Catania, arrestato corriere tunisino: aveva 130 grammi di cocaina

La cocaina sequestrata avrebbe fruttato, nella vendita al dettaglio, circa 10mila euro

I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di contrasto ai traffici illeciti, hanno arrestato un corriere che trasportava 130 grammi di cocaina a bordo di un'auto noleggiata.

Secondo le informazioni riportate dal Gazzettinonline, a condurre l'operazione sono stati i militari del Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Catania, con l’ausilio dell’aliquota Anti-Terrorismo Pronto Impiego e delle unità cinofile del Gruppo di Catania che, all’uscita del casello autostradale di San Gregorio di Catania, A18, hanno sottoposto a controllo Hedhili Jamel, 27enne, cittadino italiano di origini tunisine, nato e residente a Siracusa. L'uomo, accompagnato da un passeggero anch'egli nato e residente a Siracusa, con precedenti per spaccio esattamente come Jamel, ha mostrato subito segni di nervosismo alle domande poste dai finanzieri.

I due sono quindi stati portati negli uffici del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria per essere sottoposti alla perquisizione personale e, con l'ausilio delle unità cinofile, alla perquisizione del veicolo.

Sul 27enne di origine tunisina sono stati trovati due involucri che contenevano cocaina: uno di 130 grammi, e un altro più piccolo di circa 0,25 grammi. La cocaina sequestrata avrebbe fruttato, nella vendita al dettaglio, circa 10mila euro.

Informata la Procura della Repubblica di Catania, Hedhili Jamel è stato arrestato e trasferito nella casa circondariale di Piazza Lanza, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Il passeggero è stato denunciato a piede libero.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 11/09/2018 - 15:25

E' l'unico mezzo per pagare le pensioni a boeri,libero subito!!!