Per chi ama davvero è piacere, non dovere

Le persone veramente innamorate sono spontaneamente fedeli perché trovano nel partner tutto ciò che desiderano

Molti credono che sentimenti come l'esclusività, la fedeltà, l'amicizia o la gelosia appartengano al passato, rappresentino una debolezza di cui nel mondo moderno si può fare a meno. Non è vero. La struttura fondamentale delle relazioni e dei sentimenti umani non cambia. Per di più l'attuale famiglia è fondata sull'amore dell'innamoramento. Quando ci innamoriamo, la persona da noi amata diventa l'unica che possiamo desiderare, l'unica che possiamo amare in modo esclusivo e da cui vogliamo essere amati in modo esclusivo.

Molto spesso non riflettiamo abbastanza sul fatto che l'amore è fondato sull'esclusività. Per fortuna le persone veramente innamorate sono spontaneamente fedeli perché nel loro amato trovano tutto ciò che desiderano e sanno che perdendo lui perdono tutto.

È un grave errore considerare la fedeltà solo un dovere. Nel grande amore essa non nasce dal dovere, ma dal piacere.

Lo esprime con grande chiarezza questa donna quando scrive: «Non andrò mai con un altro perché non voglio sciupare, inquinare le stupende sensazioni che provo con te. Basterebbe un contatto per intossicare irreparabilmente la loro purezza. Come una goccia di veleno inquina un'ampolla di acqua purissima, come mangiare la mela dell'albero maledetto nel paradiso terreste. La fedeltà ci concentra totalmente sul nostro amato, intensifica il nostro desiderio per lui e ci rende la vita divina. Questo vale anche per te. Se tu andassi con un'altra perderesti la strada che riconduce all'incantesimo che abbiamo raggiunto insieme».

Io sono convito che l'amore che nasce dall'innamoramento dovrebbe essere conservato come un oggetto prezioso, come un talismano. Non è vero che dura poco, può durare a lungo, molto a lungo. Molti non lo sanno, lo sciupano e distruggono così la loro vita.

L'amore però è come il diamante, durissimo e fragile, taglia qualsiasi cosa ma, se cade, si spezza. Se lo vivi fino in fondo, se sei fedele, se ti doni totalmente e prendi tutto il piacere che ti dà e dai tutto il piacere che puoi, durerà a lungo. E vi correrete incontro ogni volta, sorpresi di scoprire ogni volta una felicita più grande.

Un amore che dura diventa sempre più intenso. Nessun corpo potrà darti il piacere del corpo amato, non troverai mai una pelle più delicata, un profumo più soave. Ogni volta scoprirai che nessun volto ti è più caro e ti può dare tanta dolcezza. Con lei non sei mai solo, perché solo lei completa la tua vita, le dà senso, armonia. La ami come è oggi, come era nel passato e anche come era prima che vi incontraste: bambina, adolescente, nel fiorire della sua bellezza. Se soffre vorresti vivere il suo dolore, prenderlo su di te. Ma lei non si lamenta con te perché vuol sempre vederti sereno. Sai che ti è fedele e tu le sei fedele perché non sapresti cosa fartene di un'altra, lei è l'unica che custodisce il segreto e l'incantesimo della vita.Francesco Alberoni

Commenti

venco

Ven, 26/02/2016 - 09:38

In realtà l'amore nella coppia con il tempo va e viene, e allora il matrimonio tradizionale serve proprio a tener unita la coppia anche quando l'amore viene meno, e specialmente quando sono figli.

vince50_19

Ven, 26/02/2016 - 10:18

Alberoni ci sono troppi "se" e ci sono troppi scopi "sotterranei" per cercare di parificare un certo tipo di situazioni, elevandone alcune e "declassandone" altre per mere opportunità politiche. #Stiapuresereno .. Anche se ha tutto il mio rispetto, la mia ammirazione per le sue argomentazioni.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 26/02/2016 - 10:22

Ma allora non sono l'unico pirla al mondo a pensarla così! Ora ho anche la certificazione di uno scienziato: denominazione d'origine controllata e garantita, in barba a quelli che "basta che fiati!"

promeco

Ven, 26/02/2016 - 10:32

amore ? parola abusata l'amore è un istinto e non un sentimento e Zeus lo ha concesso solo alle femmine che senza questo istinto abbandonerebbero i loro cuccioli. ai maschi ha concesso l'istinto del possesso.

Opinionista*in*erba

Lun, 09/05/2016 - 09:07

Tutti questi discorsi sull'inquinare dimostrano un profondo infantilismo. Il concetto di contaminazione permeano la morale religiosa isterica da millenni ormai. Sai chi sei solo quando contamini, quando perdi le briglie e non puoi più nascondere i tuoi difetti, sei vivo solo quando soffri o fai soffrire. Poi, sono del tutto d'accordo su quanto ha detto. Anche io penso che occorra imparare a provare un simile amore. Ma l'esclusività è una cosa da fanciulla medievale che dice al cavaliere eccitato ed ubriaco che lui è il diavolo e vuole disonorarla; è cecità spacciata per santità. La trasparenza è spontanea e d'obbligo. Ma se si è sinceri con se stessi ci sarà sempre il gusto di aver di più.