Per Ciampi la prognosi resta riservata

L'ex presidente ancora in condizioni serie: aveva un'inizio di peritonite

Non sciolgono la prognosi i medici di Bolzano per Carlo Azeglio Ciampi, colpito da appendicite acuta con iniziale peritonite e per questo motivo operato d’urgenza ieri pomeriggio.

"Siamo in una fase molto seria, e potenzialmente critica e non è possibile fare previsioni a medio termine", hanno detto i medici in conferenza stampa aggiungendo che le condizioni dell'ex presidente della Repubblica, ricoverato in rianimazione da venerdì, sono ancora "serie". Ciampi respira autonomamente, è lucido e ha scambiato qualche parola con il personale anche in lingua tedesca. Il primario Peter Zanon ha spiegato che era giunto d’urgenza in ospedale per un’improvvisa fase di "ipotensione arteriosa" e che da esami tomografici era stato riscontrato un inizio di embolia polmonare. "Dopo aver superato l’instabilità, ad una certa distanza di tempo è stato riscontrato un effetto infettivo all’altezza dell’appendice", ha concluso il medico.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 14/07/2014 - 18:48

Magna-magna, indigestione cronica, appendicite, peritonite... Piuttosto che la dieta berlusconiana dei "tagli lineari", il Ciampi si è fatto tagliare l'appendice. Tanto paga il contribuente.

filder

Lun, 14/07/2014 - 20:58

Con tutto rispetto,ma questo signore è il diretto responsabile assieme a Prodi per il disastro che ci hanno accollato con la voluta entrata dell Italia nell Euro, che il Dio lo protegga e contracambia il male che hanno fatto a noi tutti.

filder

Lun, 14/07/2014 - 20:58

Con tutto rispetto,ma questo signore è il diretto responsabile assieme a Prodi per il disastro che ci hanno accollato con la voluta entrata dell Italia nell Euro, che il Dio lo protegga e contracambia il male che hanno fatto a noi tutti.