Catania, 3 pusher arrestati nella "fossa dei leoni"

I carabinieri di Catania hanno arrestato tre pusher colti in flagranza di reato, i tre spacciavano nella fossa dei leoni, sequestrate diverse dosi di droga

Sono tre gli arresti compiuti in flagranza di reato la scorsa notte da parte dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania nel corso di un servizio contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Cuore dell’illecita attività è stata la “fossa dei leoni”, ovvero la nota piazza che corrisponde al viale Grimaldi.

Questo angolo cittadino negli ultimi periodi è divenuto il punto in cui gli spacciatori riescono a piazzare la loro merce. I carabinieri della squadra “Lupi” questa notte hanno eseguito degli appostamenti rilevando il modus operandi dei pusher: lo spacciatore era protetto sia dalle vedette poste sui balconi con le quali si collegava attraverso ricetrasmittente, sia da due uomini in strada. Uno di loro si occupava di regolare l’afflusso delle auto dei clienti e l’altro accoglieva le richieste dell’acquirente accompagnandolo poi nel luogo della compravendita.

Ed è stato proprio quest’ultimo pusher a cascare al piano preparato dai carabinieri. Lo spacciatore ha chiesto loro di cosa avessero bisogno. A quel punto sono intervenuti tutti i “Lupi” che erano appostati e pronti all’intervento. I tre spacciatori operanti nella piazza sono stati bloccati e arrestati in flagranza di reato. I militari hanno anche sequestrato 13 dosi di cocaina, 6 dosi di crack , 39 dosi di marijuana, 55 euro in contanti e la ricetrasmittente.

I tre arrestati sono Daniele Rossello e Antonio Russo entrambi di 26 anni e, Concetto Ventimiglia di 31 anni. Tutti sono accusati di concorso in spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.