Chicago, donna paga 20 stanze d'albergo per i senzatetto

Una donna dal cuore d'oro ha deciso di prenotare 20 stanza d'albergo dal costo di 70 dollari l'una destinate a una settantina di senzatetto che sono stati salvati dalle temperature di Chicago

Una donna di Chicago ha deciso di prenotare 20 stanze d'albergo per poter ospitare una 70ina di senzatetto e salvarli così dalle temperature estreme di Chicago in questo periodo

Mentre il Polar Vortex che in questi giorni ha investito il Midwest degli Stati Uniti d'America aveva abbassato mostruosamente le temperature di Chicago, la città dell'Illinois, che ha visto la colonnina di mercurio segnare anche i meno 23 gradi Celsius. Una benefattrice ha pensato quindi di salvare alcuni senzatetto da una morte annunciata, vista la difficoltà di trovare un rifugio che permettesse loro di restare al caldo. Ha contattato quindi un hotel, l'Amber Inn di Chicago e ha chiesto di prenotare ben 30 stanze da 70 dollari l'una in cui dovevano essere ospitati i clochard che si sarebbero presentati. Una settantina hanno risposto all'appello, andando a dormire comodamente all'interno delle stanze preparate ad hoc.

Questo gesto, che è stato attribuito a Candice Payne, ha suscitato l'ammirazione degli abitanti della "windy city" facendo partire una gara di solidarietà e una raccolta fondi che ha smosso la coscienza dei più portando a totalizzare 8mila dollari da devolvere alla causa dei clochard su GoFoundMe. Il suo account Instagram è stato utilizzato anche per chiedere aiuto ai suoi follower richiedendo un servizio di taxi, meglio se con un van, per poter trasportare i clochard direttamente nell'albergo. Lei si sarebbe occupato di pagare il disturbo. La donna è un'imprenditrice nel campo dell'immobiliare. La notizia è stata riportata dall'Internazionale e ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo, permettendo alla donna anche di beneficiare della notorietà per poter raccogliere sempre più fondi da devolvere alla causa dei clochard della sua città.

Commenti

Divoll

Gio, 07/02/2019 - 01:51

Un bel gesto! Lo schifo e' che uno stato lasci questa povera gente in mezzo alla strada, senza alcun aiuto, nemmeno con queste temperature polari.