La Cei contraria al biotestamento, ora è scontro con il Pd

La Cei fa quadrato contro il provvedimento del governo. Dopo la "contiguità" sul tema dei migranti, ecco lo scontro con il Partito Democratico

La Cei ha preso una posizione definitiva sul biotestamento. I vescovi italiani sembrano decisi ad opporsi al provvedimento sulle DAT e invitano il governo a riconoscere la possibilità dell'obiezione di coscienza "per ogni singolo medico". Il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Pietro Bassetti, in un'intervista a Radio Vaticana prima dell'approvazione della legge aveva dichiarato: "Non è facile stabilire a priori un confine netto che distingua accanimento terapeutico ed eutanasia". Le frasi di Bassetti - come scrive Andrea Tornielli su La Stampa - sono state seguite da una serie di prese di posizione: don Massimo Angelelli, direttore dell’Ufficio Cei per la Salute, don Carmine Arice, superiore del Cottolengo, il vescovo di Trieste Crepaldi e il cardinale Bagnasco hanno espresso contrarietà e perplessità. Ma anche il Cardinale Camillo Ruini - intervistato da Repubblica - ha detto che "questa legge" contribuirebbe in qualche modo ad aprire alle porte all'eutanasia "pur senza nominarla". L'arcivescovo di Torino Nosiglia - poi - ha solidarizzato con don Carmine Arce, che ha specificato di essere disposto ad affrontare processi pur di non applicare le DAT. I cattolici - insomma - hanno alzato il tiro contro questo provvedimento. La notizia sta anche nel fatto che la Cei, dopo mesi di "contiguità" con il Partito Democratico e con gli alleati del centrosinistra sul tema dei migranti, pare essersi schierata compattamente contro una scelta dell'esecutivo.

Emma Bonino, che Papa Francesco ha definito "tra i grandi dell'Italia di oggi", è stata tra le più convinte sostenitrici della legge sul biotestamento e ha già annunciato il prossimo obiettivo: legalizzare l'eutanasia. Una delle critiche che viene mossa più spesso dai tradizionalisti nei confronti dei vertici contemporanei della Chiesa - del resto - è proprio relativa a questa presunta vicinanza ad esponenti politici "progressisti", che storicamente portano in dote battaglie contrarie alla dottrina cattolica. Questa comunanza d'intenti, a causa del biotestamento, appare adesso in crisi. Non sfugge - tuttavia - che a pronunciarsi in modo inequivocabile sul provvedimento in questione siano stati soprattutto gli ex vertici della Conferenza episcopale italiana: Ruini e Bagnasco - infatti - fanno parte della "vecchia guardia". A dichiararsi favorevoli alla legge sul Dat - invece - sono stati i gesuiti di "Aggiornamenti sociali", che nella loro rivista hanno scritto che: "il testo approvato contiene numerosi elementi positivi e rappresenti un punto di mediazione sufficientemente equilibrato da poter essere condiviso". Come qualche conservatore fa notare - insomma - una porzione della Compagnia di Gesù ha mantenuto anche in questo caso la sua linea "aperturista".

La Cei - però - pare non essere disposta ad essere inserita nell'insieme dei "cattolici indifferenti", quelli che l'arcivescovo Crepaldi ha segnalato tramite una nota pubblica in questi giorni. Coloro che avrebbero potuto parlare e non lo hanno fatto. Monsignor Galantino, invece, non si sarebbe ancora espresso in merito. Il Professor Francesco Agnoli, ex vaticanista del Foglio e da sempre addentro alle cose vaticane - interpellato da IlGiornale.it - interviene a gamba tesa su questo silenzio: "Galantino ha sempre flirtato con gli onorevoli cattolici del PD, ma mentre loro hanno ricevuto da lui appoggi, silenzi e così via, la Chiesa non ha avuto nulla da loro. Adesso è evidente a tutti, a fine legislatura, a cosa è servito questo sostegno al Partito Democratico". E ancora: "Galantino sa e tace, pur non essendo del tutto favorevole a questa legge". Secondo i tradizionalisti - insomma - Crepaldi, Nosiglia e Negri avrebbero espresso la loro contrarietà alla legge sulle DAT, dopo essersi "stancati" di sottostare alla linea altrui. All'inizio del 2018 si riunirà il Consiglio permanente della Cei: in quella circostanza si comprenderà davvero se la linea dei vescovi italiani sulle DAT è unitaria o no.

Commenti

maurizio50

Lun, 18/12/2017 - 14:10

Povere menti eccelse della CEI! Non ditelo a Mons. Galantino. Se viene a sapere della rottura tra CEI e PD, quello sclera!!!!!

Ritratto di tangarone

tangarone

Lun, 18/12/2017 - 14:45

Cei contraria al biotestamento, oh no, non ci dormirò più la notte.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 18/12/2017 - 14:48

Chi è quel maleducato che li ha svegliati?

donald2017

Lun, 18/12/2017 - 14:51

la CEI dovrebbe essere contraria alla pedofilia e non rompere le palle alla gente che della propria fine vita decideranno loro non VOI SPORCHI MAIALI

carlo dinelli

Lun, 18/12/2017 - 14:53

Alla CEI ben gli sta! Così la prossima volta impareranno a mettersi con i Komunisti.

jeanlage

Lun, 18/12/2017 - 14:54

La CEI avrebbe dovuto svegliarsi un po' prima e mandare il Galantino a fare l'arcivescovo di Buenos Aires. Quando troveranno che l'8 per cento alla chiesa cattolica sarà la metà di quella alla chiesa valdese o all'unione delle comunità ebraiche, capiranno che i cattolici non ne possono più delle battutine alla Bersani del patetico argentino sbiancato che sta canonizzando Lutero, la Bonino (il prossimo sarà De Sade?). Il Papa (Benedetto:quello vero) parlava di principi non negoziabili; questo ci propina solo idiozie non digeribili.

Nick2

Lun, 18/12/2017 - 15:02

L’obiezione di coscienza dei medici è una VERGOGNA. Lavorano in uno stato laico, sono pagati da uno stato laico e devono sottostare alle leggi laiche. In Lombardia sono quasi tutti obiettori soltanto perché la sanità è in mano, oltre che alla ‘ndrangheta, a Comunione e Liberazione (e non so fra le due associazioni a delinquere quale sia la peggiore). Sappiate una cosa: il 90% dei medici se ne strafregano della dottrina e della pseudo morale cattolica (lo dimostra il fatto che molti praticano aborti nelle cliniche private). Si dichiarano obiettori esclusivamente per convenienza!

Trinky

Lun, 18/12/2017 - 15:13

Nick2.............ha parlato il genio PDiota......!!!! E in Italia va così finchè governeranno ABUSIVAMENTE il vaticano e quelli che adesso stanno al governo anche se non sono mai stati eletti dal popolo! ringraziate quella cariatide napolitano......

dagoleo

Lun, 18/12/2017 - 15:42

Fantastico. La CEI si è finalmente svegliata dal torpore sonnolento in cui era precipitata. La sorpresa su cosa pensano di voi i cattolici italiani la vedrete sui dati del prossimo 8 per mille. Soltanto nella mia famiglia ben 7 persone da quest'anno daranno l'8 per mille all'unione delle chiese ortodosse italiane. Continuate con la vostra politica di allenza Katto - Komunista e vedrete che resterete con in mano niente più che una pelle di GATTO rognoso. Auguroni e Buon Santo Natale. L'unica beneficenza che farò sarà solo a favore dei bimbi cristiani di Aleppo. Alla Chiesa Romana Apostata niente più.

ziobeppe1951

Lun, 18/12/2017 - 16:08

Nick2 si è accorto finalmente che viviamo in uno Stato laico.Per quanto riguarda la “religione” del maomatto..non mi sembra che lo Stato sia tanto laico..Nick 2 mi spieghi ad es. perché donne e uomini musulmani PRETENDONO e OTTENGONO le cure da un medico dello stesso sesso, come recentemente successo a Padova?

Mr Blonde

Lun, 18/12/2017 - 16:08

dagoleo ma nel merito cosa pensa dell'argomento in oggetto?

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 18/12/2017 - 16:09

non capisco come mai la cei voglia evitare che io possa fare un testamento riguardante cose Mie strettamente PERSONALI. come la mia vita la mia morte le mie cure..forse perchè senza un mio testamento se ne può impossessare la cei stessa e gestire cose mie a suo piacimento..? ahi ahi cei..così non si fa.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 18/12/2017 - 16:10

Ancora una volta, con la scusa dell’obiezione di coscienza, succederà che per vedere rispettato il diritto ad un fine vita dignitoso bisognerà PAGARE profumatamente. Coi i soldi le coscienze di certi medici che si professano cattolici diventeranno molto ma molto più elastiche. Potete scommetterci!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 18/12/2017 - 16:27

Questa posizione dei medici obiettori fa il paio con la questione dei medici anti-abortisti. Liberissimi di obiettare, purchè ci sia qualcun altro disponibile a "staccare la spina". In caso di trucchetti come quelli segnalati da Nick2 nel suo post delle 15:02 diventa legittima l'assunzione di personale ospedaliero sulla base della propria disponibilità a rendere esecutiva una legge dello Stato (e a quel punto gli "obiettori" faranno bene ad evitare le lacrime di coccodrillo atteggiandosi a vittime discriminate).

glasnost

Lun, 18/12/2017 - 16:50

Ma 'sta CEI non obbedisce al papa? Attenzione che se si oppone a queste aperture (biotestamento, aborto, ecc)perde il consenso delle menti elette della stampa, della TV e della cultura.

dagoleo

Lun, 18/12/2017 - 17:34

Mr Blonde. Ovviamente sono contro la legge sul fine vita perchè sono sicuro che nel tempo si trasformerà in una sorta di eutanasia legalizzata. Di contro prendo atto dell'ottusa demente miopia della CEI a guida Galantino-Bergoglio, pronta ad offrire al nemico il coltello che gli pianterà nella schiena alla prima occasione utile. La Chiesa Romana e la CEI sono condotte oggi da personaggi incapaci e, proprio per questo, pericolosi per il danno che potranno arrecare alla società futura.

diesonne

Lun, 18/12/2017 - 17:42

diesonne papono e vescovi italiani agiscono con sola loro testa-non ascoltano nnè la voce dei parroci e dei laici impegnati nella chiesa-i risultati si vedono-il loro inegnamento non attira i cristiani-la luce della verità della chiesa è opaca e incerta

diesonne

Lun, 18/12/2017 - 17:42

diesonne papono e vescovi italiani agiscono con sola loro testa-non ascoltano nnè la voce dei parroci e dei laici impegnati nella chiesa-i risultati si vedono-il loro inegnamento non attira i cristiani-la luce della verità della chiesa è opaca e incerta

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 18/12/2017 - 17:57

To', alla Cei si accorgono con chi si sono messi solo ora, con anni di ritardo! Una volta fra i vescovi si trovavano menti molto acute, anche politicamente, mentre adesso mi sembra che abbondino più che altro i chiacchieroni demagogici e mosochisti; sarà colpa del calo delle vocazioni?

cecco61

Lun, 18/12/2017 - 18:02

Al di là delle opinioni personali, in ambiente pubblico, vanno rispettate le Leggi dello Stato e quindi l'obiezione di coscienza non dovrebbe essere ammessa e dovrebbe comportare l'immediato licenziamento del medico.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 18/12/2017 - 18:59

ma cos'è il biotestamento!? Un testamento scritto senza pesticidi?

Cheyenne

Lun, 18/12/2017 - 19:53

CEI=MASCALZONI CI PENSANO ORA?

celuk

Lun, 18/12/2017 - 19:55

fanno finta di protestare per salvare la faccia, ma sono sempre dalla parte di chi è contro la Chiesa a cominciare dal loro capo (al vaticano)... Comunque l'eventuale obiezione di coscienza dei medici riguarda il loro Giuramento e non l'applicazione di una legge dello stato.

Cicaladorata

Lun, 18/12/2017 - 20:07

La CEI continua a far finta di non capire che i cattolici NON SONO I PADRONI DELL'ITALIA. Cosa ci vuole perchè capiscano il limite invalicabile della loro invadenza, prepotenza, supponenza nei confronti di una Repubblica in cui il cattolicesimo non è neanche religione di Stato?? Basta una enorme manifestazione ? Ci vuole di più ?

Luigi Farinelli

Lun, 18/12/2017 - 20:17

la CEI si sveglia tardi e Mons. Galantino è meglio che continui a non esprimersi per non continuare a fare danni. A questo hanno condotto anni di ignavia (nell'illusione che il Pensiero Unico non attaccasse troppo i principi cristiani) e mancate reazioni da parte della Chiesa, guarda caso, da che Papa Ratzingher è stato costretto a lasciare per impedire ostacoli al "progressismo" di Papa Bergoglio che ha ormai prodotto tanta confusione nella cristianità (soprattutto cattolica e ortodossa) da far svegliare finalmente qualche eminenza, oltre i coraggiosi cardinali dei "dubia"). Ma la frase "Emma Bonino tra i grandi dell'Italia di oggi" e la rivalutazione di Lutero sono cose che vanno ben al di là della semplice ignavia!

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Lun, 18/12/2017 - 20:48

Signor Papa, per favore, faccia un po' di pulizia in questa banda di minus-habens: sono contrari ad una legge fatta da gentaccia che hanno votato loro!

pastello

Mar, 19/12/2017 - 00:24

Occupatevi piuttosto del vostro mantenimento...a nostro carico

mila

Mar, 19/12/2017 - 07:44

In altre cose no, ma su questo concordo con la CEI, anzi, dovrebbe opporsi in modo piu' deciso. E'l'anticamera dell'eutanasia (legalizzata, o, se fara' comodo ai nostri politici, obbligatoria?)

goorka

Mar, 19/12/2017 - 08:01

A CHI CONTINUA OL DELIRIO DEL FINE VITA ILLUDENDOSI DI POTER DECIDERE VERAMENTE SULLA VITA E MORTE PROPRIE RICORDO DI FIRMARE ANCHE IL CONSENSO SU RIANIMAZIONE E TERAPIA INTENSIVA , RINUNCIANDOVI.PERCHÈ D DA LÌ SPESSO NONNESCI PERFETTO AL 100%.........