Catania, violenta rissa fra stranieri: feriti e 4 arresti

Una violenta rissa fra stranieri si è verificata all’alba di ieri nei pressi della Stazione centrale di Catania. Fermati dalla polizia, gli immigrati sono stati condotti in ospedale per medicare le ferite riportate negli scontri e, poi, arrestati

È stata un’alba segnata dalla paura quella vissuta ieri in piazza Giovanni XXIII a Catania, proprio di fronte alla Stazione centrale. Per motivi ancora accertare, infatti, al sorgere dei primi raggi del sole è scoppiata una maxi rissa tra diversi stranieri che, senza risparmiarsi colpi, se le sono date di santa ragione.

La furia degli immigrati ha inevitabilmente scatenato il panico anche tra le persone che transitavano nella zona. Dopo una segnalazione giunta alla sala operativa della Questura sui feroci scontri in atto, per riportare l’ordine sono arrivati sul posto gli agenti delle volanti della polizia di Stato.

Alla vista delle forze dell’ordine, però, i protagonisti della rissa hanno preferito calmare i loro bollenti spiriti e si sono dati alla fuga per sottrarsi al fermo. Due immigrati, risultati essere romeni, hanno tentato di scappare a bordo di un’auto ma sono stati immediatamente bloccati e arrestati. Altri due, che si stavano allontanando a piedi, sono stati inseguiti e fermati.

Gli arrestati sono tre cittadini romeni, Catalin Mihaica di 22 anni, Dorin Robe di 37, Egidio Trufea di 26 e Emed Malak Michael Musa Salib, egiziano di 25 anni.

Sul luogo teatro della violenza non sono state ritrovate le spranghe segnalate nella telefonata che ha fatto scattare l'allarme ma le ferite, piuttosto serie, riportate dagli uomini non lasciano dubbi sull’utilizzo di armi nella colluttazione. Alcuni stranieri, infatti, presentavano diverse fratture ed altre lesioni su diverse parti del corpo.

Dopo essere stati portati in ospedale per essere sottoposti alle necessarie curie, due immigrati sono finiti nelle Camere di sicurezza della Questura mentre altri due sono stati condotti agli arresti domiciliari. Tutti i fermati sono ora in attesa del giudizio per direttissima.

Nel corso delle indagini, gli agenti hanno trovato nella vettura dei romeni un taglierino e, poco distante dal luogo della rissa, un pesante attrezzo di metallo. Oggetti, questi, che potrebbero essere stati usati negli scontri.