Catania, genitori vendono la figlia 12enne ai pedofili in cambio di cibo

Una famiglia di Catania versa nel degrado più totale e per avere qualcosa da mangiare fa prostituire la figlia minorenne. Gli orchi pedofili sono lo zio e un amico di famiglia

Facevano prostituire la figlia minorenne con un amico di famiglia e uno zio per ottenere in cambio buste piene di prodotti alimentari.

Il contesto economico e sociale in cui versa una famiglia della periferia di Catania è di degrado più totale. I genitori della piccola sono da tempo senza lavoro e grazie all'aiuto di un amico di famiglia e allo zio riescono ad andare avanti. Ma dietro a questi aiuti, c'è dell'altro. C'è la prostituzione della figlia di dodici anni. L'accusa sostiene che i genitori, non avendo nulla con cui ringraziare i due uomini, davano in pasto la figlia ai due orchi.

Da oltre un anno, infatti, i due "aiutanti" intrattenevano rapporti sessuali con la dodicenne. La piccola veniva incoraggiata dai genitori che spesso offrivano la stanzetta della figlia come luogo per consumare gli abusi. In questo modo disgustoso, la famiglia riusciva ad ottenere il cibo e la ragazzina veniva incoraggiata dai due orchi con ricariche telefoniche.

I carabinieri hanno scoperto questa assurda storia grazie alla denuncia di un parente della famiglia. La donna avrebbe trovato sul cellulare della dodicenne messaggi a sfondo erotico e dopo una serie di indagini avrebbe scoperto chi erano i mittenti. Gli agenti sono subito intervenuti e hanno arrestato i due pedofili. I genitori della piccola sono stati messi ai domiciliari, mentre la ragazza è stata affidata ai parenti.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 13/04/2016 - 12:58

A Milano il convento dei frati francescani di Sant'Angelo, in via Moscova, 9 non lascia patire la fame a nessuno. Figurarsi poi se c'è di mezzo una bambina di 12 anni. Allora i Genitori degeneri potevano ben rivolgersi alla loro parrocchia, e se non l'hanno fatto è perché probabilmente c'è dell'altro che non vogliono dire.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 13/04/2016 - 13:11

Pene esemplari, che non ce ne saranno, non bastano... Come non basta attendere la giustizia divina... Queste persone non hanno diritto alla vita! Ficchiamocelo bene in testa. Basta con il coretto del "disagio sociale" e del "degrado più totale" ... Far prostituire la propria figlia minorenne è una cosa orribile e, in quanto tale, "orribile deve essere la pena!

GianniGianni

Mer, 13/04/2016 - 13:15

Maledetti eterosessuali pervertiti

Paul Bearer

Mer, 13/04/2016 - 13:27

Ma come sono alla fanme e la dodicenne c'ha il cellulare?

lara e fly

Mer, 13/04/2016 - 13:36

Le solerti assistenti sociali non hanno visto nulla .....e la scuola ???????????????

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 13/04/2016 - 13:45

@gianfri porello, l'"altro" che c'e' e' il nulla intorno alla parrocchia. babbeo! l'italia non e' milano!

libertyfighter2

Mer, 13/04/2016 - 13:58

Abituatevi perché tempo cinque anni e sarà la normalità.

Beaufou

Mer, 13/04/2016 - 15:35

La mamma avrebbe fatto molto meglio a fare qualche marchetta "lei", anziché farla fare alla figlia dodicenne. Ma magari il marito era geloso. E ambedue, in ogni caso, sono dei depravati semideficienti.