Cassazione: "No ergastolo a chirurgo Brega Massone"

La Cassazione dice no all’ergastolo per Pier Paolo Brega Massone, l’ex primario del reparto di chirurgia toracica della clinica Santa Rita di Milano

No all’ergastolo per Pier Paolo Brega Massone, l’ex primario del reparto di chirurgia toracica della clinica Santa Rita di Milano. Lo ha deciso la prima sezione penale della Cassazione che ha annullato con rinvio "limitatamente al dolo omicidiario" la sentenza con cui la Corte d’appello di Milano, il 21 dicembre 2015, aveva condannato il medico accusato di quattro omicidi volontari in relazione alla morte di altrettanti pazienti da lui operati e di un’ottantina di casi di lesioni. I giudici d’appello-bis dovranno quindi riqualificare il reato di omicidio volontario e rideterminare la pena, da cui sarà escluso anche un episodio di lesioni dichiarato prescritto dalla Cassazione. Brega Massone sta già scontando una condanna definitiva a 15 anni e mezzo di reclusione per decine di casi di lesioni ai danni di pazienti, oltre alla truffa al sistema sanitario nazionale per avere eseguito interventi inutili o dannosi "a scopo di lucro".

Commenti

YORSH

Gio, 22/06/2017 - 21:47

Mi piacerebbe sapere se l'Ordine dei Medici di Milano l'ha radiato, o forse riserva questo trattamento solo ai medici che osano esprimere critiche sugli attuali metodi di somministrazione dei vaccini...

Klotz1960

Gio, 22/06/2017 - 21:51

Non entro nel merito, ma e' evidente che tirare una monetina in Italia e' molto piu' serio che un processo. Non e' possibile che le sentenze vengano costantemente ribaltate.

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 23/06/2017 - 05:00

Sadico macellaio, mi auguro che ci pensino i cari delle vittime a farti avere quello che ti meriti. Non mi pronuncio su leggi e giudici: C'è il rischio che una volta fuori questo ottenga ancora il suo posto di lavoro.

longbard

Ven, 23/06/2017 - 06:47

Tranquilli! Per ora l'ergastolo è abolito . Poi si beccherà 20 anni e dopo dieci andrà, grazie alla "buona condotta", ai domiciliari, dove potrà continuare ad operare. Viva la giustizia italiana!

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Ven, 23/06/2017 - 07:43

Santarellino! Avrà santi in paradiso. Toglietegli la la laurea e mandatelo a raccogliere patate e pomodori assieme ai tanto amati dai PDidioti

Gasparesesto

Ven, 23/06/2017 - 08:21

Le Kalendas Graecas sono una barzelletta rispetto alle date e ai tempi indefiniti della Giustizia italiana per chi é in attesa che Sentenza sopraggiunga ! Narra una leggenda che una volta la Cassazione era l'ultimo grado di Giudizio . . notiamo adesso che si vanno sempre più ad allungare i termini di Giudizio, si va a marcia indietro e fra Appello / 2 e ritorno ad un'altra pseudo sentenza di fine Giudizio ( ? ) passeranno ancora anni , con la probabilità che non si arrivi nemmeno a Sentenza per sopraggiunti termini prescrittivi ! Forse bisognerebbe rivedere i " Termini del protocollo di ingaggio " della Corte di Cassazione e alla fine scopriremo che i Morti ammazzati si sono suicidati grazie a Cavilli e abilità di azzeccagarbugli con le mani in pasta . . !

DoctorMR

Ven, 23/06/2017 - 10:40

Rispondo a tutti i giustizialisti che sentono il sangue: non so se il soggetto sia o meno un truffatore, comunque è stato condannato per questo e, de iure, radiato dall'Ordine. Ma quella di omicidio volontario (con ergastolo non comminato neanche ai terroristi) era un'accusa oscena. C'è un giudice a Roma! P.S.=non somministrare vaccini è un crimine.