,il peso della condanna su chi cadrebbe?I genetisti avanzano dubbi,ma questo non è un processo.Reiterazione del reato? Infatti nella bergamasca le bambine uccise da quando è nato Bossetti ad oggi non si contano più..

Accademico

Mer, 08/07/2015 - 12:35

L'Agente penitenziario che si occuperà di lui non lasci aperta, la porta della sua cella neppure per una frazione di secondo...

kya

Mer, 08/07/2015 - 12:39

Il DNA presenta comunque un` anomalia. E questa anomalia non viene spiegata scientificamente. Come non viene spiegato perché un uomo di 44 anni possa essere attratto da un`adolescente piccolina e minuta quale Yara (1mt50) la cui condotta era quella di una ragazzina ingenua e tranquilla e non di una Lolita precoce e seducente. Non è pedofilia e neanche attrazizone sessuale. Quache interrogativo di fronte ad un DNA comunque incerto qualcuno dovrebbe anche porselo.. Dopo la condanna sicura di Bossetti alla luce di queste contraddizioni sul DNA, credo che lo studio della genetica verrà affrontato in maniera diversa...non più certezze ma tanti "forse"..

biotherm

Mer, 08/07/2015 - 12:45

Pur di andare contro la magistratura si nega l'evidenza... io non sono sicuro al 100% che Bossetti sia colpevole lo accertera' il processo ma di indizi a suo carico ve ne sono numerosi e di persone condannate per meno ve ne sono in quantita' , anche se capisco che a molti avrebbe fatto piu' piacere che il colpevole fosse uno straniero ..

squalotigre

Mer, 08/07/2015 - 12:56

Raoul Pontalti - è verissimo che ai fini identificativi conta solo il DNA nucleare e che quello mitocondriale non da affidamento. Solo che i due DNA non possono essere in contrasto tra di loro perché questo indica che uno dei due esami è falso, fatto male o alterato. E chi stabilisce quale esame è veritiero? E poi ammesso che il DNA rilevato sul corpo di Yara sia quello dell'imputato quale prova vi è che il Bossetti sia anche l'assassino? Guardi che io non lo so se sia colpevole o meno; può darsi benissimo che sia colpevolissimo, solo vorrei che i processi fossero basati su prove e non sulle dichiarazioni del PM o sul libero convincimento del giudice.

meloni.bruno@ya...

Mer, 08/07/2015 - 13:12

Il muratore Bossetti,sà benissimo di aver fatto una cosa drammatica,(forse lui la chiamerebbe una cazzata!) ma non è così stupido di perdere la dignità di un padre verso i propri figli,ed è per questo che il tempo perduto dell'indaggini a giocato in suo favore dandogli una mano per difendersi con le menzogne.Deve confessare come quella sera rimorchiando Yara l'abbia portata in quella sdradina che confina con il campo,infatti Yara avendo percepito l'inganno ha aperto la sua portiera laterale fuggendo,Bossetti preso dal panico l'ha raggiunta uccidendola.La neve l'ha ricoperta dandogli una mano,che purtroppo fecero ritardare le indaggini.

elalca

Mer, 08/07/2015 - 13:17

si potrebbe consigliare Bossetti di ingaggiare RP come avvocato difensore. Lui sa tutto

giosafat

Mer, 08/07/2015 - 13:26

RaoulPontalti pur nel suo forbito concionare dimostra di appartenere alla schiera di quelli che giudicano e condannano per convincimento. Fatti, non 'pugnette'; dodicimila indizi non fanno comunque, tranne che nella mente traviata dei nostri magistrati, nemmeno mezza prova. Ma ormai i processi si fanno in tv, si condanna per referendum e punti premio per i giudici.

agosvac

Mer, 08/07/2015 - 13:30

Sembra quasi una barzelletta: questo Bossetti è rimasto libero per più di tre anni senza mai avere ucciso nessuna ragazzina di tredici anni e con i capelli rossi. Oggi si scopre che deve restare in carcere perché potrebbe reiterare il reato!!! Certe volte c'è da chiedersi che livello, ovviamente minimo, d'intelligenza abbiano questi magistrati della Cassazione!!!!!!!

agosvac

Mer, 08/07/2015 - 13:40

Egregio pontalti, c'è da chiedersi se lei sia in grado d'intendere e volere. Ormai ha deciso, senza che sia stato neanche fatto un processo, che Bossetti sia colpevole, ma in base a quali prove certe??? Il dna tratto da tracce di sangue che non potevano in alcun modo esserci??? Oppure questo furgone che passa e spassa davanti alla palestra di Yara ma che non si può sapere di chi sia perché non si vede mai la targa??? Oppure l'altra cretinata che si possano trovare tracce nei leggins di Yara della tappezzeria del furgone del bossetti( questa tappezzeria è uguale per tutti i furgoni di quel tipo)senza che ci siano tracce dei leggins di Yara nella tappezzeria del furgone del Bossetti????? Temo che lei sia più fuori di testa della PM che ha diretto queste indagini super cretine!!!!!

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 13:45

#squalotigre ho appena invitato un commentatore ad altro articolo sul caso a studiare biologia per aver egli inteso il tuorlo d'uovo come ncDNA avvolto dall'albume come mtDNA. Voglio usare però, modificato, l'esempio di questo sprovveduto. Qualcuno ha fatto la frittata, ossia ha fatto cadere un uovo e io lo raccolgo ponendo il guscio da una parte, l'albume da un'altra e il tuorlo da un'altra ancora. Non vi è dubbio alcuno che l'uovo di gallina non patologico sia macroscopicamente composto di questi tre elementi e se poi dopo essermi divertito a considerare il tuorlo che era ben conservato cerco l'albume che era colato dal tavolo e non lo trovo più cosa devo dedurre? Che era irregolare l'uovo? O piuttosto che sono un castrone io? E il fatto che io sia castrone non ha nulla di scientifico ovviamente...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 08/07/2015 - 13:48

Caro Meloni Bruno, tutte le accuse circostanziate che addebiti a Bossetti, sottolineo tutte, possono essere addebitate a te... O anche a me oppure a chiunque. Ora, invece, mancano le prove. L'unica cosa certa è che le indagini furono svolte con negligenza e dispendio. E per non far vedere a tutti che la PM è un'asina, cercano il capro espiatorio. Purtroppo la PM è non bergamasca come i giudicanti, perciò si capisce la paura che il Sig. Bossetti sarà condannato arbitrariamente.

agosvac

Mer, 08/07/2015 - 13:50

Egregio meloni bruno, mi dispiace dirglielo, ma lei è ancora più fuori di testa di pontalti!!! La sua ricostruzione non è solo inverosimile ma addirittura sbagliata. Quel giorno non nevicava!!!!!!!

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 14:02

##squalotigre ancora: non puoi esprimerTi come il muratore sul DNA... Cosa significa che i due DNA non possono essere in contrasto tra loro? Significa allora che dovrebbero andare d'accordo? Cosa impossibile trattandosi di due DNA completamente diversi per natura, formazione, significato. Il DNA mitocondriale è circolare e non lineare, di natura procariotica e non eucariotica, derivando da antichi simbionti e si replica autonomamente quindi non ha nulla a che vedere con il DNA nucleare. Nella vicenda si contesta propriamente la mancata messa in evidenza del mtDNA pseudobossettiano (ossia vero arzuffiano provenendo dalla madre) nel reperto, cosa che nulla ha a che vedere con contrasti o armonie che sono fuori luogo. Ma tale mancata messa in evidenza è meramente un fatto laboratoristico ossia di pessima tecnica (o di sfortuna) non fatto scientifico.

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 14:15

Io concionerò ma con mentalità scientifica sulle seguenti osservazioni: a) dall'esame del cadavere si deduce che l'assassino è del posto, padre di famiglia insospettabile; b) viene reperito del DNA di sicuro significato criminale per il preciso sito di reperimento e per la contemporaneità con il delitto essendo contenuto in traccia mista, c) conseguentemente si attua sulla popolazione mass-screening per trovare DNA parentale, d) viene trovato DNA parentale e viene seguita la distribuzione di quel DNA tra le famiglie e attraverso le generazioni fino al 1700, e) viene infine isolato il titolare di quel DNA (esito sempre scontato del metodo ovunque sia stato usato) che f) guarda caso non ha alibi e ogni indizio, in sé non decisivo, conferma comunque la mancanza di alibi (in senso tecnico). Anche un bambino dell'asilo ora può concludere: ergastolo!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/07/2015 - 14:23

Guardate la foto del VERO furgone di Bossetti che ha due prese d'aria LATERALI SUL COFANO https://colonnainfame2014.files.wordpress.com/2014/07/furgone-b.jpg Guardate adesso la foto del video che ci hanno ammansito i RIS https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xat1/v/t1.0-9/11351343_1639481066297797_6456054896924429069_n.jpg?oh=095a20ea6e1d6e441d6161e4801f360b&oe=56155458 La presa d'aria di questo furgone FASULLO E' CENTRALE, in altre parole NON E' IL FURGONE DI BOSSETTI! Ci stanno prendendo per i fondelli a tutti noi italiani e a danno di un povero disgraziato e della sua famiglia. Sono rimasto allibito, sgomento e indignato!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/07/2015 - 14:35

Il DNA nucleare è del TUTTO IMPOSSIBILE che sia leggibile dopo DUE SETTIMANEe quel corpo è stato esposto all'aperto per ben 3 MESI, cioè 14 SETTIMANE. E' la SCIENZA DI GENETICA CRIMINALE A DIRLO. In più ci vogliono dare a bere che l'esame del DNA mitocondirale non dimostri niente. I due DNA sono come il Tuorlo e l'Albume che stanno all'interno del guscio dell'uovo. Dire che la natura dell'Albume non è la stessa di quella del Tuorlo è fare un affermazione NON SCIENTIFICA E CONTRO LA REALTA' CHE CHIUNQUE DI NOI CONOSCE. Ci vogliono far credere che un altro Albume, non si sa come e non si sa da dove, sia entrato nel guscio dell'uovo e abbia preso il posto di quello vero. Solo gli idioti possono credere una cosa del genere! Nucleare e mitocondriale STANNO INSIEME all'interno della stessa cellula di sangue, proprio come il Tuorlo e l'Albume e condividono la STESSA NATURA DI PROVENIENZA. Se uno non corrisponde è evidente che l'altro è sbagliato.

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 15:24

#stock47(gradi alcolici): negli effetti scientificamente posso dimostrare che tuorlo e albume non sono della stessa natura pur appartenendo al medesimo uovo cui pertiene anche il guscio che ovviamente non ha la stessa natura del tuorlo e dell'albume. Di più: anche l'osso e i cervello, pur appartenenti al medesimo soggetto, non sono della stessa natura. Il DNA in circostanze favorevoli come quelle date dalla stagione fredda può leggersi anche dopo diversi mesi. Le prese d'aria del furgone sono due, ne appare una in una ripresa laterale solo perché l'altra è nascosta dalla curvatura del cofano. I modelli Iveco di quel tipo avevano due prese e non una come i precedenti. Pretendere con il proprio occhio di vedere meglio delle macchine usate dai tecnici per "vivsezionare" quel furgone anche nei video è puerile presunzione.

kya

Mer, 08/07/2015 - 15:42

Sempre in risposta al sig Pontalti: A. Dall` esame si evince che era un padre di famiglia???? E come? B. Ad oggi non si conosce la natura organica della traccia biologica trovata fra gli slip ed i leggins. Il prof Capra ha una sua tesi di traccia mista, ossia può non essersi verificata contestualmente. Il prof Capra è intervenuto su richiesta del dr Previdere, il quake, da perito della procura, forse qualche dubbio gli era venuto. E questo cambia le cose in maniera molto significativa. C. È quello che ci dicono. D. Come sopra F. Lei dov' era il 26 novembre del 2010 alle 18.45? Io credo che fossi intenta a preparare la cena.. O forse ero andata a comprare il latte ma non ho tenuto lo scontrino.. e se fosse stato quando ho accompagnato mia figlia a prendere i quaderni da una sua amica?? Sinceramente, non me lo ricordo. Di sicuro so che il giorno dopo già si parlava della scomparsa di Yara. E ricordo esattamente dov` ero quando appresi del suo ritrovamento..

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 16:45

#kya. spazio tiranno e fretta espositiva hanno ridotto all'esame del cadavere il criminal profiling che in realtà si deduce dall'esame dell'intera scena criminis e dal profilo della vittima oltre che dall'esame del cadavere. Tutti gli elementi considerati gli investigatori hanno concluso nel modo indicato. La traccia mista è sangue, anche se non è chiara l'origine dell'elemento pseudobossettiano. Capra è biologo ma non professore e un anno fa, intervistato, aveva concluso per la certezza dell'identificazione. Non si ppuò però discutere se si premette che "ci hanno fatto credere" in relazione alla ricerca massiva del DNA e dei risultati ottenuti. Il metodo è contemplato, ha dato sempre il risultato atteso (anche in Italia a Dobbiaco) e nel caso ci sono nomi e cognomi di persone con il DNA parentale di Bossetti ritrovate setacciando la zona e da lì si risalì a Guerinoni padre.

kya

Mer, 08/07/2015 - 17:51

Sig. Pontalti, non vorrei contraddirla ma il dr Marzio Capra è un genetista forense docente all` università degli studi di Mimano. Università che conosco molto bene. Nell` ultima intervista rilasciata espone fortissimi dubbi sulla non contaminazione del DNA. Le ricordo che all` inizio delle indagine nessuno disse mai che ci era una discrepanza fra i due DNA. Il prof Capra fu coinvolto dopo dal suo collega dr Carlo Previdere. E il prof. Capra, alla luce delle nuove dichiarazioni fatte, espresse tutti i suoi dubbi e la propria opinione. Per quanto riguarda il profilo potrebbe anche corrispondere a quello di Bossetti. Una sola cosa non torna. Bossetti non è un serial killer. Inoltre in tre anni non si sono verificati casi analoghi. E il movente? La tesi che Bossetti e Yara si conoscessero non regge. E se non regge non torna la dinamica...

meloni.bruno@ya...

Mer, 08/07/2015 - 18:00

Egreggio agosvac e Gianfranco Robe se leggevate attentamente,all'inizio ho detto che il tempo perso dell'indagini sono state causate da un cordinameto sbagliato.Avrebbero dovuto setacciare il campo come si usa in Ighilterra,una linea orizzontale con le forze dell'ordine quanto bastava a ricoprire i due lati del campo,e non una decina di persone andare in ordine sparso,perchè con le sterpaglie alte era invisibile,poi la neve a fatto il resto.

Raoul Pontalti

Mer, 08/07/2015 - 18:50

#kya. docente non significa professore che è titolo accademico ben definito. Capra è dottore, non professore. Se per contaminazione intende quella di laboratorio deve spiegare in che consista e soprattutto come sia possibile che salti fuori un DNA di Ignoto1 ben leggibile. Onus probandi incumbit ei qui dicit e allora è Capra a dover dimostrare che c'è qualcosa che non va, posto che per i periti della Procura basta e avanza il DNA nucleare. Il delitto non risulta da serial killer ma da soggetto che preso da raptus in quel momento si è visto tradito dalla reazione della vittima e ha paventato l'esito: svergognato dinanzi a moglie e figli e quindi ha ucciso per salvare la propria rispettabilità. Un caso classico. Sull'alibi: il muratore non viene mai trovato lontano dalla scena criminis ma sempre attorno nei momenti topici (cellulare, furgone, e le bugie sul solarium).

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/07/2015 - 19:28

Public Relation tu sei malato sia di cervello che di vista. Fatti controllare la vista. Sul furgone Vero di Bossettti la presa laterale più a destra guardando dall'interno del furgone è praticamente di LATO, nessun effetto ottico fotografico può mostrare tale presa d'aria in maniera CENTRALE come nei video dei RIS. Se non ti basta la foto, vediti tutto il fotogramma dei Ris che potrai trovare su Youtube https://www.youtube.com/watch?v=xO0Odnc0OEU Qunado ispezionano il furgone da fermo, togliendo il telone dal cofano, si vede chiaramente che la presa d'aria sta tutta di lato mentre quella del video del suo passaggio è chiaramente al centro. Mettiti le gocce agli occhi!!!

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 08/07/2015 - 19:35

Public Realtion, guardala attentamente la resa d'aria laterale, inizia dall'angolo del vetro davanti del furgone, praticamente angolo del vetro e angolo della presa d'aria sono allineati verticalemnte, è imposasibile sbagliarsi. Riguarda il furgone in movimento, la presa d'aria è lontana anni luce dall'angolo del vetro, non è minimamente allienata verticalemnte con lo stesso. Ma, poim che ti scrivo a fare? Come dice il detto è sapone sprecato a voler lavare la testa d'un asino.

squalotigre

Mer, 08/07/2015 - 19:43

Raoul Pontalti - il DNA mitocondriale non è indicativo per una sicura determinazione dell'identità del soggetto, ma non può essere in contrasto con quello nucleare. Non è che deve essere uguale, infatti non lo è mai, ma deve essere compatibile. Ad esempio se il DNA nucleare dice che trattasi di un soggetto maschile, il DNA mitocondriale non può indicare un soggetto femminile perché una delle due analisi evidenzia un errore o un inquinamento del reperto. Per quanto riguarda il Prof. Capra che conosco personalmente e che ritengo una persona scrupolosissima e più volte chiamato come esperto in diversi tribunali, insegna all'Università da molti anni. Ripeto, non voglio assolutamente affermare l'innocenza di Bossetti, che può anche essere un mostro. Vorrei però che fosse condannato in base a prove certe e non alle convinzioni di Alfano, del Pm o del Direttore di qualche giornale. Chiedo troppo?

Raoul Pontalti

Gio, 09/07/2015 - 09:50

Squalotigre sei un medico!!! E per giunta un valente chirurgo!!! Non puoi sortirtene con questi sfondoni!!! Il DNA mitocondriale è procariotico dunque come quello dei batteri! E Tu nei batteri distingui i cromosomi sessuali? Inoltre il DNA mitocndriale proviene esclusivamente dall'oocellula che è materna per definizione! Gli eventuali mitocondri dello spermio penetrati nell'oocellula sono subito neutralizzati e distrutti e pertanto i mitocondri dei vertebrati sono tutti di provenienza materna, dunque femminile, indipendentemente dal sesso del sogggetto portatore e non distinguono affatto il sesso e non si distinguono sulla base del sesso del portatore. Capra infine non è professore e correttamente si definisce dottore sul sito del suo istituto universitario.

squalotigre

Gio, 09/07/2015 - 12:22

Raoul Pontalti- spero che abbia capito che l'esempio del maschile-femminile era solo un semplice esempio per mostrare che i due DNA non potevano indicare due individui con caratteristiche genetiche differenti. Conosco perfettamente, pur non essendo un genetista, le differenze tra i due DNA ed ho fatto l'esempio maschile-femminile per mostrare l'assurdità di un contrasto tra di essi. Mi auguravo che non venissi preso alla lettera e che capisse, che si trattava di un concetto portato ai limiti come quello di Achille piè veloce che non poteva raggiungere la tartaruga. Il titolo di professore è dato alla funzione e termina quando tale funzione cessa. Così come il titolo di senatore, anche se quest'ultimo viene per consuetudine (scorretta) attribuito a vita.

kya

Gio, 09/07/2015 - 16:35

Sono d accordo con Squalotigre. Il Sig Pontalti dà per certo l esame del DNA e da li non si smuove. Anche se ammette che sicuramente la non compatibilità fra i due DNA è dovuta ad una pessima tecnica o a mera sfortuna.. E che dovrebbe essere il Dott Capra a dimostrare che c'è stata una contaminazione. E come se in laboratorio durante le analisi il dr Capra non era presente e il test non è più ripetibile? Qui stiamo parlando di un processo per omicidio e non di una contravvenzione dove la targa non corrisponde al mezzo. Il proprietario della targa paga la multa perché gli è impossibile spiegare come la sua targa sia finita su quel mezzo...