Chi russa rischia la patente

Chi russa nel sonno adesso rischia la patente. Chi soffre di Osas, una sindrome delle apnee ostruttive nel sonno che provoca sonnolenza anche nelle fasi diurne dovrebbe ripetere l'esame della patente

Chi russa nel sonno adesso rischia la patente. Chi soffre di Osas, una sindrome delle apnee ostruttive nel sonno che provoca sonnolenza anche nelle fasi diurne dovrebbe ripetere l'esame della patente. Dal primo gennaio è infatti entrato in vigore in Italia l’obbligo di un nuovo esame medico per la patente se si è soggetti a questa particolare patologia, spesso causa di incidenti stradali. I disturbi respiratori che compromettono il sonno e che spesso portano a russare o generano sonnolenza diurna sono infatti all’origine del 22% degli incidenti e aumentano di due/tre volte la possibilità di essere coinvolti in scontri stradali.

L’Unione Europea ha così deciso di dare un giro di vite per la sicurezza, emettendo la direttiva n. 2014/85 che ha impegnato gli stati membri a varare una legge che obblighi i conducenti di auto, moto, furgoni e camion a rispondere a specifiche domande su malattie come l’OSAS o dicarattere neurologico. La patologia preclude in sé il diritto a possedere una patente di guida di qualunque tipo. Ovviamente, ci sono diversi livelli di gravità e, soprattutto, si tratta di una malattia curabile con terapie specifiche.

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 10/02/2016 - 13:26

ovviamente tutti dichiareranno di soffrire di tale sindrome. inutile.

billyserrano

Mer, 10/02/2016 - 14:34

Mentre invece chi si mette al volante, magari drogato, senza patente, ubriaco, o magari su di un'auto rubata, che a 120 km. passando con il rosso uccide delle persone, non gli si fa nulla o quasi?

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 11/02/2016 - 01:44

questo provvedimento dipende da un errore di valutazione, gli esperti credevano che a russare fossero solo i russi