Misterioso omicidio a Cervia: 43enne trovato in un lago di sangue

L’omicidio, commesso probabilmente tra mercoledì e giovedì, è stato scoperto solo la scorsa notte, grazie all’intervento di un amico della vittima, che da tempo non riceveva più sue notizie

Brutale omicidio avvenuto a Castiglione di Cervia (Ravenna), dove un 43enne è stato trovato la scorsa notte in un lago di sangue, all’interno dell’abitazione nella quale viveva in affitto.

È stato proprio l’affittuario dell’appartamento, anche amico della vittima, insospettito dal fatto di non riuscire a contattarlo da qualche giorno, a recarsi direttamente nella casa di via Castiglione per accertarsi che fosse tutto a posto.

Una volta giunto lì, l’uomo non è però riuscito ad entrare, dato che la porta sembrava bloccata dall’interno, cosa che ha reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco, da quest’ultimo allertati. Dentro il piccolo bilocale è stato purtroppo rinvenuto il corpo senza vita di Rocco Desiante, da tempo residente in Romagna ma originario di Gravina, in Puglia. Evidenti i segni di un’aggressione brutale sul cadavere, con la vittima che è stata pestata , forse con calci e pugni, ed infine colpita al collo.

I rilievi da parte della scientifica continuano all’interno dell’appartamento, così come le indagini volte alla ricerca di testimoni che possano dare qualche indicazione utile per cercare di far luce sulla vicenda.

I vicini di casa della vittima, che saranno ascoltati dagli inquirenti, hanno da subito parlato di rumori compatibili con una lite od una rissa, inquadrabili nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi. Dai primi rilievi effettuati in loco pare che Desiante abbia aperto la porta al suo assassino, che evidentemente conosceva, vista l’assenza di segni di effrazione. Una volta commesso il delitto, quest’ultimo si sarebbe quindi allontanato richiudendo la porta alle sue spalle con le chiavi inserite nella toppa.

Sul luogo del delitto i carabinieri della compagnia di Cervia che, col coordinalmento della procura, si occuperanno anche di visionare le immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona. Attesa anche la relazione del medico legale, che potrà chiarire numerosi aspetti legati alle modalità dell’omicidio ed alle tempistiche.