Chieti, ginecologa rifiuta visita a paziente: “Sei troppo grassa”

La ragazza esce in lacrime dall’ambulatorio; Asl annuncia un’indagine interna per chiarire l’episodio

Una vicenda che ha dell’increscioso, quella vissuta da una mamma di Chieti di 27 anni durante una visita ginecologica al consultorio della Asl, prenotata da tempo.

Atteso il suo turno, la ragazza è entrata nell’ambulatorio, dove è stata accolta da una dottoressa della struttura e da un’assistente; ma ciò che è avvenuto dopo che ha spiegato il motivo per cui si trovava lì, vale a dire una semplice visita, ha dell’incredibile.

È lei stessa a raccontare l’episodio, come riportato da “Il Messaggero”. “La dottoressa ha subito reagito in modo stizzito: sei troppo grassa, non vedi che pancia hai? Come faccio io a visitarti? Non riuscirei a vedere l’utero. Devi scendere di peso. La visita non è mai iniziata: quel medico si è rivolta subito nei miei confronti con un tono alterato e non avuto né tempo né forza di reagire. A quel punto mi ha fatto un’impegnativa per andare a eseguire un’ecografia da un privato”.

Colta di sorpresa dalla situazione venutasi a creare e per questo incapace di replicare, la 27enne è uscita dall’ambulatorio in lacrime ed ha raccontato l’accaduto ad una parente che l’aveva accompagnata al consultorio. Come racconta lei stessa la profonda ed inattesa umiliazione subita ed il tono inquisitorio utilizzato dal medico l’hanno ferita profondamente, impedendole di reagire a tono. Una volta raccolte le idee, la donna ha deciso di chiamare i carabinieri per denunciare il fatto, ritenendo che i suoi diritti e la sua dignità fossero stati lesi dalle azioni della ginecologa, medico specialista ambulatoriale convenzionato con la Asl.

I militari, giunti sul posto, hanno raccolto le testimonianze della 27enne e della dottoressa, in previsione di una denuncia che si viene a delineare all’orizzonte. Differente, invece, l’atteggiamento del resto del personale della struttura, che si è adoperato per cercare di risolvere il problema della ragazza e di aiutarla, come lei stessa ha rivelato. Dura la reazione della direzione del consultorio di Chieti, che ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime tutto il rammarico per la vicenda: “Il personale interno alla struttura si è messo subito a completa disposizione della ragazza, dandole sostegno psicologico e fissandole con celerità un nuovo appuntamento, in programma venerdì, con un’altra ginecologa. La paziente ha confermato la propria stima nei confronti della struttura. In ogni caso sono in corso approfondimenti per verificare con precisione quanto accaduto”. Pare dunque di cogliere tra le righe che sia in programma anche un’indagine interna alla struttura pubblica per determinare le responsabilità della ginecologa coinvolta nel caso.

Commenti

leopard73

Gio, 26/07/2018 - 16:26

Questa ginecologa va spedita in africa che la sicuramente di obesi non trova.... cialtrona

FaroAlogeno

Gio, 26/07/2018 - 17:10

in secoli passati giornalisti e lettori del Giornale sarebbero stati i più entusiasti nel lapidare e mettere al rogo; sa il cielo com'è andata davvero, ma tutti pronti a indignarsi e condannare; Enzo Tortora, un altro che si indignava facile, non ha insegnato niente;

GPTalamo

Gio, 26/07/2018 - 17:22

E'curioso come le persone diano per scontato che la donna sia una vittima e la dottoressa ingiusta. Io sono medico, e posso assicurare che in casi di obesita' eccessiva, un normale esame ginecologico puo' risultare impossible, e deve essere fatto talvolta in sala operatoria.

pilandi

Gio, 26/07/2018 - 17:44

@GPTalamo il fatto che non sia visitabile non esclude l'educazione da parte del medico.

cecco61

Gio, 26/07/2018 - 19:08

Totalmente d'accordo con GPTalamo. In merito alla maleducazione della dottoressa si hanno solo le dichiarazioni della "presunta" vittima. Certo, genuflessi al politically correct, tutti a fare i censori.

Ritratto di ateius

ateius

Gio, 26/07/2018 - 19:13

se una sceglie di fare una professione.. poi la deve fare. altrimenti dà le dimissione e cambia lavoro. lavorasse nel privato questa ginecologa.. hai voglia a cacciare le pazienti.

Divoll

Gio, 26/07/2018 - 19:19

Invece dovrebbe ringraziare la dottoressa e mettersi subito a dieta. La dignita' se l'e' lesa da sola per essersi ridotta in tali condizioni. I chili di troppo non sono solo un danno estetico, ma soprattutto un pericolo per la salute. Amici e parenti di solito non se la sentono di dire queste cose, per timore di "ferire" il soggetto, invece gli fanno del male.

Divoll

Gio, 26/07/2018 - 19:22

pilandi - a volte si ottiene di piu' in questo modo brusco che con le moine. A tutti piace guardare la serie Dr, House, ma quando ne incontrano uno nella vita vera, vanno in pezzi e dimostrano di non avere altro che indulgenza per se stessi e i propri stravizi.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Gio, 26/07/2018 - 19:42

La "grassa" puo sempre andare a` farsi visitare dai /medici senza front./ che loro sono abituati a visitare le ciccione africane/arabe.

GPTalamo

Gio, 26/07/2018 - 19:42

@pilandi. Non so se la dottoressa sia stata maleducata, non lo posso escludere ma non lo posso neanche dare per scontato. So solo che rifiutarsi di visitarla e' in atto di routine in quei casi.